“La vittoria contro Montella, meritata e per niente scontata, è stata una importante risposta del gruppo dopo la sconfitta di Cisterna.

(Antonio Luisè) –

 Volalto 1

“La vittoria contro Montella, meritata e per niente scontata, è stata una importante risposta del gruppo dopo la sconfitta di Cisterna. Il ko in terra laziale è stato davvero duro a digerire, ma ora fa parte del passato. Il campionato ci offre ancora la possibilità di sognare”. Marica Armonia, top scorer nella sfida di sabato scorso contro le irpine è la solita inguaribile condottiera. Anima e braccio esplosivo della Volalto, la procidana  in questa stagione, cominciata un po’ in sordina, sta disputando partite decisamente importanti.

“ La concorrenza è tanta. Sapevo che avrei dovuto sgomitare per guadagnarmi il posto da titolare. Ho lavorato sodo per farmi trovare pronta appena Monfreda mi avrebbe chiamata in causa. La maglia rosanera è la mia seconda pelle , sono totalmente immersa nel progetto volaltino e, come tutte le mie compagne del resto, lotteremo sino all’ultima goccia di sudore per cercare di coronare il nostro sogno promozione. Se ci riusciremo faremo festa; se dovessimo fallire, ma avendo la consapevolezza di aver dato tutto, saremmo, comunque meritevoli di grandi appalusi”.

Parole di leader quelle della volaltina Parole importanti alla vigilia della delicata trasferta siciliana contro la capolista Agrigento.

“ All’andata le abbiamo battute. Erano reduci da una infinita serie positiva, poi incapparono nel ko interno contro Arzano e a Caserta concessero il bis”. Si ritrovano dopo un girone ed anche stavolta le agrigentine si sono arrese alla Marianna Guerriero. “Sarà una sfida importantissima. Se non decisiva, quasi. Un nostro successo equivarrebbe ad un pieno di entusiasmo nel gruppo, ma significherebbe anche portarci a meno uno dalle nostre rivali, rimanere in scia del Marsala, mantenere a debita distanza le altre aspiranti ai play off promozione”.

La Gimam Ags partirà alla volta di Agrigento sabato mattina. Non sarà della contesa Claudia Torchia. La calabrese, purtroppo, vittima di una presunta lesione al legamento crociato del ginocchio sarà obbligata ad un lungo stop.

“Peccato – conclude Armonia – Claudia stava giocando davvero bene. Ma in squadra abbiamo giocatrici all’altezza che sapranno sostituirla degnamente. Proveremo a vincere anche per lei”.     

 

 

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...