martedì agosto 31st, 2010 00:31 SAN MARCO EVANGELISTA –Domenica, con il mago Hamadi, chiude la terza edizione di Masserie in Festa

ZITIELLO Gabriele

 

di Nunzio De Pinto

 Volge oramai al termine la terza edizione di “Masserie in Festa”, la kermesse di arte e cultura ideata dal governo di Gabriele Zitiello, ed organizzata dall’assessorato alla Cultura guidato da Antonio Ferraiuolo, in collaborazione con l’associazione Po. Mi. Musica, che ne cura gratuitamente la direzione artistica, per allietare le serate estive dei moltissimi sammarchesi che restano in città. Domenica scorsa, in piazzetta Cantone, con inizio alle ore 21.00, è stata in scena “Festa della Donna”, spettacolo teatrale in due atti diretto dall’attore e regista sannicolese, Vincenzo Mazzarella che ha riscosso un notevole successo di pubblico e di critica. La kermesse chiude il primo week end di settembre con un doppio appuntamento: sabato 4 settembre con la “Festa della Birra Solidale”, e domenica 5 spettacolo di magia ed illusionismo con il mago Hamadi. Il nome “Masserie in Festa”, adottato per la prima volta nella prima kermesse estiva del 2008, a due mesi dall’insediamento dell’attuale governo cittadino, richiama le origini contadine, culturali ed urbanistiche, del paese ed è ormai diventato il marchio che firma tutte le iniziative culturali messe in piedi dall’Amministrazione targata Gabriele Zitiello. Il cartellone di “Masserie in Festa – Estate 2010” chiude il prossimo fine settimana con due appuntamenti da non perdere. Sabato 4 settembre, Festa della Birra solidale; domenica spettacolo di magia ed illusionismo con “Hamadi”. E se l’anno scorso protagonisti furono gli anziani (enorme il successo della serata dedicata alle tradizioni contadine con il video-documentario sulla canapa), quest’anno in primo piano sono stati i giovani con due iniziative di punta in cui il divertimento ha incontrato la sicurezza (in programma, in particolare, una serata di sensibilizzazione contro le stragi del sabato sera) e con la solidarietà. Ovviamente, con marchio chiaramente evocativo delle origini, locali, “Masserie in Festa” non può, anche quest’anno, non dedicare spazio alle tradizioni locali con serate di balli e canti tipici del casertano e del napoletano.

I Commenti sono sospesi.