Piedimonte Matese, Muore per infarto un giovane 17 enne

 

Lo Martire

 

Piedimonte Matese(Ce)-Su tragedia giovane 17 enne colto da infarto. Si riporta di seguito il messaggio  straordinario pervenuto dalla cantautrice e Testimonial del Movimento per la Pace

Agnese Ginocchio, più di una volta ospite presso l’Istituto De Franchis nell’ ambito di assemblee studentesche sulle tematiche dei diritti sociali e della Pace. “Non ci sono parole su quanto accaduto, in queste ore siamo tutti sconcertati e profondamente addolorati per la tragedia accaduta. I giovani sono il futuro del mondo, in loro noi tutti riponiamo le nostre speranze di cambiamento. Ma questo futuro senza di loro sembra svanire, divenendo  sempre più un’ utopia. Giovanni é uno dei tantissimi giovani  incontrati proprio in alcuni dei miei incontri per la Pace svoltisi proprio presso l’Istituto De Franchis durante gli anni scorsi. Sicuramente lascia un vuoto incolmabile in tutti i suoi compagni di istituto, in tutti coloro che l’ hanno incontrato. L’ unica cosa che sento di esprimere in questo momento così tragico: cerchiamo di fare tesoro del tempo vissuto insieme a lui e di ricordarlo sia come esempio che come insegnamento. La vita va vissuta in tutta la sua essenza. Il tempo é prezioso e bisogna viverlo bene  ed intensamente, cercando di fare quanto più ‘bene’ possibile, cercando di far sorridere sempre il prossimo intorno a noi, cercando di aiutarlo e di sollevarlo dalle proprie infermità, dalle proprie ferite, dai propri problemi. E’ questo il senso giusto della vita! Cerchiamo di fare tesoro di questo tempo vissuto insieme a questo nostro giovane, da tutti considerato come un bravo ragazzo! Molte volte non si comprende bene il significato della vita, allora tutto comincia a essere confuso, il tempo che ci viene affidato in custodia lo si butta in futilità varie, in cose inutili e dannose  per se stessi e per quanti sono intorno. Non credo che  Giovanni abbia buttato la sua vita, poiché di lui si diceva e si parlava molto bene. Ecco dunque questo é  il senso: lasciare dietro di noi una scia di ‘bene’… perché un domani si possa parlare e ricordare sempre bene del nostro operato… Dico queste parole con la pesantezza di un dolore nel cuore, consapevole che questo momento non é un momento facile per nessuno, consapevole che di fronte all’ immane tragedia accaduta in questo momento crollano tutte le certezze e si sprofonda nel nulla, nel vuoto… ma ecco sotto le tenebre brilla sempre più la Luce. Ed é proprio questa Luce che deve essere la nostra Speranza, la Speranza di prenderci per mano, di guardarci negli occhi e di riprendere tutti insieme il nostro cammino, il cammino iniziato da Giovanni… A tutti voi giovani suoi compagni e amici, a tutti voi suoi insegnanti e dirigente scolastico,  a voi tutta famiglia e parenti desidero far pervenire la mia vicinanza, l’ affetto, la solidarietà di queste terribili ore e un abbraccio, un profondo ed infinito abbraccio immenso come l’ Arcobaleno della Pace, quell’ arco-segno di Speranza fra le nubi- che compare nel cielo dopo un forte temporale per riportare calma e serenità. Ora stiamo vivendo il nostro temporale… ma non perdiamo di vista quell’Arco che sorgerà dopo il temporale…  quell’Arco che unisce la terra e cielo e che invita tutti noi a guardare e a convergere il nostro sguardo verso l’alto perché proprio lì  nei suoi colori più belli e veraci riusciremo a scorgere ancora la vita fiorente e le Speranze che Giovanni ci ha lasciato in eredità come un segno…una scia…! Ciao giovane Giovanni! Che tu abbia Pace nel nuovo mondo e che possa da lassù infonderla a noi tutti, specie a chi in questo momento piange inconsolabile la tua dipartita! Pace, Shalom!” (Agnese Ginocchio

 

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *