ALLAGAMENTI A CASTEL VOLTURNO, CESARE DIANA: “GRIGLIE IN FASE DI PULIZIA, COSÌ SI RISOLVONO I PROBLEMI”

29133817_2132907893605146_4733599571964825657_n (1)

 

CASTEL VOLTURNO. Fatti e non parole. Nella mattinata di martedì 13 marzo, il consigliere comunale di Castel Volturno, Cesare Diana, insieme all’ex assessore all’ambiente ed ecologia, Flavio Mongirulli, ed una rappresentanza di allevatori ed agricoltori castellani, ha incontrato il consigliere della provincia di Caserta con delega all’ambiente ed affari generali, Gianluigi Santillo.

Nel corso dell’incontro, tenutosi in località Pineta Mare, è stato affrontato il problema degli allagamenti di circa 20 ettari di terreno, presenti nella piana di Castel Volturno. Una condizione scaturita dalla mancata manutenzione e pulizia delle griglie realizzate alla foce dei regi lagni; opera di competenza della società S.M.A. incaricata direttamente dalla Regione Campania.

“Finalmente il nostro territorio riceve la dovuta attenzione da parte delle istituzioni provinciali – dice Cesare Diana –. Il tutto grazie al concreto intervento del consigliere provinciale Gianluigi Santillo che, dopo aver visionato terreni, griglie, pompe e strutture di sollevamento, ha attivato tutte le procedure idonee alla risoluzione del problema.

Il delegato della provincia ha immediatamente sollecitato gli organi competenti, ovvero Provincia, Regione e Consorzio di Bonifica. A breve verranno rimossi detriti e fanghi che ostruiscono le griglie, così da permettere il deflusso naturale delle acque verso il mare.

Questo è un esempio della politica del fare e del servire gli interessi dei cittadini. Ringrazio il consigliere ed il Presidente della Provincia. Siamo in attesa che il sindaco PD Dimitri Russo – conclude – si risvegli dall’incubo post elettorale. Non si può amministrare in questo modo una città”.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *