CASERTA -Il Colonnello Ceravolo della Garibaldi cattura un importante leader talebano

Colonnello Francesco Maria CERAVOLO

 

di Nunzio De Pinto

 Un “importante leader talebano” è stato catturato dal Colonnello Francesco Maria Ceravolo della “Garibaldi” durante un’operazione congiunta condotta dai militari italiani dell’Isaf e da quelli afgani nella Zeerko Valley, nell’ovest dell’Afghanistan. L’operazione è stata condotta dal Colonnello Francesco Maria Ceravolo, comandante in Afghanistan della “Task Force Center”, mentre in Italia è il comandante del 1° Reggimento bersaglieri di Cosenza, Unità incardinata nella Brigata “Garibaldi” di Caserta. Nel corso della stessa operazione – nel distretto di Shindand, provincia di Herat – è stato anche scoperto un vero e proprio arsenale, all’interno del quale c’era anche un giubbotto esplosivo del tipo di quelli usati dai kamikaze. Oltre al giubbotto sono stati trovati cinque pani di esplosivo (TNT), cinque mortai da 60 millimetri, due proiettili di artiglieria contraerea, quattro granate, una mina anticarro, 11 bombe a mano, due dispositivi esplosivi a pressione, 31 spolette e oltre 3.000 proiettili per armi leggere. Tutto il materiale è stato distrutto da un team di artificieri. Al termine, il colonnello Francesco Maria Ceravolo, comandante della Task Force Center, ha incontrato i rappresentanti dei villaggi della zona per informarli dell’operazione e sottolinearne l’importanza. Il Colonnello Francesco Maria Ceravolo è nato il 6 agosto 1962 a Catanzaro. Ha frequentato il 163° Corso dell’Accademia militare di Modena e la Scuola di Applicazione di Torino. Assegnato alla specialità bersaglieri ha iniziato la propria carriera presso il 23° battaglione bersaglieri di Taurino di Spilimbego. Nel 1992 è stato trasferito presso il 1° battaglione bersaglieri in Civitavecchia, con il quale ha partecipato alle operazioni per il mantenimento dell’ordine pubblico “Forza Paris” in Sardegna e “Vespri Siciliani”. Nel 1994 ha frequentato il 121° Corso di Stato Maggiore presso la Scuola di Guerra di Civitavecchia e il 1° Corso presso l’Istituto Interforze Superiore di Stato Maggiore di Roma. Ha partecipato a numerose operazioni per il mantenimento della pace all’estero in Bosnia, Kosovo ed Iraq. Nel 2001 ha comandato il 67° battaglione  bersaglieri “Fagarè” in Cosenza operando in Kosovo quale responsabile della Task  Force multinazionale Italo-Rumena in KLINA. Ha conseguito la laurea ed il master in scienze strategiche presso l’università di Torino e quella in relazioni internazionali presso l’università di Trieste.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *