PARCHEGGIO DI VIA SAN CARLO, OLTRE IL DANNO ANCHE LA BEFFA.

Movimento Speranza per Caserta – L’Altra Europa

Apprendiamo, in questi giorni, le ennesime cronache di malaffare in città e ci ritroviamo a fare i conti, insieme alle associazioni ai tanti amici casertani, su chi abbiamo dovuto osteggiare in questi anni per difendere la nostra città.

Quanto sta emergendo dalle indagini della Dda, sui lavori dell’inutile parcheggio interrato di via San Carlo – non occorre elencare i già tanti presenti in città – ci dà ancora una volta ragione, in quanto, la realizzazione di quell’opera inutile che rischia ora, dopo aver impoverito ulteriormente il nostro centro storico, di diventare un mostro urbanistico, ha il sapore amaro della beffa.

Abbiamo più volte richiesto la sospensione di quei lavori affinché fossero condotte le dovute verifiche a quel progetto che palesava rilevanti omissioni e inadempienze, rispetto alle normative ed ai regolamenti urbanistici, e altrettante volte non abbiamo ricevuto risposte.
In un’unica occasione, tuttavia, la Giunta ci rispose affermando che “la struttura risponde alle logiche di riutilizzazione e rivitalizzazione dei centri storici, diversamente abbandonati dall’assenza di posti auto”. Un quadro allarmante di quella che è, tutt’oggi, l’idea di sostenibilità urbana di buona parte delle componenti politiche in gioco per la guida della città.

Se davvero coloro che hanno ricevuto gli avvisi di garanzia fossero colpevoli, restituiscano la terra sottratta e siano condannati a piantare alberi. Dopo l’ennesimo sfregio alla città dobbiamo pretendere il ripristino di quei luoghi negati.

Noi di Speranza per Caserta ci siamo opposti all’ora e ci opponiamo oggi a questa idea di città. Non vogliamo la realizzazione di opere dannose ed inutili per Caserta e pretendiamo la trasparenza totale nell’azione amministrativa.

Cordiali saluti

Ufficio stampa
Speranza per Caserta
L’Altra Europa Caserta

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *