VANGELO (Lc 21,12-19)

Gesù che parla alla genteMercoledì 27 novembre 2013

34ª Settimana del Tempo Ordinario
 
+ Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto.
 
+ Dal Vangelo secondo Luca
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e governatori, a causa del mio Nome. Avrete allora occasione di dare testimonianza. Mettetevi dunque in mente di non preparare prima la vostra difesa; Io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non potranno resistere né controbattere. Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; sarete odiati da tutti a causa del mio Nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto. Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita». Parola del Signore
 
Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Il capitolo 21 di San Luca presenta la profezia dei segni premonitori, indica la fine dei tempi dominati dall’odio e dalla violenza di satana. Il Vangelo di ieri, martedì, (vv. 5-11) riportava sia le modalità dell’inizio di questi tempi di sofferenza causati dagli uomini sia la risposta di Dio. “Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno, e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo”.
Mentre lunedì abbiamo conosciuto dalla testimonianza di un appartenente a quella organizzazione che effettivamente è stata programmata una guerra per ridurre la popolazione mondiale e determinare la necessità di un unico governo mondiale. Tutti i capi delle Nazioni lo vogliono e ci riusciranno. Solo la nostra fiduciosa preghiera potrà contenere il loro odio e darci la vittoria in tutte le circostanze.
Questo piano lo conoscevamo da molti anni, in questi giorni l’abbiamo ripresentato in coincidenza con nuovi elementi che emergono dalle strategie politiche internazionali.
Oggi il Vangelo mette in guardia i cristiani, “prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio Nome”. Non bisogna allarmarsi, Gesù è buono e potente, non permetterà che i più deboli ricevano alcuna persecuzione e darà la forza necessaria per superare le prove causate dai cattivi.
Sarà un tempo di testimonianza e di pentimento per gli errori commessi, ognuno si troverà a conoscersi come mai prima e si determinerà a seguire Gesù con molto coraggio. Dopo tanti aiuti che ci ha donato la Madonna e le numerose preghiere rivolte, nel momento più delicato Ella non abbandonerà i suoi devoti.
Anche se le parole di Gesù mettono timore, bisogna leggerle con Fede e credere che niente potrà succedere a chi prega con fiducia.
La riflessione principale deve porsi su queste parole di Gesù: “Io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non potranno resistere né controbattere”. Questo indica che Lui ci sarà sempre vicino e non permetterà ai nostri nemici di prevalere. È una questione di Fede, d’altronde Gesù ha anticipato questi tempi per incoraggiarci e non per avvilirci. Lui è sempre la Misericordia che ama tutti e desidera la salvezza anche dei peccatori più ostinati.
C’è una frase che suscita più apprensione in molti credenti: “Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici”. Quel tradimento in realtà è già presente adesso per la loro indifferenza religiosa e le vessazioni che vi procurano quando andate a Messa o se pregate il Rosario. Già adesso vi sono un pò contrari perchè pregate, quando verranno i tempi indicati da Gesù lo faranno con maggiore decisione.
Il Signore parla addirittura di odio verso i cristiani, ma non è nuovo questo comportamento dei cattivi. Gesù stesso venne ucciso per l’odio che nutrivano gli ebrei, da duemila anni il Cristianesimo è sottoposto ad una ininterrotta persecuzione istigata dai diavoli, perchè vedono solo nella Chiesa Cattolica tutta la Verità rivelata da Dio.
“Sarete odiati da tutti a causa del mio Nome”. L’Amore di Gesù è infinitamente più grande dell’odio di chi non ci ama, allora con coraggio e gioia dobbiamo proseguire il cammino e testimoniare la nostra Fede, sicuri che questo Amore Divino colmerà la nostra sete di verità e di pace.
Gesù e la Madonna sono sempre vicini ai credenti che pregano con fiducia e umiltà.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...