SI È SVOLTA SABATO 14 SETTEMBRE, ALLE 16.30, PRESSO LA CATTEDRALE DI S. MICHELE ARCANGELO, IN CASERTAVECCHIA, LA CERIMONIA DI ADOZIONE DEL DUOMO DA PARTE DEL LICEO MANZONI DI CASERTA.

adele-vairo-liceo-manzoni-800x445

Il polo liceale casertano, diretto dalla Preside Adele Vairo, ha infatti aderito a “La Scuola adotta un monumento”, progetto ventennale di educazione permanente al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico, portato avanti dalla “Fondazione Napoli Novantanove” in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e il Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Gli studenti del Manzoni, guidati dalla prof.ssa Donatella Sandias, nell’ambito di un percorso di studio della Storia dell’Arte basato sull’utilizzo di metodologie innovative e partecipative, hanno scelto di adottare il Duomo di Casertavecchia quale monumento del proprio territorio da studiare e valorizzare. Con grande creatività ne hanno rievocato la storia e descritto le caratteristiche con l’autoproduzione (sceneggiatura, immagini e colonna sonora) di un video che ha partecipato al Bando A.S. 2018-2019 per l’arricchimento del costituendo Archivio Nazionale dei monumenti adottati dalle scuole italiane”: il video dei ragazzi del “Manzoni” è stato selezionato dalla Fondazione per essere inserito nell’Atlante dei Monumenti Italiani on line e pubblicato in collaborazione con GoogleArte&Culture.

Nel corso dell’evento si è tenuto anche un reading degli studenti del Liceo Classico, curato dal prof. Gianluca Parente ed ispirato al video “Casertavecchia tra realtà e fantasia”. La performance, costruita sulle tradizioni e sulle leggende popolari legate al Duomo ed al Borgo antico, ha reso ancor più vivo il rapporto con il monumento, che è così divenuto teatro di emozioni e suggestioni.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *