CASAGIOVE -Il PD si allea con il movimento Speranza casagiovese di Giuseppe Vozza

 

 

di Nunzio De Pinto

 L’avvio del lavoro di costruzione dell’alternativa cittadina ai governo del trasformismo e del giorno per giorno è realtà. Infatti, si sono incontrate le delegazioni del PD e quella dal movimento Speranza Casagiovese (che fa riferimento a Giuseppe Vozza) ed hanno preso impegno per lavorare insieme alla definizione di un programma di mandato, destinato a base del confronto con i cittadini e tra le forze che si ispirano ad una politica forte di connotati etici e al primato del bene comune sugli interessi personali e di parte. “Nella piena consapevolezza di muoversi in un generale contesto  di difficoltà derivanti da una difficile situazione economica che non crea lavoro ed è affrontata con misure che penalizzano i deboli” – è scritto in una nota congiunta – “ma decisi a fronteggiare la deriva del trasformismo e della corruzione che ha pesantemente minato l’immagine della politica, pronti a combattere ogni intrusione camorristica e le ragioni stesse che permettono la sua sopravvivenza, convinti che è la solidarietà che deve tenere unito il Paese e contrastare discriminazioni e i razzismi, impegnati a costruire pace e giustizia, rispetto delle persone e della natura, difesa della dignità e dei valori fondanti della storia civile del Paese” – hanno aggiunto le due delegazioni – “ci si è messi in marcia. In questa quadro di priorità generali condivise le due delegazioni si sono impegnate a produrre un impegno locale capace di dare risposte ai bisogni dei casagiovesi, recuperare la cultura del territorio e dell’ambiente, l’esigenza di legalità, il bisogno di lavoro, la solidarietà e l’identità nobile di una comunità che appare mortificata dall’evidente decadentismo di un governo locale distintosi per trasformismi, per assenza di un progetto, per la corsa al potere e al privilegio. Il sistema elettorale, ma anche il buon senso” – prosegue la nota – “consigliano la costruzione di alleanze ampie che superino vecchi steccati e siano capaci di guardare esclusivamente all’interesse collettivo di una comunità che sta perdendo identità e rischia di veder ipotecato il suo futuro. Il lavoro che le delegazioni del PD e del movimento Speranza Casagiovese hanno avviato, tenderà, senza che alcuno rivendichi primati, ma uguali tra uguali, a costruire altre alleanze a coinvolgere nella definizione del progetto della città futura quanti si riconoscono, senza pregiudiziali, in fondamentali principi di eticità della politica coniugati allo spirito di servizio. Un lavoro che inizia a porte aperte e continuerà a porte aperte. L’unità, forte e convinta, senza riserve mentali, si costruirà esclusivamente sul progetto da disegnare insieme. Forze politiche, movimenti cittadini, associazioni e singoli” – hanno concluso – “potranno lavorare, con pari dignità e pari opportunità, partecipando a tutte le scelte e tutte le decisioni”.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *