>Berlusca, ME NE FREGO DELLA GALERA,. SENTENZA VERA TRIONFERA’ !

Berlusca, scontata incandidabilità per Stefàno (Sel-comunisti Vendola) & CO.-8.’13

Che sporca ipocrisia invocare, come fa la maggioranza, la vita del Governo da un lato e dall’altro la morte del capo del PDL (socio dello stesso governo che tenta persino di negare del tutto l’IMU,pilastro dell’accordo, permettendo peraltro con una tempestività sospetta di complicità con l’opposizione, un assalto che bastava rinviare alla conclusione dei punti d’emergenza essenziali: Legge elettorale, Economia..) !

Agli inverosimili attacchi concentrici degli avvoltoi ci si accoda, ovviamente,anche Dario Stefàno, presidente della giunta per le immunità del Senato, del Sel (Sinistra comunista di Vendola), non vedeva l’ora di esprimere il suo DISonorevole  giudizio sulla candidabilità del “caro” Berlusca , nel contempo

tutto il pollaio progressista : “Le sentenze vanno accetate ,applicate, eseguite “. Ineccepibile,logico ,ovvio, lapalissiano,ma….

Ma il pollaio. di memoria corta , nel senso che , poverini , ricordano solo ciò che conviene , ma per oltre venti anni non sisono mai ricordati che gli italiani votarono a stragrande maggioranza ben due referendum di drammatica e attualità( 1- contro il finanziamento dei partiti ;2- contro lo strapotere e l’assoluta deresponsabilizzazione delle toghe con una giustizia da terzo mondo! ).

Ebbene che fine ha avuto la sentenza degli italiani chiamati all’appello con l’unica e suprema forma democratica di esprimersi ? Lo zelo pruriginoso, quanto intempestivo dell’attuale attacco al Cav. , al di là dell’abissale sproporzione tra lasentenza di un’intero Popolo e quella di quattro giudici d’accordo sia sul piano ideologico che di difesa corporativa, ha determinato oltre a ferite mortali alla democrazia stessa e danni economici ingenti , un altro danno incalcolabile :la sfiducia totale nella Giustizia che in vent’anni non è riuscita ad impallidire od arrossire dalla vergogna per ravvedersi nella forma e nella sostanza .

Come logico,  la sinistra in coro e lequinte colonne a cominciare da Epifani, Famiglia Cristiana, Napolitano…, con candidi,suadenti ed ingenui toni, invita al rispetto della sentenza di condanna della giustizia  (dei compari) per la stabilità della Nazione, a prescindere.

A prescindere, perché i cittadini di fronte alla legge sono tutti uguali, ma che faccie di bronzo dopo la distruzione delle intercettazioni di Napolitano sulla trattativa Stato-Mafia, sui processi a tutti noti (vedi Allegati punto A) dalla conduzione incresciosa di un processo (come peraltro tutti gli altri) senza prove di natura penale (ovunque, ma anche inItalia certe “dimenticanze fiscali”, nel bene o nel male, si sono risolte, anche per somme ben maggiori dei 7 milioni di Mediaset, con accordi pecuniari (A –Valentino Rossi, Pavarotti…) ed ora, con questo sistema, mezza Italia dovrebbe seguire le sorti di Berlusca, l’Al Capone dell’attuale millennio, per evasione, peraltro  determinata forse da qualcuno dei centinaia di suoi commercialisti ed in fondo minima in proporzione al pagato) e senza consentire la difesa ; a prescindere dalle comprovate canagliate di vari giudici, notoriamente schierati a sinistra e/o con precedenti atti ostili verso l’imputato (v. B) Boccassini, ormai anche in affari, etc), e dalle sentenze emesse prima del processo (v.Esposito…).

Naturalmente per Vendola, Penati, Monte Paschi Siena (nonostante qualche suicidio), Unipol, De Benedetti ecentinaia di altri casi, veri occultamenti e ribaltamenti di verità provate , ma per qualcuno alla fine solo cattivi pettegolezzi degli avversari servi del padrone.

A tutti quelli che gioiscono per le vendette giudiziarie contro la politica(ultima vile arma delle democrazie morenti), chiedo come mai non ci hanno risparmiato da decenni di sopportare un delinquente come Berlusca; come mai la ns. giustizia in classifica segue l’Usbekistan; come mai le pendenze civili e penali hanno decenni di ritardo massacrando spesso le stesse aziende  e la dignità di condannati poi assolti dopo anni senza vera riabilitazione; come mai a fronte di sacrifici immensi di tanti italiani, fino a troppi suicidi, per la crisi storica, non hanno risposto minimamente all’appello con un contributo pur minimo che non li avrebbe certamente messi sul lastrico; come mai hanno tradito “distrattamente” il rispetto di ben 2 referendum di tragica attualità votato a stragrande maggioranza dagli italiani contro il finanziamento dei partiti e la responsabilità civile sulle loro medesime azioni; e, più recentemente, come mai molti mafiosi / delinquenti ritornano in libertà per decorrenza dei termini, riempiendo però le carceri in attesa di giudizio, per poi dover invocare  lo “svuota carceri”; come mai “dimenticano” di firmare il foglio di rimpatrio ad immigrati con reati pluri-accertati; come mai non hanno denunziato nelle ultime elezioni nazionali una palese e mastodontica violazione delle regole sugli accordi di coalizionip.es.: PD e SEL hanno conquistato per circa 100.000 voti una maggioranza bulgara  ed in virtu’ della loro coalizione pre-elettorale hanno fatto l’assalto alla diligenza strappando cariche impensabili : Boldrini etc col 2/3% della SEL), per poi separarsi subito tranquillamente in palese flagranza di reato elettorale; come mai la Cassazione, non la preturina di paese, abbia potuto incredibilmente e con vera criminale crudeltà sentenziare che la “droga di gruppo” (C) non è reato ????????

L’Italia è da tempo strangolata da queste mani e Berlusconi pare che abbia fatto più danni di Attila e dei Magistrati messi insieme e quindi debba essere l’unico a dover pagare.

Di fronte a tale scenario (solo parziale) chiederei quanti italiani avrebbero accordato l’eleggibilità a certi magistrati, mentre ora arriva anche il ricatto (morale) per salvare la stabilità dell’Italia e quindi del governo del classico pesce in barile, che le sentenze vadano comunque rispettate (Quelle divine! Ma quelle terrene possono approfondirsi al pari di delicati responsi medici e simili, ma quelle da eredi del PCI vanno schifate ) con la pretesa di poter decapitare comunque ilcapo e che le vittime del centro-destra debbano ringraziare i carnefici , e da buoni cristiani porgano l’altra guancia.

Ma non hanno capito che Berlusca non è tipo che chiederà grazia, domiciliari ,servizi sociali etc, infatti nessuno gli potrà vietare di preferire le patrie galere, anche perche’, data la sua venerabile età da combattente e strano fidanzato, darebbe la giusta risposta a tutti ed a se stesso una volta per tutte, visto il percorso di guerra e le proditorie imboscate tese dai partigiani della Giustizia,dell’Informazione e della Politica ancora all’inizio in vista delleballe su Ruby , De Benedetti-Repubblica etc…, confidando soprattutto su una logica certezza :

ME NE FREGO DELLA GALERA,… SENTENZA VERA TRIONFERA’ !

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *