ASSOCIAZIONE MOGLI MEDICI ITALIANI SEZIONE DI CASERTA

 

Da sx L_Ferillo G_Santabarbara C_Fumante R_Raimondo

COMUNICATO STAMPA 6                                                                                                  12-11-11

                      All’Ordine dei Medici s’è svolto il Convegno letterario promosso dall’AMMI

CASERTA: SCIENZA E FANTASIA: AUSPICABILE CONVIVENZA!

                          Intenso confronto sulla scorta del romanzo IL CERCHIO di Giuseppe Santabarbara

CASERTA – Affascinante lettura dell’attrice Lucia Ferillo e solidi approfondimenti storico-linguistici dello scrittore Giuseppe Santabarbara: questi i due preminenti canali sui quali è scivolato, lieve e coinvolgente, l’incontro letterario promosso dall’Ammi (Associazione mogli medici italiani) presieduta da Caterina Fumante e svoltosi giovedì 10 novembre nella sede casertana dell’Ordine dei Medici. Sicché ne è derivata un’agevole funzione di ascolto, stimolo e compartecipazione al dibattito da parte della stessa presidente ammina, del cronista Raffaele Raimondo (in funzione di intervistatore) e del pubblico che ha accolto l’invito con autentica soddisfazione. I passi del romanzo fantasy “Il Cerchio” (opera seconda di Santabarbara) sono stati modulati dalla Ferillo con eccezionale efficacia interpretativa e l’autore, in forma smagliante, s’è cimentato in un’incalzante sequenza di puntualizzazioni e riferimenti molto apprezzati per la sorprendente rievocazione di fatti, personaggi e fenomeni del misterioso “mondo delle streghe”. Eppure il confronto, al di là delle analizzate dimensioni letterarie di partenza, ha dato vita ad ulteriori passaggi di rilevante interesse sociologico e culturale. In particolare, s’è discusso della perenne contrapposizione tenebre-luce, male-bene, nonché della lunga e martellante azione inquisitoria che, specialmente ad opera della Chiesa cattolica, apostolica e romana, è passata alla storia come implacabile e necessaria “lotta alle streghe”, sfociando nell’accenno a due formidabili problemi sempre aperti: quanto maggiore è la conoscenza del mondo e delle traversie umane tanto più si amplia l’incommensurabile sfera dell’ignoto; d’altro canto, l’attuale egemonia della cultura scientifico-tecnologica sta effettivamente tarpando le ali della fantasia concepita in senso lato, alias comprendente ogni forma di creatività e di arte che poco han da spartire col rigore razionale. Insomma, una riedizione in miniatura del classico scontro fra i settecenteschi “lumi della Ragione” (radici inequivocabili di sviluppi e conquiste scientifiche di grande apporto al progresso complessivo della civiltà) e le passioni romantiche (non disgiunte dall’indomabile continuo prorompere del mistero che accompagna l’avventura terrena di uomini e popoli). La sintesi, tuttavia, è stata repentinamente “indovinata” da una gentile socia dell’Ammi che ha voluto ascrivere proprio alla fantasia una delle condizioni di cui poi in concreto si avvale anche la scienza.

 

                                                                                                              Presidenza AMMI-CASERTA

 

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *