LA NUOVA TRUFFA TELEFONICA DEI FALSI OPERATORI MICROSOFT. LO SPORTELLO DEI DIRITTI CONSIGLIA: «NESSUNA SOCIETÀ O AZIENDA CONTATTA I PROPRI CLIENTI PER RISOLVERE UN PROBLEMA INFORMATICO»

Truffe informatiche

 

 

I truffatori, specie quelli informatici, le escogitano tutte per accedere ai nostri pc o apparati vari. Così lo “Sportello dei Diritti” invita la cittadinanza a prestare la massima attenzione all’ennesima truffa telefonica. I soliti ignoti, questa volta, si fingono operatori Microsoft. «Lo scopo delle chiamate è quello di convincere l’utente a eseguire delle manipolazioni sul proprio computer, in modo da scaricare codici nocivi, visitare pagine web infettate o procurare un accesso remoto sul sistema Windows. Con questo accesso remoto gli autori hanno poi la possibilità di avere libero accesso al computer dal quale possono copiarne o prelevarne il contenuto». Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ricorda inoltre che «nessuna società o azienda contatta i propri clienti per risolvere un problema informatico, per chiedere informazioni riservate, quali nome utente e password oppure per poter aver accesso, in remoto, a un computer».

Lecce, 8 agosto 2017                                                                                                                                                                                            

Giovanni D’AGATA

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *