+ VANGELO (Lc 12,1-7)

vangelo-tascabile

Venerdì 14 ottobre 2016

XXVIII Settimana del Tempo Ordinario

 

 

+ VANGELO (Lc 12,1-7)

Anche i capelli del vostro capo sono tutti contati.

 

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, si erano radunate migliaia di persone, al punto che si calpestavano a vicenda, e Gesù cominciò a dire anzitutto ai suoi discepoli: «Guardatevi bene dal lievito dei farisei, che è l’ipocrisia. Non c’è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Quindi ciò che avrete detto nelle tenebre sarà udito in piena luce, e ciò che avrete detto all’orecchio nelle stanze più interne sarà annunciato dalle terrazze. Dico a voi, amici miei: non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo e dopo questo non possono fare più nulla. Vi mostrerò invece di chi dovete aver paura: temete colui che, dopo aver ucciso, ha il potere di gettare nella Geènna. Sì, ve lo dico, temete costui. Cinque passeri non si vendono forse per due soldi? Eppure nemmeno uno di essi è dimenticato davanti a Dio. Anche i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate paura: valete più di molti passeri!». Parola del Signore

 

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Il comportamento ipocrita Gesù lo condanna in molte circostanze, è un doppio atteggiamento e si ha la volontà di ingannare gli altri.

“Guardatevi bene dal lievito dei farisei, che è l’ipocrisia”.

Perché l’ipocrisia gonfia chi la utilizza, lo rende falso a se stesso e davanti a Dio. L’ipocrisia è diventata quasi un bene in questa società, si utilizza con molta frequenza e sono molti quelli oramai incapaci di correggersi, di frenare la loro naturale inclinazione a dire il contrario della verità.

A nessuno piace sentire falsità, tantomeno dal marito o dalla moglie, dai figli o dai genitori. Non è bello sapere che gli amici sono ipocriti.

Soprattutto noi cristiani sentiamo l’esigenza della verità, ci sono anche non credenti che si sforzano di evitare l’ipocrisia, però essi non danno importanza ai peccati e quindi se ci cascano non lo considerano un errore morale.

Per noi cristiani è sbagliato agire con doppiezza, mostrare atteggiamenti diversi da ciò che si pensa realmente. Dire parole false per ingannare.

I cristiani hanno bisogno di modelli per riuscire a mettere in pratica l’insegnamento della verità, e questi modelli li cercano soprattutto nei Prelati e nei Sacerdoti. Osservano anche come si comportano i politici e cercano di decifrare le loro parole per orientarsi quando vanno a votare. Se molti italiani, oltre il 50% non vanno a votare vuol dire che hanno individuato molta ipocrisia nella politica.

Vi ho già espresso il mio pensiero riguardo la politica italiana, è l’atteggiamento assolutamente coerente e mai simpatizzante di un colore politico, desidero sostenere esclusivamente i valori cristiani e quanti non calpestano la morale cattolica.

Apprezzo il programma del politico che agisce in buonafede e aiuta sinceramente la Chiesa, l’Italia, i cattolici e gli italiani. Ci sono questi politici? Ecco, c’è difficoltà a trovare politici con questa impostazione morale e mi riferisco a tutte le parti politiche. Quindi, risulta difficile votare i politici presenti oggi a Roma.

La mia analisi non condanna qualcuno e allo stesso tempo non sostiene qualche altro politico. C’è grande delusione, perché questi politici non amano la Chiesa né l’Italia. Mi auguro che possano elevarsi tanti politici a difesa della Chiesa e dell’Italia, ma quanti sono pronti a perdere tutti i faraonici privilegi che hanno per condurre una lotta sui valori in cui credono?

Mi auguro che tali politici ci siano e facciano presto qualcosa in aiuto dell’Italia e di circa 10 milioni di italiani poveri. Finora non è stato fatto nulla. La mia delusione non è indirizzata solo verso il governo, mi riferisco a tutta la politica italiana, senza difendere alcuna parte politica!

Non bisogna mai lasciarsi vincere dalla simpatia. Niente e nessuna cosa deve farci scegliere politici che vivono e conducono una politica contraria a Gesù e alla morale cattolica. Al centro noi mettiamo Gesù e poi valutiamo i politici, se Lo seguono sinceramente, se vogliono aiutare sinceramente l’Italia e ridare agli italiani quanto meritano, oltre a quello che è stato tolto.

Ho sempre considerato preminente il bene dell’amata Chiesa e dell’Italia, quindi dei cattolici e di tutti gli italiani. Questo è il punto non negoziabile, per nessuna ragione al mondo. Purtroppo in Italia ci ritroviamo numerosi politici cattolici che approvano con tranquillità leggi pienamente opposte alla dottrina della Chiesa. Così manifestano quali sono i valori che seguono.

Non mi lascio imbrigliare dalla simpatia politica verso qualcuno, questo mi permette di valutare la politica alla Luce del Vangelo e non secondo le categorie umane. Non è facile arrivare a questa consapevolezza, e tutti siamo chiamati come cristiani ad aiutare i politici coerenti con la Fede cattolica e propugnatori dei valori cristiani. È difficile trovarli.

Qualsiasi presidente del Consiglio, quindi di qualsiasi estrazione politica, lo considero valido purché attui quanto ho scritto sopra.

Non dobbiamo lasciarci guidare dal colore politico, questo è secondario se un politico mette al centro un sincero interesse per i cittadini, se li aiuta più degli altri, se la sua azione è trasparente e l’agire finalizzato al bene comune e non al bene dei poteri forti.

Detto questo, posso manifestarvi il mio pensiero impregnato del Vangelo e moderato, imparziale e oculato. Posso dire che il Referendum oggi ha preso il posto dei gravi problemi che incombono sugli italiani.

Si stanno raccontando molte bugie, l’unica cosa certa è che il giorno dopo la vittoria del Sì o del No, in Italia non cambierà nulla.

Perché allora Renzi continua a dire che la vittoria del No sarà un grande danno per l’Italia? In realtà non lo è assolutamente.

Noi siamo stanchi di continue invenzioni per vincere le elezioni o il Referendum, siamo stanchi delle mance elettorali perché in questo modo sono sempre elezioni truccate. Non vengono aiutati gli italiani sfrattati e che vivono nelle macchine, italiani poveri che muoiono di fame mentre i clandestini vivono negli alberghi a 3 stelle e si lamentano pure perché pretendono di più.

Non si sta adesso aiutando l’Italia né gli italiani.

Si sta seguendo il piano europeo di fare invadere di musulmani l’Europa, questa è la verità e non giochiamoci attorno. Ma la mia imparzialità in questo ragionamento è assoluta. Se Renzi dovesse cambiare interessi, per me potrebbe governare per lunghi anni e questo mostra che per me un presidente vale l’altro, ma deve agire con assoluto interesse per l’Italia e gli italiani.

In questi giorni molti italiani con grande umiltà raccontano il loro sventurato stato di sfrattati e per questo costretti a dormire in macchina. Ci sono anche italiani con patologie gravi a dormire da oltre un anno e mezzo nelle macchine, mentre i clandestini vivono comodamente negli alberghi.

Questo atteggiamento è una presa in giro degli italiani, non va bene promettere ai pensionati un piccolo aumento nella quattordicesima che appare come una mancia per il Referendum… per poi togliere miliardi di euro alla Sanità, approvando nuove leggi che obbligheranno decine di milioni di italiani a pagare visite mediche, controlli, radiografie che fino adesso erano gratuite.

Da un lato si promettono 4 soldi di aumento nella quattordicesima della pensione, dall’altro si costringeranno decine di milioni di italiani, soprattutto i pensionati a pagare visite e cure mediche che fino adesso non pagavano. Mi sembra il gioco delle tre carte!

Con questo Referendum si è creato un terrorismo psicologico assurdo, Renzi ripete che se non vincerà il Sì, l’Italia avrà problemi in futuro. Non è vero.

Il Referendum non riguarda gli italiani, ma il potere del presidente del Consiglio e se dovesse vincere il Sì, ci ritroveremo l’Italia invasa da decine di milioni di clandestini perché hanno deciso di dare la cittadinanza a tutti quelli che la richiedono dopo tre mesi di permanenza e nessun italiano potrà lamentarsi, perché tutto il potere sarà in mano a un uomo solo: il presidente del Consiglio.

Ripeto che in questi anni, soprattutto in questi mesi, abbiamo visto che in Italia entrano decine e decine di migliaia di clandestini ogni settimana, ospitati negli alberghi con tutti i confort, mentre gli italiani poveri sono abbandonati al loro destino. Se qualcuno ha prove contrarie le faccia conoscere.

Noi vogliamo la Costituzione sana e bella come lo è stata fino adesso, è una bufala la necessità di cambiarla.

Tutti i costituzionalisti italiani, soprattutto quelli del Partito di Renzi, affermano che è una follia votare Sì e annunciano con un grande impegno l’importanza della vittoria del No. Ed è falso che il Senato verrà eliminato, invece i senatori saranno sempre nominati dal potere politico e gli italiani dovranno solo accettare in silenzio …

D’altronde, Renzi un anno fa diceva che la legge elettorale è la migliore del mondo e adesso la vuole cambiare, quindi non era vero l’affermazione di legge più bella del mondo. Poi c’è Benigni… che predicava senza fede e senza Dio la necessità di votare No, ma poi con la proposta di apparire su Rai1 in cambio di centinaia di migliaia di euro… ha cambiato idea … e adesso parteggia per il Sì …

Cos’è la coerenza, l’onestà intellettuale, la dignità e la verità?

Benigni ha guadagnato milioni di euro leggendo la Costituzione italiana alla Rai in prima serata negli anni scorsi … gridava ai quattro venti che la nostra Costituzione è la più bella del mondo, poi ha cambiato idea … Potenza dei contratti televisivi …

Ogni giorno leggiamo parole inesatte, parole al vento, mentre gli eventi terribili che si preannunciano nel mondo scaturiscono da personaggi che amano troppo il potere e oggi l’Italia non può più permettersi insicurezza e sudditanza al Bilderberg.

Recitiamo durante la giornata alcune Ave Maria per l’Italia, perché non cada nelle mani dei nemici che già dall’estero influenzano.

 

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *