CASAGIOVE: Dalla Croce è spuntata un’accetta

                                Sulla variante Maddaloni-Capua…

CASAGIOVE: Dalla Croce è spuntata un’accetta

                                                               Pensieri in libertà… 

  di Raffaele Raimondo

Casagiove CROCE illuminata

 La chiamano “Variante Maddaloni-Capua”, ma chissà quando… a Capua arriverà. Già! Una delle tante “incompiute” del casertano. Eh, cribbio…! La democrazia è lenta… per le grandi infrastrutture…specialmente da queste parti! Comunque, chi vivrà vedrà…

Intanto da qualche mese, proprio percorrendo nel buio della notte quella superstrada, s’osserva, a ridosso del cimitero di Casagione, una luminosa…inquietante immagine. Una stranissima “contaminazione” che, a prima vista, lascia scorrere velocissimi brividi su e giù per la schiena. E, a riguardarla ad occhi sbarrati, irrefrenabile un sospetto blasfemo. Suggestione? Nient’affatto! I contorni appaiono inequivocabili. Quello è il disegno! Da una Croce spunta un’accetta… Ma cooome? E che vorrebbe significare? Sarà stato il sinistro bozzetto di un illusionista? La spuria operazione meccanica di un matto? Ma no…! Si sarebbe trattato appunto d’un intendimento pazzesco…oltre che stupido. Stregoneria? Sortilegio? Impossibile crederlo, in quest’epoca della scienza! Allora, un “halloween” politico…? Un rigurgito -diciamola tutta!- neofascista? Macché! Proprio a Casagiove? Il simbolo del “fascio littorio” ad un tiro di schioppo dal capoluogo di provincia… nel 2012? Ma su, non scherziamo! Eppure sacro e profano mescolati sono evidenti nella sagoma. O tempora, o mores! Che tempi, che costumi! Attualmente? Sì, d’accordo, ma non si arriverebbe mai a tanto, nel camposanto! E, dunque, elucubrazioni deliranti… Non sono altro questi pensieri! Infatti. Ma gl’ibridi – si sa – alimentano il disagio, sempre… Almeno per chi ragiona e vive secondo natura… Attenzione però! Di innaturale in questa provincia (più che altrove, in Italia) s’è detto e fatto a valanga. Adesso quel piccolo contorno, da sé solo, riesce a sconcertare?                                                                                      Basta, tuttavia, col farneticamento! Diciamo, a questo punto, con certezza ritrovata, che allucinazione non è ed il profilo è solamente un’innocua conseguenza del caso. Ecco! S’è staccato il filo delle lucettine dal braccio verticale della Croce. Tutto qua! E nessuno l’ha visto? Ma sì, l’avranno veduto molti autisti, ma chi vuoi che faccia una segnalazione del genere al custode del cimitero? E quale persona di buon senso avrebbe gridato l’allarme? Con le (dis)occupazioni e le (pre)occupazioni che ci piombano addosso in questa tremenda fase? E poi, di sicuro, sono ben altri i rischi intermittenti per la religione e per la democrazia! Vengono, senza dubbio alcuno, dai meandri dell’ignoranza, dalle insaziabili bocche di certi diabolici accaparratori di potere, da color che fanno incetta d’ingiustizia e disonestà perduranti, dai perfidi totem che lusingano in lungo e in largo le contrade del mondo, dallo scompaginamento di regole e riti che la nostra millenaria civiltà ha consegnato a mani troppo spesso sporche, dal dio-quattrino che tutto sta infangando… Non certo da un’innocente accetta che ha preso forma da una vecchia Croce! Così è! E così sia! In una parola: amen!     

 

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *