CASERTA -Don Valentino Pacazio, il Tiglio di Casola torna a vivere

 

don Valentino PICAZIO

di Nunzio De Pinto

 Torna a vivere il secolare Tiglio di Casola “Muta sentinella” sul Sagrato della Chiesa Parrocchiale di San Marco Evangelista grazie all’intervento di potatura e di ancoraggio delle branche eseguiti dal Perito Agrario Domenico CASCONE, della ditta Viridia srl di Napoli che insieme ai suoi operai ed alla ditta Flora Caserta ha eseguito per l’intera mattinata un’opera di potatura, ancoraggio ed eliminazione dei funghi cancerogeni all’interno del tronco con la disinfestazione delle cavità attaccate da microrganismi. “È stata una giornata di festa per l’intera comunità di Casola” – ha sottolineato don Valentino Picazio, parroco della Chiesa – “con la partecipazione dei bambini della scuola che hanno ricevuto le talee da piantare nei loro giardini, del dirigente Giorgio Ascione, Direttore tecnico dei Pubblici Giardini di Napoli, con l’amico dott. Guido Olivieri, responsabile del Verde Pubblico di Caserta e con la “presenza spirituale” del dott. Silvestro Acampora che quest’anno non è potuto venire da Milano. Sotto l’egida della Società Italiana di Arboricoltura e del suo Presidente dott. Francesco Ferrini” – ha proseguito don Valentino Picazio Parroco di Casola – “Stiamo pensando di organizzare un convegno per presentare il volume della SIA, da farsi nel mese di settembre, nel quale è censito il nostro secolare Tiglio di Casola”. Il volume raccoglie tutti gli esemplari di alberi storici d’Italia e nella provincia di Caserta” – ha, infine concluso il prelato – “il primo ad essere censito dalla SIA è il nostro Tiglio”. La manifestazione si è conclusa con tante foto di appassionati che hanno sottolineato l’amore e soprattutto la salvaguardia dei nostri Colli Tifatini.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *