+ VANGELO (Lc 6,36-38)

Vangelo

Lunedì 18 marzo 2019

II Settimana di Quaresima

+ VANGELO (Lc 6,36-38)

Perdonate e sarete perdonati.

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso. Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati. Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

La società si è imbarbarita e senza Dio è destinata a fallire. I disegni dei potenti non prevedono una convivenza pacifica né sono sinceri con le altre Nazioni, questo genererà continui conflitti e intimidazioni reciproche.

Senza Dio sono assenti l’amore e la vera pace, non c’è misericordia verso gli altri popoli e si è posseduti dallo spirito agguerrito e ostinato.

La decadenza morale della società cresce velocemente, è arrivata quasi all’apice in questi nostri giorni, ma il peggio deve ancora arrivare. Non per Volontà di Dio, è sempre l’uomo il giudice del suo destino.

Il Signore Gesù non punisce l’umanità neanche per quanto sta avvenendo di obbrobrioso nel mondo e questo dimostra un Amore clemente per noi, non meritevoli di infinita bontà. È un Amore clemente perché Gesù guarda l’umanità e ripete: «Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno» (Lc 23,34).

Dio vede tutti i grandi peccatori come minuscole formiche che si radunano dove c’è un interesse mangereccio e si muovono come squadroni armati con le loro “mandibole a tagliola” per eliminare gli ostacoli. Il confronto appare sproporzionato tra i grandi peccatori e le minuscole formiche, qui non valuto il volume ma la considerazione che abbiamo delle formiche. Piccole e deboli apparentemente, invece sono anche pericolose per gli uomini.

Le formiche possono scatenare l’ira di donne e uomini per i danni che provocano nelle case, e tante persone altamente immorali hanno già abusato oltre il limite contro Dio, Lui che è pietoso e buono, ma fino a quando Dio sarà misericordioso?

Il Signore guarda questa società lontana da Lui e prova sdegno nel vedere aumentare i grandi peccatori e il loro carico di ateismo.

L’intercessione della Madonna sta prolungando i tempi, il suo ruolo di Mediatrice è attivo e miracoloso per questa umanità confusa e sfiduciata.

Quanti vivono senza Dio si riempiono dello spirito di satana, è inevitabile. Sono convinti di fare bene e pretendono di stabilire come regola per tutti quello che pensano, ma i loro pensieri li trasmette satana. Se non obbediscono più a Dio sono diventati eretici e pericolosi.

Si vuole eliminare anche la devozione alla Madonna per compiacere i protestanti luterani, dopo avere annullato la Confessione in molti luoghi.

«… con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio». Ognuno riceverà quello che oggi semina nella sua vita.

Dio potrebbe sterminare in un istante quanti operano contro l’unica Chiesa di Cristo, Lui li vede piccoli in tutti i sensi, sono formiche davanti a Lui e colmo di bontà come è, lancia a tutti i nuovi eretici, appelli di conversione.

Dio è buono e perdona di continuo questa società che adora molti idoli e ne crea di nuovi perché ha bisogno di adorare almeno una divinità. Gesù viene ignorato soprattutto nei luoghi sacri, ed è questo dato a darci l’indicazione più terribile.

La gravità dell’allontanamento di molti Consacrati dal Signore viene associata alla volontà di arrecare danno alla sua Chiesa, alla sua Divina Parola. Sono schegge impazzite ed incapaci di controllarsi con equilibrio, essendo dominati dall’interno dallo spirito satanico.

Molti sono diventati eretici e continuano a lavorare pazientemente per demolire le fondamenta della vera Chiesa di Gesù Cristo.

Un pericolo dominante sono quanti odiano visceralmente Dio e fanno parte di gruppi di potere che hanno l’obiettivo di non far adorare e pregare Gesù Cristo. Cosa ne guadagnano loro? È diventato l’impegno primario della loro vita, dopo avere perduto il controllo della vita.

Il loro spirito è satanico, pensano e agiscono come satana, vogliono distruggere l’idea di Dio e quanti Lo adorano.

Un disegno illogico, se non fossero posseduti dai diavoli. Sono tristemente e disperatamente «felici» di appartenere a satana. Le loro coscienze sono spente e non percepiscono più il Bene da compiere, così il male che compiono lo intendono come bene. È una follia che non riescono a comprendere.

Cosa dobbiamo fare noi per contribuire al miglioramento di questa società?

Pregare molto, molto, molto ogni giorno per la conversione dei Vescovi, dei Sacerdoti, dei Religiosi e dei peccatori. La società è senza Dio perché molti non parlano di Lui come viene indicato nel Vangelo. Quasi vergognandosi di Gesù Cristo molti si mostrano e vivono come veri pagani.

«Con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio».

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *