UDC SPARANISE : FOLTA PARTECIPAZIONE AL CONVEGNO ”UNA NUOVA POLITICA PER IL TERRITORIO”

UDC
Sezione di
SPARANISE

COMUNICATO STAMPA

UDC SPARANISE : FOLTA PARTECIPAZIONE AL CONVEGNO
”UNA NUOVA POLITICA PER IL TERRITORIO”

Al microfono on. Angelo Consoli

Con una massiccia partecipazione ha avuto luogo a Sparanise presso
l’Istituto
Padre Semeria, il convegno organizzato dalla locale sezione UDC “Un
nuova
politica per il territorio” assicurare la salute e uno sviluppo
sostenibile.
Introdotti dal coordinatore della locale sezione UDC prof. Gabriele
Addonisio, sono intervenuti l’ing. Maurizio Landolfi componente di
Giunta
Unione Industriali di Napoli e Confindustria Campania nonché membro dei
CdA del
Consorzio Promos e dell’Agenzia Napoletana Energia ed Ambiente, il
dott. Sergio
D’Angelo Segretario provinciale UGL di Caserta e l’ing. Giovanni
Mancino l’
Assessore al Urbanistica della Provincia di Caserta. Ha chiuso i lavori
l’ On.
Angelo Consoli vice-presidente della III Commissione Consiliare
Permanete
Attività Produttive della Regione. Esprimo grande soddisfazione per
l’ottima
riuscita del convegno – ha dichiarato il consigliere centrista – prima
di
tutto va sottolineata la grande partecipazione all’evento ed in
particolare la
presenza di numerosi sindaci ed amministratori comunali, nonché una
nutrita
rappresentanza di imprenditori del territorio e le rappresentanze
sindacali di
importanti aziende locali. Gli argomenti trattati – ha evidenziato
Consoli –
sono stati di grande rilievo e credo abbiano fornito spunti importanti
ai
rappresentanti delle istituzioni e agli imprenditori sulle sinergie da
attuare,
partendo dal governo del territorio per cogliere al meglio le
opportunità che
la Regione, pur in un momento di crisi offre e realizzare interventi in
grado
di promuovere un reale sviluppo del territorio. Proposte importanti
riguardano
soprattutto le modalità di interlocuzione nei confronti della centrale
termoelettrica Calenia, in modo che non sia una mera criticità per il
territorio ma diventi occasione di attrazione di investimenti
attraverso l’
incentivazione di attività collegate, inoltre l’opportunità che si
creino
associazioni dei Comuni per mettere in campo progetti di intervento che
interessino una vasta rappresentanza demografica per accedere con più
facilità
a fondi europei, a tale proposito va sottolineata la buona esperienza
che si
sta portando avanti con alcuni Comuni del litorale domiziano incentrata
sull’
enogastronomia collegata alla dieta mediterranea e alla valorizzazione
delle
risorse storiche ed ambientali come attrattori turistici ed inoltre –
ha
concluso Consoli – la promozione di un progetto collegato
all’incentivazione
della pesca quale attività produttiva attraverso l’utilizzo dei
relativi fondi
europei.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *