Confesercenti Caserta. Pollini. Appello alla politica: mantenete gli impegni presi

 

       “Dobbiamo fare in modo che Caserta diventi un modello di eccellenza in quanto comune capoluogo e su questo presupposto, nel periodo della campagna elettorale, abbiamo stilato un patto con le forze politiche della città. Ci auguriamo ora che l’applicazione del codice etico, così come ha fatto Confesercenti, diventi una regola anche in politica”. Così il presidente provinciale della Confesercenti di Caserta Maurizio Pollini che aggiunge: “Ci auguriamo che ci sia un impegno concreto per raggiungere gli obiettivi che ci stanno a cuore. Innanzitutto, il Policlinico che rappresenta un indotto in termini di servizi ed occupazione. L’aeroporto di Grazzanise. Il Rilancio dei ventiquattro centri storici della città di Caserta, con un forte impegno nell’ambito del turismo, sicurezza e legalità per frenare l’abusivismo a 360 gradi e divulgare la cultura del rispetto delle regole in tutti i settori. Quindi, servizi alle imprese e la realizzazione del SUAP (Sportello Unico delle Attività Produttive) per abbattere il mostro delle burocrazia e far diventare le aziende casertane competitive nell’ambito europeo. No alla Grande Distribuzione. Incentivi alle piccole medie imprese del comparto commercio turismo e servizi. Ciò significa mettere degli strumenti di incentivazione per le Pmi del commercio, del turismo e dei servizi e promuovere delle agevolazioni fiscali per le imprese, in modo particolare – conclude Pollini –  per quelle in fase di start up. Siamo convinti che per perseguire questi obbiettivi serva lo sforzo collegiale delle forte politiche presenti nelle sedi istituzionali”.

      

Comunicazione Confesercenti

                                                                                                                         (Maria Beatrice Crisci)

 

 

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *