+ VANGELO (Mc 7,31-37)

Venerdì 12 febbraio 2021

V Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mc 7,31-37)

Fa udire i sordi e fa parlare i muti.

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù, uscito dalla regione di Tiro, passando per Sidòne, venne verso il mare di Galilea in pieno territorio della Decàpoli. Gli portarono un sordomuto e Lo pregarono di imporgli la mano. Lo prese in disparte, lontano dalla folla, gli pose le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua; guardando quindi verso il cielo, emise un sospiro e gli disse: «Effatà», cioè: «Apriti!». E subito gli si aprirono gli orecchi, si sciolse il nodo della sua lingua e parlava correttamente. E comandò loro di non dirlo a nessuno. Ma più Egli lo proibiva, più essi lo proclamavano e, pieni di stupore, dicevano: «Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Aumentano irreversibilmente in questa società al collasso, in una forma degenerativa da rasentare l’istinto degli animali, le persone portatrici di una mentalità bugiarda, ingannevole, ipocrita. Non intendo quelle bugie che si dicono spontaneamente e senza voler arrecare del male agli altri, magari per non rivelare cose personali.

Ininterrottamente si ascoltano parole false e ingannevoli di persone che occupano posti di responsabilità ad alti livelli e si rimane amareggiati ma non abbattuti, avviliti ma non sconfitti.

Apparentemente sono vincitori e dominatori del virus che dirigono a loro piacimento… Si mostrano premurosi sprecando parole false e noi sobbalziamo quando sentiamo dalle voci libere e autentiche, che per l’acquisto delle mascherine sono stati coinvolti compagni di merenda… permettendo loro guadagni di decine di milioni di euro senza fare nulla, o meglio una sola telefonata all’azienda…

È imperdonabile se pensiamo che invece milioni di italiani sono poveri e malati, soprattutto a livello psichico per le forti preoccupazioni causate con la pandemia.

Centinaia di milioni di euro, o meglio, alcuni miliardi di euro sprecati, per fare arricchire quanti in futuro malediranno questi soldi. Miliardi di euro buttati via tra monopattini, banchi con le rotelle, mascherine comprate ad un prezzo quasi triplicato, oltre tante decine di milioni di euro «donate» ai compagni di merenda per l’ordinazione delle mascherine. Tutto questo è normale? Per la politica sembra di sì, nessuno ne parla.

Ancora per poco gli affaristi di Stato faranno festa, poi ci sarà l’Ira di Dio! L’Apocalisse ha anticipato tutto e noi non ci sorprenderemo!

Questa di oggi è una pagina portentosa del Vangelo, vediamo che Gesù ridona la parola e l’udito ad un sordomuto meritevole del miracolo, e manifesta davanti a tanti la sua straordinaria potenza. Una potenza che opera nei modi più innocui, come toccare gli orecchi e la lingua. Non è mai esistito un essere umano capace di compiere un miracolo del genere.

NESSUNO POTRÀ MAI ESSERE PIÙ POTENTE DI GESÙ CRISTO! IL SUO AVVERSARIO COMPIRÀ SOLO PRODIGI.

Se Gesù può compiere grandi miracoli, perché i cristiani non gli chiedono quanto necessita nella loro vita e la liberazione dai mali che disturbano?

Ogni cristiano che prega viene ascoltato da Gesù, Lui rimane in ascolto e vuole donare Grazie a quanti pregano bene e con fiducia.

La preghiera di ognuno è potente in maniera proporzionata alla Fede che possiede, alla sua purificazione soprattutto per mezzo del rinnegamento, della carità, della bontà e dell’onestà nella sua vita.

La nostra Parrocchia virtuale continua a crescere di numero ma a me interessa la qualità, e da tantissimi contatti che ho, rilevo in moltissimi una maggiore maturità spirituale e una vita orientata al Bene. In molti mi scrivete per ringraziare e benedire questa newsletter giornaliera, per mostrare la vicinanza a me e per proseguire insieme il cammino spirituale.

Migliaia di parrocchiani virtuali hanno compreso la necessità del passaggio da una vita materiale e mondana ad una più spirituale e contemplativa. Continuano a fare le stesse cose lecite di prima ma con uno spirito nuovo, con la pratica delle virtù, un amore soprannaturale che trasfigura e trasmette sentimenti buoni e umili.

Penso a tutti i peccatori e alle conseguenze della caduta nell’inferno e provo un dispiacere immenso, essi vivranno per l’eternità nella perdizione, insieme ai diavoli dannati. Cosa si deve fare oltre se i peccatori sono sordi ai richiami del Signore?

Il sordomuto è stato miracolato perché ha cercato Gesù, i peccatori invece rifiutano Gesù e scelgono di vivere da disperati nella corruzione. La persona onesta riesce a controllarsi e a non dire parole sbagliate, come anche non presta orecchio alle cose che non la riguardano.

Questa Parola di oggi su può riferire solo a Gesù: «Ha fatto bene ogni cosa». Il Signore Gesù nella sua vita terrena ha fatto tutto bene, indubbiamente, mentre noi siamo limitati, deboli, peccatori.

Oggi dobbiamo meditare molto su questa frase: «Ha fatto bene ogni cosa». Anche se rimane difficile per noi, non dobbiamo mettere limiti ai nostri talenti e possiamo conoscerli bene attraverso la prolungata preghiera e il Padre spirituale, intensificando il cammino di Fede.

Ogni cristiano potrebbe fare più di quanto già compie, ogni giorno potrebbe dare più amore a Gesù e alla Madonna.

È possibile fare bene ogni cosa in famiglia, al lavoro, in parrocchia, lì dove siamo impegnati.

L’inizio di questa nuova fase è di domandarci, durante la preghiera o dopo avere pregato, come è possibile fare bene le cose che ci competono in famiglia, al lavoro e altrove, in che modo si raggiunge la capacità di fare tutto con amore.

Facciamo, quindi, santi propositi e sforziamoci di rispettarli. Preghiamo per le buone opere che vogliamo compiere e Gesù ci aiuterà, ci donerà una forza superiore e aprirà tutte le strade che dobbiamo percorrere per il raggiungimento dell’obiettivo.

Insieme a Gesù è facile fare bene ogni cosa, chiedete a Lui tutto e ripetetegli: «Gesù, pensaci Tu». Da soli spesso si sbaglia percorso e metodo.

Gesù fa parlare bene con le sue parole, fa ascoltare correttamente e con gioia, senza interpretazioni che nascono dai sentimenti negativi.

Gesù ci aiuta se gli chiediamo di aiutarci, aspetta che gli apriamo il cuore e con molta confidenza Lo consideriamo Padre, Signore e Amico.

Noi dobbiamo necessariamente avere Gesù come modello da imitare se vogliamo seguirlo come ci chiede Lui. Così aumenta la Fede.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *