INTERVISTA A CATERINA ARGENZIANO CONSIGLIERE DI MAGGIORANZA TURISMO E PARI OPPORTUNITÁ COMUNE DI GRAZZANISE.

Caterina Argenziano(nella foto)

di Maria Ciaramella

Quali sono state le motivazioni che l’hanno indotta ad intraprendere così giovane la carriera politica?

Sin da piccola sentivo mio padre parlare di politica, lui ha sempre pensato di candidarsi per regalare qualcosa di buono al paese, oltre a quanto già fa di suo.

Purtroppo però non si è potuto candidare, poiché ha riscontrato la non compatibilità col suo lavoro. A questo punto ho deciso di farmi carico di quest’esperienza, sotto la sua guida, un’esperienza che fa crescere e che fa capire che la fiducia e la verità sono davvero un bene prezioso difficilmente gestibili in questo campo.

Di cosa si occupa la sua carica Amministrativa?

La mia carica è relativa al Turismo e alle Pari Opportunità . Non è una carica che mette in evidenza dei risultati materiali, come per es. può esserlo con la delega ai lavori pubblici. La mia carica è volta alla sensibilizzazione ai temi appunto delle pari opportunità attraverso iniziative quali conferenze, incontri, ecc.., quella sensibilizzazione che deve riuscire a far guardare le persone e soprattutto le donne “out of the box” (al di fuori degli schemi),  renderle più convinte di se stesse, facendo valere i propri diritti. Non nego che se qualora la casa comunale fosse aperta anche solo un paio di ore di sabato, sarei disposta ad offrire ai cittadini servizi di informazione face to face relativamente alla mia carica, o anche offrire semplicemente supporto morale. Stare vicino alla cittadinanza vuol dire essere uniti.

Quali sono gli obiettivi che in questi anni e nel futuro si è proposta di raggiungere, grazie alla sua carica amministrativa?

 

Alcuni degli obiettivi sono stati esposti durante la campagna elettorale, altri sono stati protocollati qualche giorno fa. Ma per ora non vorrei sbilanciarmi troppo. Ad ogni modo adesso stiamo curando la pratica relativa all’ ADSL in località Borgo Appio, una località molto penalizzata che oggi sta soffrendo molto soprattutto a causa del furto dei fili telefonici. Permettetemi di dire che la gente è stanca di lottare contro un muro, è ora di agire veramente, anzi lancio un appello alle forze dell’ordine a nome di tutti i cittadini: vogliamo vedere posti di blocco, sorveglianza di notte, sopralluoghi. Venite a studiare la situazione. Non è normale che le persone devono essere abbandonate a se stesse.

 

 

Quali sono state le iniziative da lei intraprese in qualità di Consigliere alle pari opportunità?

 

Le iniziative intraprese con la delega alle Pari Opportunità sono relative ad una serie di incontri e sono rivolte al sociale, alle fasce deboli.

Quindi mi rifaccio alla risposta data precedentemente.  A proposito di fasce deboli, posso aggiungere che offro anche supporto al centro anziani sito in Grazzanise. Qui ogni sabato gli anziani si cimentano in ballo e canto e insieme organizziamo gite.  A mio avviso il centro è un esempio di vita, di energia, di amore. Bisogna curarsi e curare per stare bene con se stessi.

L’8 Marzo ci sarà la conferenza STALKING “CONOSCERLO E DIFENDERSI”. Come mai ha scelto questa tematica ed in futuro ci saranno ancora eventi per sensibilizzare argomenti che mettono al centro le problematiche delle donne?

Lo stalking è una tematica molto importante e non coinvolge solo le donne anche se l’80% dei casi è donna. Ci sono persone che non riescono a confidarsi e a denunciare fatti di violenza perché hanno paura, paura di essere giudicate o paura di vendetta da parte di chi fa del male.  Questa mia iniziativa è volta ad incoraggiare gli animi, bisogna sapersi difendere dalle ingiustizie morali e fisiche, nessuno deve gestire la vita altrui, nessuno ha il diritto di manipolare la testa e l’intelletto che non gli appartiene. Chiunque invece può fare solo del bene.  Non possiamo far finta di non vedere, dobbiamo aprirci ed avere il coraggio di affrontare le situazioni, anche quelle più critiche. Sicuramente in futuro ci saranno altri incontri che non riguarderanno solo le problematiche delle donne, ma metteranno in risalto la creatività che esse hanno o altri aspetti positivi. A tal proposito vorrei lanciare un appello: Chiunque si senta libero di suggerirmi le proprie idee, se c’è qualche tematica di interesse che vi preme di più, non esitate a contattarmi.

Un detto diceogni donna è seduta sulla propria fortuna”, quale messaggio vuole lanciare oggi a tutte le donne che dedicano ogni giorno il proprio tempo alla famiglia, allo studio, al lavoro e al prossimo?

Credo che la donna deve saper gestire la fortuna che ha, piccola o grande che sia e coltivarla con cura. A tutte le donne dico, a proposito dei 3 punti fondamentali di cui spesso si parla (studio-lavoro-famiglia):lo studio è cosa importante ma il lavoro lo è ancora di più. Spero che chiunque possa trovare un lavoro dignitoso per crearsi una famiglia con rispetto e serenità. Ma bisogna essere caparbie, non chiudersi in se stesse, cercare cercare cercare e non arrendersi mai. Auguro a tutte la fortuna che si meritano. Spero che le mie iniziative siano di vostro gradimento.

 

Ringrazio Caterina Argenziano per la sua disponibilità

 

Maria Ciaramella

 

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *