Caserta-Parrocchia N. S. Di LourdesSOLENNE CELEBRAZIONE PRESSO LA PARROCCHIA N. S. DI LOURDES NEL RICORDO DELL’ L’APPARIZIONE DELLA VERGINE MARIA

foto 30foto 16

 Nonostante la nevicata del primo giorno,  presso la Parrocchia N.S. di Lourdes a Caserta, si sono vissuti tre giorni  intensi, calorosi,  festosi e di grande  spiritualità  a ricordo di quel 11 febbraio del 1858, giorno in cui la Vergine Maria apparve a Bernadetta Souibirous presso Lourdes in Francia nella grotta di “Massabielle”, servendosi di questa umile fanciulla, Maria chiamò i peccatori alla conversione e suscitò nella Chiesa un movimento intenso di preghiera e di carità, la quale produsse una sollecitudine speciale per i malati. Il parroco don Pietro Pepe, coadiuvato dai diaconi  don Alessandro D’Angelo e don Luigi Capasso con accoliti, ministri e ministranti ha perfettamente organizzato il triduo, durante il quale i  fedeli hanno potuto raccogliersi in preghiera in diversi momenti delle giornate e per i più piccoli che frequentano il catechismo, l’apice, si è avuto quando hanno incontrato la Vergine nella particolare celebrazione di martedì, guidati dai loro insegnanti, con un momento di forte emotività, quando ognuno di loro ha portato un fiore alla Madonna. Il triduo dedicato alla Vergine Maria si  è concluso con la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Mons. Giovanni D’Alise, in una chiesa stracolma di fedeli, alla presenza del sindaco Pio Del Gaudio con il delegato di quartiere Pasquale Antonucci, che hanno pregato assieme agli ammalati e alle associazioni di volontariato in una atmosfera di grande fede e commozione.  Particolarmente toccanti le parole del Vescovo D’Alise, che nell’evidenziare i due aspetti, quello della Festa della  Parrocchia e della XXIII giornata Mondiale del Malato, ha messo in risalto la maternità di Maria espressione del suo servizio alla Chiesa, perché genera la vita, e dove tutti devono imitarla per come  ha servito la Chiesa e non si è servita della Chiesa. Al termine della celebrazione sono intervenuti  il presidente dell’UNITALSI (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati) Renato Iaselli, con la dama Valentina e la presidente dei Medici Cattolici Francesca D’Antonio che  hanno  ricordato agli astanti il costante impegno profuso dalle  loro  associazioni a beneficio di chi è sofferente.

 

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...