DOSSIER X INFORMATIVO: RETTILOIDI IN ITALIA. LE INCHIESTE DI VINCENZO TUFANO.

foto K2

 

 

Di Vincenzo Tufano

 

 

 

 

Casertano, fiume Volturno, ( luogo preciso non riportato per motivi di privacy) Febbraio 2019.

 

 <<Stavo pescando, nei pressi del fiume Volturno, quando a un tratto notai un vortice che si aprì al centro dell’acqua. Da lì uscì una creatura tutta ricoperta di squame verdastre, mani palmate e alta sui 3/ 4 metri, con occhi grandi rossi e pupille verticali nere, e grosse zampe artigliate. Mi fissò per alcuni secondi, anzi ci fissammo, non era ostile, ma dopo un po decisi di allontanarmi comunque, ritirando la canna da pesca>>. ( Carlo)

 

 

<<Percorrevo a piedi la strada nazionale verso il mio paese  quando sulla mia destra, in un boschetto che scende verso il fiume, percepisco dei passi pesanti, seguiti da un respiro affannoso. Capisco subito che non si tratta di un animale comune ma di un qualcosa di grosso e anomalo. Così accelero il passo e mi allontano. Alcuni giorni dopo ritornando  sul posto io e Vincenzo Tufano trovammo delle orme anomali, grandi e con tre artigli>>.  (Agata Cusano)

 

 

 

<<Ci trovavamo lungo l’argine del fiume Volturno, nel Casertano, era il mese di Aprile, quando abbiamo notato a terra delle orme particolari. Così abbiamo avvicinato il K2 e  con nostro stupore abbiamo notato che lo strumento cominciava ad illuminarsi. Allontanando lo stesso dalle tracce, il K2 ritornava in ”posizione di riposo”, indizio di una fonte di elettromagnetismo che proveniva proprio dalle impronte>>.(Testimonianza  di Egidio Del Grosso e Francesco Pio Meola, rispettivamente Presidente e Vice Presidente C.I.S.P)

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *