+ VANGELO (Mc 2,18-22)

Lunedì 19 gennaio 2015

II settimana del Tempo Ordinario

 Gesù che parla alla gente

Lo sposo è con loro.

 

+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Vennero da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?». Gesù disse loro: «Possono forse digiunare gli invitati a nozze, quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare. Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora, in quel giorno, digiuneranno. Nessuno cuce un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo porta via qualcosa alla stoffa vecchia e lo strappo diventa peggiore. E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri, e si perdono vino e otri. Ma vino nuovo in otri nuovi!». Parola del Signore

 

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Il rattoppo nel linguaggio comune si usa molto spesso, o per rimediare a una gaffe o per giustificare quanto moralmente non è giustificabile. L’ipocrisia è pure un’arma usata con pronta facilità nel mondo, soprattutto i politici sono maestri in questa arte immeritevole. Sono maestri in tutto quello che causa ad essi vantaggi sotto ogni forma immaginabile ed inimmaginabile.

Gesù nel Vangelo parla di una pezza ma cosa intende? Noi valutiamo il rimedio peggiore del danno che già è stato causato. Avviene quasi a tutti quelli che non hanno una buona amicizia con Gesù, quelli che vivono d’istinto e si lasciano guidare dagli eventi che immaginano favorevoli.

Se si è favorevoli al tradimento del coniuge perché non scoperti, capite che senza la pratica dei valori morali il mondo muore.

Gesù non vuole che diventiamo dei rattoppi ad una vita vuota e viziosa, ci chiede di essere autentici ma c’è un cammino di purificazione da compiere, dobbiamo credere e puntare tutto sulla trasformazione interiore. Devono cambiare quei pensieri mondani che schiacciano verso la materialità e i piaceri che illusoriamente coprono una vita sprecata e distrutta moralmente.

“Nessuno cuce un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo porta via qualcosa alla stoffa vecchia e lo strappo diventa peggiore”. L’atteggiamento del cristiano autentico fa affrontare il disagio o l’errore, non lo copre in modo da peggiorare la sua situazione davanti a Dio e magari anche davanti ai familiari e agli amici.

In questo corretto atteggiamento si vede la sincerità e la volontà di voler cambiare da parte del peccatore.

Oggi Gesù ci invita a scaricare, svuotare o fare uscire dai nostri cuori quel contenuto non buono e ognuno di noi deve fermarsi a riflettere attentamente. Non vale a nulla e non migliora una vita grigia, rimanere con la vecchia mentalità e pregare, illudendosi di far tutto bene nella vita.

“Nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri, e si perdono vino e otri. Ma vino nuovo in otri nuovi!”. Gesù è molto chiaro, è impossibile che il suo Vangelo si stabilizzi nei cuori corrotti e non pentiti.

Chiediamo alla Madonna di aiutarci a svuotare, a perdere, ad allontanare dai nostri cuori tutto ciò che non è vero Amore, non è verità.

 

1 Ave Maria per Padre Giulio

 

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16). 

http://www.gesuemaria.it/perche-sostenere-il-nostro-apostolato-con-una-donazione.html

 

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana, sciogliendo questo nodo oppressivo. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...