IL DECALOGO DELL’UMILTA’

a cura di Padre Antonio Rungi

Padre Antonio Rungi

Padre Antonio Rungi

“Imparate da me che sono mite ed umile di cuore” (Mt. 11,29), dice Gesù. Da questa scuola del cuore di Cristo mite ed umile nasce il decalogo dell’umiltà, composto da padre Antonio Rungi, Padre Rungi fissa in dieci regole di comportamento morale il decalogo dell’umiltà.
1. Non insuperbirti per i doni che Dio ti ha concesso. Nulla è merito tuo, ma tutto viene da Lui, che è fonte di ricchezza e generosità.
2. Non ritenerti indispensabile nei ruoli che occupi e negli uffici che svolgi. Sono cariche passeggere, che lasciano il tempo che trovano. Tu cerca, però, di svolgere il tuo compito con generosità, dedizione e sacrificio.
3. Preoccupati se tutti ti cercano e parlano bene di te. Non sempre questo bisogno di avere il tuo conforto e il tuo appoggio è sincero e risponde al vero.
4. Non assumere l’aria di chi sa sempre tutto e di più su ogni cosa, anche se non sa nulla in molti campi; ma riconosci di sapere di non sapere per iniziare a sapere davvero.
5. Non cercare i primi posti e la scena in tutte le situazioni sociali per dimostrare agli altri quanto vali; ma tieniti in disparte e intervieni solo se sei interrogato.
6. Non esprimere giudizi e sentenze come se fossi il dio in terra; ma limitati ad esprimere con umiltà e rispetto dell’opinione degli altri la tua idea, se ti viene richiesto.
7. Non ostentare capacità e bravura se ne hai realmente il possesso; ma poniti a servizio degli altri in silenzio e senza strombazzarlo ai quattro venti.
8. Non fingere di essere umile, ma sii te stesso, anche quando credi fermamente a ciò che dici e fai nelle situazioni della vita reale.
9. Cura il silenzio interiore ed un’autentica vita spirituale, quella che fa crescere davvero in umiltà ed abbatte la superbia e l’orgoglio in chi c’è l’ha.
10. Vivi con semplicità e nell’essenzialità la tua esistenza umana, senza rincorrere grandi cose e soprattutto posti di onore e di gloria; ma prestati per i servizi che la comunità ti chiede, anche se è previsto, in molti casi, l’occupazione di posti ragguardevoli e rilevanti.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...