CAPUA . ADOTTA UNA MADRE: IL PROGETTO DI AISLO- LE PIAZZE DEL SAPERE E CAPUANOVA A DIFESA DEL MUSEO CAMPANO DI CAPUA.

MuseoCampanoCapua_chiostro

by giovanna paolino

La rete di associazioni Aislo-Le Piazze del Sapere e Capuanova in collaborazione con Aliante Ass., Auser Caserta, Uthopia Librerie organizzano un programma di eventi culturali ed espositivi dedicati al tema “Adotta una madre”, a sostegno del Museo provinciale Campano di Capua.

Il Museo Campano di Capua, con il cambio di gestione conseguente alla soppressione delle Province, attraversa un periodo di particolare difficoltà durante il quale si sono acuite alcune antiche carenze che lo hanno relegato nel tempo ad una condizione non consona alla eccellenza dei reperti conservati. Le splendide collezioni conservate a Palazzo Antignano sono conosciute da pochi addetti ai lavori e da non molti acculturati visitatori che le cercano e, con difficoltà, le trovano per soddisfare la loro esigenza di conoscenza delle testimonianze archeologiche e medioevali che solo al Museo Campano possono essere ammirate.

Fra l’altro Il “lapidario” catalogato da Teodoro Momsen, la sala Fridericiana che conserva diversi elementi architettonici ed una parte delle sculture che adornavano la Porta della città (due Torri sormontate da un arco di trionfo) che Federico II fece costruire sul Volturno all’ingresso nord della “fedelissima città di Capua” e l’ampio settore archeologico con importanti collezioni di sculture, sarcofagi, mosaici, terrecotte votive ed architettoniche, vasi, bronzi, monete e principalmente le madri, una collezione unica al mondo di statue in tufo ritenute dai maggiori studiosi quali simulacri votivi raffiguranti una donna seduta con in braccio uno o più bambini in fasce.

Tale evento si svolgerà a tappe per oltre un anno e consisterà prevalentemente nella visita al Museo Campano ed alla sala delle “Madri” di quanti risponderanno al nostro appello, che viene rivolto a personalità del mondo delle arti, della cultura e delle istituzioni di livello nazionale e mondiale. Nello stesso tempo il programma prevede anche altre iniziative, come il concorso “Mail Art” con una mostra delle opere di artisti che saranno offerte ed inviate da tutto il mondo. Abbiamo intenzione anche di riprendere una delle feste più antiche e tradizionali, come quella delle “Matralaia”, che nasce in epoca romana proprio dal culto delle Matres Matutae e veniva celebrata nel mese di giugno.

Per promuovere questo progetto la suindicata rete di associazioni ha organizzato una conferenza stampa per il prossimo il 1 aprile 2016 alle ore 11.00 presso la Sala degli Specchi dell’EPT Provinciale nella Reggia di Caserta. Saranno invitati i Consiglieri Regionali, il presidente della provincia e MIBACT.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *