Capua

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.Jump to navigationJump to searchDisambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Capua (disambigua).

Capua
comune
Uno scorcio di Capua
Localizzazione
Stato Italia
Regione Campania
Provincia Caserta
Amministrazione
SindacoLuca Branco (PD) dal 10-6-2019
Territorio
Coordinate41°06′20″N 14°12′50″ECoordinate41°06′20″N 14°12′50″E (Mappa)
Altitudine25 m s.l.m.
Superficie48,6 km²
Abitanti18 205[1] (30-6-2019)
Densità374,59 ab./km²
FrazioniSant’Angelo in Formis
Comuni confinantiBellonaCasertaCastel di SassoCastel MorroneGrazzanisePontelatoneSan PriscoSan TammaroSanta Maria Capua VetereSanta Maria la FossaVitulazio
Altre informazioni
Cod. postale81043
Prefisso0823
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT061015
Cod. catastaleB715
TargaCE
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Nome abitanticapuani
Patronosant’Agata e santo Stefano
Giorno festivo5 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: ItaliaCapua
Posizione del comune di Capua nella provincia di Caserta
Sito istituzionale
Modifica dati su Wikidata · Manuale

Capua è un comune italiano di 18 205 abitanti[1] della provincia di Caserta in Campania.

Fondata dai Longobardi sul sito dell’antica Casilinum romana in seguito alla distruzione dell’Antica Capua prima e di Sicopoli poi, è stato il più grande e importante centro di Terra di Lavoro fino alla fine del XVIII secolo e più in generale una delle maggiori città del Regno di Napoli, in virtù della sua posizione strategica sul fiume Volturno e sulle antiche Via Appia e Via Casilina.

La sua posizione favorevole e la protezione naturale data dal fiume hanno fatto sì che diventasse prima capitale del Principato di Capua, uno stato autonomo esistito per circa quasi trecento anni, e poi un centro di notevole rilevanza strategica per tutti i regnanti dell’Italia meridionale. Proprio per questo fu città demaniale, quindi non soggetta ad alcun dominio feudale; ha assunto ben presto le caratteristiche di città fortificata con possenti mura, ampi fossati e due castelli a protezione della cinta muraria, rivestendo insieme a Pescara e soprattutto Gaeta l’importante ruolo di città-fortezza fondamentale a ingresso e protezione delle terre settentrionali del regno napoletano.

Città d’arte e di studi, oltre che di considerevole tradizione militare, è sede dell’antichissima e influente Arcidiocesi di Capua fin dal suo trasferimento sulle rive del Volturno nell’856, avendo accolto in assoluta continuità la tradizione civile e religiosa della Capua Vetere. È inoltre nota per il Placito capuano, il più antico documento scritto in volgare italiano ad oggi rinvenuto.

Forte del proprio passato di centro politico, militare e religioso dominante e del proprio patrimonio storico e architettonico, è conosciuta come La Regina del Volturno.

Oggi la città è parte della densa ed industrializzata conurbazione casertana che proprio qui nasce e che si estende fino a Maddaloni per un totale di circa 350.000 abitanti; al contempo è parte anche della vasta e fertile pianura chiamata Terra dei Mazzoni, mentre ed è strettamente connessa con alcuni centri dell’Agro caleno.

Dal 1984 è sede del Centro italiano ricerche aerospaziali mentre dal 1992 vi ha sede il dipartimento di Economia dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *