Filippo Fecondo (Italia Viva): “Cultura e Turismo, un piano shock per la Campania”

Comunicato Stampa

Tredici itinerari per un turismo di qualità in provincia di Caserta

Caserta, 2 settembre 2020 – Turismo e Cultura sono due asset fondamentali del programma di Filippo Fecondo, candidato alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale della Campania, nel collegio di Caserta, nella lista di “Italia Viva” a sostegno di Vincenzo De Luca Presidente.

Bisogna riprendere il concetto di giacimenti culturali – afferma Filippo Fecondo – rispetto al nostro patrimonio storico e architettonico. I beni culturali rappresentano una delle grandi occasioni per rimettere in moto l’economia casertana, anche stringendo un più stretto rapporto col turismo. Il patrimonio monumentale e paesaggistico della nostra provincia rappresenta la vera ricchezza da utilizzare. Molti dei nostri monumenti sono praticamente invisibili o perché lo sono di fatto o perché non adeguatamente fruibili.  Per il turismo della nostra regione, in particolare della provincia di Caserta, c’è bisogno di un vero e proprio piano shock che tenga in considerazione i nuovi modelli di domanda turistica”.

Caserta, Santa Maria Capua Vetere, Capua, Sessa Aurunca, Marcianise, Maddaloni, Teano e tanti piccoli centri di cui la provincia di Caserta è costellata, secondo Fecondo sono da tutelare e valorizzare con programmi e progetti innovativi, recuperando risorse aggiuntive dallo Stato e dall’Europa, con una pianificazione pluriennale, puntando anche su una partecipazione sempre più attiva dei privati.

“Bisogna investire nella cultura – conclude Fecondo – un patrimonio di saperi del territorio che può essere riscoperto e rilanciato unendo i mestieri tradizionali, l’eccellenza artigiana e l’innovazione, dando vita a nuove modalità di narrazione del prodotto di cui potrà beneficiare anche il settore commerciale. In materia di Turismo propongo una programmazione che punti sulla individuazione di “Prodotti Turistici Integrati”, che tengano in considerazione i nuovi modelli di domanda turistica”.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *