GRANDI NOMI PER LA PRIMA EDIZIONE DEL “FESTIVAL DEL NOIR MEDITERRANEO”

logo-ept-salerno-702x312

 

Venerdì 25 novembre, alle ore 10.30, presso la sede dell’Ente Provinciale del Turismo di Salerno, in via Velia, verrà presentata la I edizione del Festival del Noir Mediterraneo, organizzato dal Centro Studi per la Letteratura delle Migrazioni “Pascal D’Angelo”. Il Festival Letterario, che coinvolgerà grandi scrittori italiani ed ospiti internazionali, si svolerà nello storico edificio Palazzo De Simone a Bracigliano (Salerno) nei giorni 2-3 dicembre. Il Festival del Noir Mediterraneo, ideato e diretto dal giornalista culturale  e scrittore Antonio Corbisiero, nasce dall’esigenza di creare un luogo di aggregazione per una vera e propria scuola del giallo formatasi a Salerno e a Napoli che vanta autori di rilevanza nazionale. “Da subito – spiega Corbisiero – si caratterizza come festival dell’immagine, non solo della parola: film e libri, musica,  televisione e fumetto, cronaca e storia saranno  i suoi terreni di caccia”. Il genere noir, quindi, inteso non solo nella classica ed esclusiva versione narrativa, ma in una prospettiva di contaminazione dei linguaggi, nelle complesse dinamiche di conoscenza della realtà.
La prima edizione del Festival del Noir Mediterraneo è dedicata all’autore marsigliese Jean Claude Izzo, il cui padre Gennaro emigrò dalla vicina cittadina di Castel S. Giorgio (Salerno). Izzo, con i suoi testi sinestetici, i profumi del Sud che evoca, le ricette, le spezie, gli aromi della macchia, è il vero inventore del “Noir Mediterraneo” e questo progetto letterario, nel suo nome, vuole colmare un vuoto,  dando vita ad un Festival che omaggia e promuove un genere specifico, particolarmente apprezzato tanto in Italia quanto all’estero.

MASSIMO CARLOTTO AL FESTIVAL NOIR MEDITERRANEO

Tra gli autori di bestseller, Massimo Carlotto, è tra coloro che maggiormente hanno approfondito l’approccio globale al genere in questione, tanto da portarlo a teatro con “Crime Story – ovvero fiction e realtà a confronto”. Il suo personaggio più noto è l’Alligatore, alias Marco Buratti, un originale detective privato. I suoi libri sono da allora tradotti in Francia, Gran Bretagna, Germania, Spagna, Grecia, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Romania e Stati Uniti. Nel 2005 dal suo noir “Arrivederci amore ciao” viene tratto l’omonimo film di Michele Soavi del 2005. Nel novembre 2007 escono raccolte in un unico volume tutte le avventure dell’Alligatore, cinque romanzi e due racconti. Nel settembre 2009, a sette anni dal precedente, esce il nuovo episodio della saga dell’Alligatore, dal titolo “L’amore del bandito”. Nel 2013, con Marco Videtta, scrive un nuovo ciclo di quattro romanzi, intitolato “Le Vendicatrici”.

GLI SCRITTORI FRANCO PULCINI, RITA MONALDI, FRANCESCO SORTI E GLI ALTRI

Tra gli altri prenderanno parte al Festival: Franco Pulcini, critico musicale, che lavora nella direzione artistica del Teatro alla Scala di Milano e autore di diversi romanzi noir, tra cui il celebre “Delitto alla Scala”. Con lui ci saranno anche: Rita Monaldi e Francesco Sorti, coppia di scrittori italiani di romanzi gialli storici, marito e moglie nella vita. Protagonista dei loro romanzi è l’abate Atto Melani, vissuto tra il 1626 e 1714, che fu cantante castrato, diplomatico e spia (era uno degli agenti segreti preferiti del Re Sole), amico di papi, principi e re. Il loro primo romanzo, Imprimatur, inizialmente pubblicato da Arnoldo Mondadori Editore, fu dichiarato fuori catalogo dopo aver venduto 8-10 mila copie in Italia. Con loro ci saranno anche: Antonio Manzini,  Sara Bilotti,  Patrizia Rinaldi, Marco Ciriello, Antonio Menna, Giuseppe Esposito, Gianluca Durante, Francesco Napoli, Marco Ferraiolo, Piera Carlomagno.

L’ANTICO CENTRO DI BRACIGLIANO, SEDE DEL PARCO LETTERARIO GIAN BATISTA BASILE

Dal contenuto al contenitore, con una location quanto mai suggestiva ed evocativa: Palazzo De Simone, un antico castello recuperato e reso fruibile dall’amministrazione comunale. Il castello fu fondato su un caposaldo romano, simile a quelli che Roma eresse qua e là dopo la conquista della Campania e del Sannio. Bracigliano è una ridente città di oltre cinquemila abitanti incastonata tra la Valle del Sarno e dell’Irno che conserva intatti l’antico convento francescano, chiese, tradizioni agricole come la famosa ciliegia braciglianese e musicali con una scuola bandistica che si rinnova da generazioni. Palazzo De Simone, che ospita il Festival del Noir Mediterraneo, è anche sede del Parco letterario Giovan Battista Basile che intende legarsi alla letteratura e al cinema per ragazzi.

UN GIALLO SCRITTO AD HOC E AMBIENTATO NELLE STANZE DELL’ANTICO PALAZZO CHE OSPITA IL FESTIVAL
Nelle intenzioni della giunta comunale capeggiata dal sindaco Antonio Rescigno, Palazzo De Simone sarà sede di attività culturali. Il legame tra la cittadina e il Festival è dato da un racconto noir scritto appositamente per il Festival dal giallista salernitano Giuseppe Esposito, ambientato alla fine del ‘700 che ha come protagonisti il marchese di Miroballo, proprietario dell’antico maniero dove si svolgerà il Festival e il commissario Corelli.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *