S. Maria C. V. –Grande successo per la kermesse del Centro Danze Daniela Rettore.

 

 Uno spettacolo bellissimo, un’organizzazione impeccabile, figlia della grande professionalità di tutti coloro che hanno collaborato alla creazione dell’evento, tre ore di esibizioni di “piccoli” e “grandi” artisti della danza in uno scenario elegante e suggestivo quale quello del Teatro Garibaldi. Molto brava e molto applaudita l’ospite Mary Garret, che ha allietato il pubblico con la sua personale sinuosità’. “I miei complimenti a tutti gli insegnanti, agli allievi e soprattutto alla Maestra Daniela Rettore, titolare del Centro Danze, è stato davvero un onore ed un piacere per me assistere al 1°saggio di mia figlia……tanto che chiederei volentieri il Bis!” Questo uno degli innumerevoli commenti di chi ha partecipato e visto lo spettacolo. Ad aprire la serata, il toccante ed incisivo intervento degli organizzatori del primo memorial del rugby in onore di Maria Paola Rauso, scomparsa prematuramente. I due portavoce dell’evento, Vincenzo Paolisso ed Elisabetta Aprileo hanno illustrato lo scopo del memorial e cioè quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sui disturbi alimentari e sull’anoressia ed hanno ringraziato la scuola e Mary Garret per essere vicini all’iniziativa da loro promossa. La kermesse ha visto la celebrazione del diploma di passo d’addio di Mariasilvia de Maio nel ruolo di “Paquita” accompagnata dal ballerino professionista Tullio Crispo. Si sono susseguite coreografie di classico, contemporaneo e moderno, elaborate da illustri  e valenti coreografi, quali Massimiliano Calandro, Annalisa Brignola, Francesca Savy e Manfredi Martino. Alcune di queste coreografie, come “Space Symphony” del Maestro Calandro e legenda Gytana della Maestra Annalisa Brignola, hanno ricevuto grandi riconoscimenti e premiazioni in prestigiosi concorsi nazionali. Tra gli allievi del centro è doveroso menzionare Emanuela Casertano, Michela Colantuono, Alessandra Merola, Ilenia Romano, Emilia Ricciardi, Sara Staiano, Vittoria Staiano. Molto suggestivo e di altissimo profilo l’intervento coreografico di Mary Garret, già solista del Teatro alla Scala di Milano, ne “la morte del cigno”, che ha incantato l’attentissimo pubblico sammaritano. Di grande impatto il contributo dell’assessore alla cultura Paolo Busico che ha ringraziato la direttrice Daniela Rettore per il lustro che dona con il suo impegno per l’arte coreutica al Teatro Garibaldi ed alla cittadina sammaritana. L’assessore ha poi consegnato una targa di riconoscimento a nome della scuola e del comune alla signora Mary Garret per il suo impegno continuo nella divulgazione della danza e come testimonial della lotta ai disturbi alimentari.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *