+ VANGELO (Mc 3,7-12)

Giovedì 19 gennaio 2017

II Settimana del Tempo Ordinario

 

 

+ VANGELO (Mc 3,7-12)

Gli spiriti impuri gridavano: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma Egli imponeva loro severamente di non svelare chi Egli fosse.

 

+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù, con i suoi discepoli si ritirò presso il mare e Lo seguì molta folla dalla Galilea. Dalla Giudea e da Gerusalemme, dall’Idumea e da oltre il Giordano e dalle parti di Tiro e Sidòne, una grande folla, sentendo quanto faceva, andò da Lui. Allora Egli disse ai suoi discepoli di tenergli pronta una barca, a causa della folla, perché non Lo schiacciassero. Infatti aveva guarito molti, cosicché quanti avevano qualche male si gettavano su di Lui per toccarlo. Gli spiriti impuri, quando Lo vedevano, cadevano ai suoi piedi e gridavano: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma Egli imponeva loro severamente di non svelare chi Egli fosse. Parola del Signore

 

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Solo prendendo consapevolezza della capacità di Gesù si riesce a seguirlo con ammirazione. Non è vero amore quando si ama qualcuno/a per un’attrazione che svanisce non appena si abbassa la simpatia o l’interesse.

Per amare bisogna conoscere la persona, questo vale anche per i familiari, nonostante la presenza di un amore affettivo o possessivo che si trasforma anche in amore geloso. L’apprezzamento delle qualità di una persona fa aumentare la stima e, quindi, l’amore.

L’amore del Vangelo indica un affetto che supera gli interessi umani, è un bene inestimabile nutrire amore verso tutti, anche verso le persone che non si conoscono. Quindi, il senso principale dell’amore esprime una benevolenza generale e senza particolarismi.

Ovviamente è un amore più completo quello che si dona alle persone che manifestano di apprezzare un’amicizia che supera la semplice simpatia. Qui intendo l’amore nel suo significato evangelico, quello fondato sulla bontà, la carità, la benevolenza verso tutti.

L’amore presente in una coppia di sposi è più interessato e dovrebbe essere sempre forte, intenso, appassionato e sincero.

In molte coppie l’affetto scade per la mancanza dello Spirito Santo, il disinteresse verso la Persona di Gesù e i due sposi non riescono ad elevarsi spiritualmente e a comprendere gli errori dell’altro coniuge. Nessuno è perfetto, ma nella coppia che prega c’è la presenza di Dio e la protezione della Madonna, e questi aiuti fanno superare ogni incomprensione.

Amare in senso generale è impegnativo, vincola tutta la persona quando è un affetto sincero. Molti sono abituati a sorridere e a mostrarsi gentili per il lavoro che svolgono, anche se compiono comunque uno sforzo interiore quando si mostrano affabili e premurosi nei confronti dei clienti.

Nell’amore si perde sempre tanta energia, sia perché non tutti comprendono i buoni sentimenti delle persone pure, sia per lo stesso sforzo che bisogna utilizzare per mostrare bontà e affetto in ogni circostanza. E questo amore è autentico, si apprezza molto e costa anche molto a chi lo dona senza avere in mente alcun tornaconto.

In Gesù troviamo il centro dell’amore totale, quello genuino e veritiero. Chi si avvicina a Lui assorbe il suo Amore impagabile e assolutamente inesistente nel mondo. Riceve dal Signore un Amore che cambia la mentalità, trasfigura interiormente e cambia tutto quello che prima era amaro e scoraggiante in dolce e gioioso.

In chi prega, i sentimenti seguono con maggiore adesione quelli di Gesù, e solo così la persona si converte: perché ama e perdona.

 

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *