Fondazione Città della Speranza, a Paestum

Fondazione Città della Speranza, a Paestum

concerto della Fanfara dei Carabinieri per la ricerca pediatrica

Musica per la ricerca. Si è tenuta Sabato 7 agosto alle ore 20.30, la Fanfara del decimo Reggimento Carabinieri Campania, diretta dal Maestro Luca Berardo, si sono esibite nella suggestiva cornice del Parco Archeologico di Paestum per promuovere la ricerca sulle patologie tumorali pediatriche a favore di Fondazione Città della Speranza.

L’attività di ricerca della Onlus, che da quasi trent’anni raccoglie fondi totalmente privati da donazioni e lasciti, si propone di sconfiggere le malattie pediatriche e di identificare precocemente i pazienti ad alto rischio di recidiva a causa dell’insuccesso della terapia.

“Voglio ringraziare il Comando dell’Arma dei Carabinieri – commenta Andrea Camporese, Presidente della Città della Speranza – per la vicinanza dimostrata nei confronti della Fondazione e per il sostegno nella nostra attività di raccolta fondi, che ha un impatto importante su un numerosi progetti di ricerca scientifica su cui abbiamo grandi aspettative”.

L’iniziativa, che ha trovato subito il sostegno del Generale dei Carabinieri in congedo Carmine Adinolfi, impegnato da anni nel volontariato a favore della Fondazione, la partecipazione straordinaria del soprano Michela Varvaro, del tenore Roberto Lenoci, della flautista Rebecca Lewis Lalatta, e del pianista Carmine Colangeli. All’evento, condotto da Rossella Tedesco, presenti il Prof. Massimo Osanna, Direttore Generale Musei del Parco Archeologico di Paestum & Velia, Franco Alfieri, Sindaco della Città di Capaccio Paestum, Franco Masello e Stefania Fochesato, rispettivamenteFondatore e past president della “Città della Speranza”, e Lara Mussolin, Ricercatrice dell’Istituto di ricerca pediatrica “Città della Speranza”.

Il concerto è stato preceduto alle ore 10:00 da un convegno nella Basilica Paleocristiana di Paestum, dal titolo “I valori della storia e dell’archeologia al servizio della ricerca sulle patologie tumorali pediatriche”.


Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *