CASERTA VIA GASPARRI, NECESSITANO CONTROLLI ANTI SOSTA SELVAGGIA

 

 

Caserta – Sosta selvaggia e parcheggiatori abusivi. Finalmente non vi è stata, questa volta, alcuna tolleranza grazie all’intervento positivo della Questura di Caserta, che ha incominciato a fare un buon lavoro, afferma la Segreteria della Confederazione  Cisas, che in passato, più volte, era stata interessata al problema, causa le lamentele pervenute allo Sportello del Cittadino-Cisas.

Si è incominciato dalla zona periferica, ma ora è giunta l’ora – fa presente la Confederazione       Cisas – di mettere mano anche al centro della città, come Piazza Vanvitelli, Via Leonetti e             Via Gasparri, ove è divenuto impossibile, specie per i pedoni, poter transitare causa le auto ferme proprio nei posti più delicati, bloccando anche i marciapiedi.

L’assenza consueta degli addetti al traffico ha creato una impunità totale, tanto che gli automobilisti – di norma e per tutta la giornata – lasciano liberamente le loro auto, specie ove è difficile il transito oppure ove sono ben esposti i cartelli di divieto di sosta, h24.

In Via Gasparri è divenuto impossibile camminare per i pedoni, causa le auto in doppia fila, nonostante che ormai tutti i negozi, siti nel tratto iniziale della strada, hanno chiuso i battenti. Dopo la chiusura dello scorso mese di altri due esercizi commerciali, ora anche l’Ufficio Poste Private ha chiuso.

La Cisas  ricorda che gli esercenti commerciali ed i residenti della zona furono costretti a presentare, circa due anni fa, apposita petizione al prefetto ed al sindaco, riuscendo così per un po’ di tempo a far migliorare il transito nella supertrafficata Via Gasparri.

Eppure, nota la Segreteria della  Cisas, proprio in Via Gasparri ora – nonostante ben 3 cartelli di divieto di sosta totale ed una telecamera, installata dal Comune, lato Prefettura – le auto sostano regolarmente senza che alcun vigile, nemmeno le auto in transito della Polizia Municipale, ritiene dover intervenire, anche su sollecito, per riportare un po’ di ordine e legalità, almeno nelle vicinanze della Prefettura.

La Segreteria della  Cisas, nel ringraziare la Questura per il suo intervento, ritiene che per qualche giorno la zona Piazza Vanvitelli e Via Gasparri vada monitorata dalle Forze dell’Ordine.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *