CASAL DI PRINCIPE [Caserta].”SUMMER SCHOOL” SUL GIORNALISMO INVESTIGATIVO

 Ci sarà anche Davide Licari, sindaco di San Giuseppe Jato, tra gli ospiti della “Summer school” sul “Giornalismo investigativo in terre di mafia”, organizzata dall’Ucsi, l’Unione cattolica della stampa italiana, e dal consorzio Agrorinasce, in programma dal 4 al 6 settembre prossimi tra Casal di Principe, San Cipriano d’Aversa e Casapesenna. Licari, il 6 mattina, a Casale, parteciperà a un dibattito, dal titolo “Terre di mafia viste dai media”, animato dal sindaco della città, Renato Natale, e da due firme autorevoli del giornalismo, Antonello Velardi, caporedattore centrale de “Il Mattino” e Ottavio Ragone, caporedattore della redazione campana de La Repubblica. Avamposto di Cosa Nostra in provincia di Palermo, San Giuseppe Jato era sotto il dominio di Giovanni Brusca e di Baldasarre Di Maggio, uomini del clan dei corleonesi. Un tempo potente anello nello schema del narcotraffico di eroina dal Mar Mediterraneo al Brasile, fino agli Stati Uniti, da qualche anno il suo potere nello scacchiere della mafia siciliana è stato ridimensionato, grazie all’attività della magistratura e delle forze dell’ordine e al senso di riscatto che Licari è riuscito a interpretare. La tavola rotonda con Natale, Velardi e Ragone concluderà una tre giorni di approfondimento sul giornalismo investigativo, come non c’era mai stata prima. Tra i relatori, Cesare Sirignano della Procura nazionale antimafia; Raffaello Magi, giudice estensore della storica sentenza Spartacus sui Casalesi, Orazio Rossi, presidente del Collegio Penale che giudica sul boss pentito dei casalesi Antonio Iovine; l’inviato dell’Espresso Giovanni Tizian, Nello Trochia de Il Fatto Quotidiano, l’esperto di Osint e giornalismo investigativo sul Web Leonida Reitano; gli inviati Toni Mira di Avvenire e Fabrizio Feo del Tg3; l’inviato e storico della camorra Gigi Di Fiore; la giornalista, senatrice, componente della Commissione Antimafia Rosaria Capacchione; Augusto di Meo, testimone di giustizia dell’assassinio di don Peppino Diana; il vescovo di Aversa, monsignor Angelo Spinillo; il giornalista e biografo di don Diana, Raffaele Sardo; il capocentro della Dia Giuseppe Linares; Armando Borriello, presidente Fnsi Campania; Ottavio Lucarelli, presidente dell’Odg Campania, il presidente nazionale dell’Ucsi Andrea Melodia, e tanti altri. L’evento (gratuito e accreditato come corso di aggiornamento per i giornalisti) prenderà il via venerdì, 4 settembre, alle 14.30, nella sala delle conferenze dell’“Università per la legalità e lo sviluppo” di Casal di Principe, al civico 882 di corso Umberto I. Lezioni, ospitalità, incontri, focus si terranno in beni confiscati alla criminalità e restituiti alla comunità locale, grazie al lavoro di Agrorinasce. Per conoscere il programma completo e per ulteriori informazioni, è possibile inviare un’email agli indirizzi ucsi@ucsi.it, info@agrorinasce.org e summerschoolucsi@gmail.com oppure chiamare al numero 338 9829091.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *