+ VANGELO (Lc 12,49-53)

Giovedì 26 ottobre 2017

XXIX Settimana del Tempo Ordinario

 

 

+ VANGELO (Lc 12,49-53)

Non sono venuto a portare pace sulla terra, ma divisione.

 

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto! Pensate che Io sia venuto a portare pace sulla terra? No, Io vi dico, ma divisione. D’ora innanzi, se in una famiglia vi sono cinque persone, saranno divisi tre contro due e due contro tre; si divideranno padre contro figlio e figlio contro padre, madre contro figlia e figlia contro madre, suocera contro nuora e nuora contro suocera». Parola del Signore

 

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Le parole di Gesù oggi sono un po’ diverse dal solito riguardo la sua Persona, eppure sono perfettamente in linea con la sua dottrina. Non sostiene che Lui vuole la guerra o che è contento di vedere le famiglie disgregate, al contrario il suo messaggio di Amore desidera una pace totale e duratura.

Non è l’azione di Gesù a portare la guerra nelle famiglie, non potrebbe esserlo, è invece la reazione di uno o più familiari a reagire contro i seguaci del Cristo e a causare contrapposizioni. Gesù è coinvolto perché è la sua Parola a far reagire impulsivamente quanti non Lo amano.

Così si spiega questa pagina un po’ complicata.

“Pensate che Io sia venuto a portare pace sulla terra? No, Io vi dico, ma divisione”.

Appunto, la sua presenza crea anche moltissime reazioni, come vediamo oggi e come è avvenuto nel passato. Le reazioni contro Gesù nascono dai cuori ribelli, senza pace, pieni di rovine e che Lui indica nel Vangelo come “sepolcri imbiancati”.

Agiscono con malizia per danneggiare l’immagine del Signore e della Chiesa, la loro azione e incisiva e persistente. Lo fanno in famiglia e, soprattutto, in certi ambiti inquietanti dove si discute più dell’odio da scaricare su Dio che del bene da compiere.

Gli anticlericali sono sempre esistiti, si dividono in fasce, da quella meno pericolosa e ristretta nell’ambito familiare ma sempre nociva per i familiari praticanti, fino a gruppi di potere che non dormono per cercare di annientare la Santa Chiesa o quantomeno di modificarla secondo le loro cattive intenzioni e misteri impenetrabili.

Perché la Chiesa Cattolica e solo Essa suscita tanta cattiveria in centinaia di milioni di persone irrequiete?

È la vera e unica Chiesa fondata da Gesù Cristo, è Sacramento di salvezza e Porta per entrare nei misteri divini. Chi vi entra incontra il vero Dio, rinasce nello Spirito, trova gli aiuti divini e ha grandi possibilità di salvare l’anima.

In questa Chiesa i diavoli percepiscono la loro rovina, perché anche solamente i Sacerdoti che compiono preghiere di liberazione già percuotono e fanno fuggire come impazziti tutti i diavoli che disturbano una persona o una casa.

Gli stessi cristiani possono nel Nome di Cristo respingere ogni tentazione, è sufficiente invocare Gesù, recitare una sola Ave Maria per costringere tutti i diavoli a scappare e a interrompere una determinata tentazione o a tormentare con pensieri o ad opprimere con ispirazioni sbagliate che vogliono portare soprattutto i buoni a compiere scelte sbagliate.

Le preghiere che si recitano nel Cristianesimo tormentano e sconfiggono i diavoli, ecco la ragione dell’aggressione continua contro la Santa Chiesa e contro i cristiani. Considerate che i diavoli non attaccano con tentazioni i cristiani che vivono male, questi già compiono le opere di satana, e vivono come piace ai diavoli.

L’attacco spietato e mai in passato come in questi tempi contro la Chiesa Cattolica, è la dimostrazione che i suoi persecutori di questo mondo sono marionette nelle mani dei diavoli e spasimano di vedere distrutta questa Santa Opera del Cristo a causa dell’odio quasi infinito che posseggono.

È venuto sulla Terra il Figlio di Dio a portare la pace, Lui è la nostra Pace, infatti chi è in comunione con il Signore e Lo adora, oltre ad avere in sé una pace impagabile che porta ad amare anche i propri nemici, inoltre porta la sua pace all’esterno ed è una persona mansueta, ma coraggiosa, forte, decisa nel bene!

Gesù non vuole la divisione nelle famiglie a causa del suo Nome, tant’è avvengono e in molte famiglie ci sono vere guerre tra cristiani e ostinati oppositori di Dio. Perché tanta animosità contro Gesù, la Chiesa e i loro familiari? Neanche gli oppositori impulsivi di Gesù lo sanno spiegare…

Negli esorcismi vediamo come la forza dei diavoli viene completamente annientata dalle preghiere recitate dall’esorcista.

I diavoli diventano mammolette e terrorizzati quando si recitano preghiere di liberazione. Si possono recitare anche a distanza come faccio io verso quanti le richiedono e verso tutti voi che leggete, parrocchiani di questa immensa Parrocchia virtuale che conta quasi 20mila lettori, a cui si aggiungono altre svariate decime di migliaia che ricevono da voi questa newsletter.

Nelle settimane scorse vi ho accennato agli esorcismi di una donna che conosco da circa venti anni. Ieri, come ogni mercoledì, ha ricevuto l’esorcismo e i diavoli come al solito sono maleducati e imbecilli.

Parolacce contro tutti, contro l’esorcista ha detto che gli avrebbe rotto le gambe e questo lo dice solo per spaventarlo, contro me oltre a ripetete parole di profondo odio, ha detto che mi procurerà altri guai. Come vedete ho sempre bisogno di preghiere, so che siete in molti a pregare per me e che continuerete, magari con la Corona del Santo Rosario.

Ha detto che mi odia perché prego giorno e notte e che quella donna si libererà prima dell’Immacolata (8 dicembre) anche per colpa mia…

Rimango sereno, non solo perché di guai ne ho superato migliaia, procurati dai diavoli ma attuati anche da persone che dovrebbero diventare sante e santificare il popolo, invece, dopo avere tradito Gesù Cristo e la loro missione, sono entrati nell’esercito di satana.

Con il Santo Rosario noi terrorizziamo tutti i diavoli ed essi fuggono dalla nostra presenza. Ogni preghiera recitata con amore schiaccia i diavoli e si allontanano da noi. È importante anche la vita onesta, la rettitudine morale, il desiderio di fare sempre del bene a tutti, una vita improntata sull’amore verso ogni prossimo.

Dove c’è bontà e umiltà, i diavoli rimangono paralizzati e non hanno neanche la forza di disturbare, sono costretti a fuggire e a lasciarci in pace!

 

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *