+ VANGELO (Mt 16,13-19)

Lunedì 22 febbraio 2021

I Settimana di Quaresima

Cattedra di San Pietro Apostolo

+ VANGELO (Mt 16,13-19)

Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del Regno dei Cieli.

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’Uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei Profeti». Disse loro: «Ma voi, chi dite che Io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei Cieli. E Io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di Essa. A te darò le chiavi del Regno dei Cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei Cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei Cieli». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

La liturgia ci presenta questa festa per ricordarci la peculiare missione affidata da Gesù a Pietro. Nel Messale Romano questa festa è così spiegata: «Con il simbolo della Cattedra pone in rilievo la missione di maestro e di pastore conferita da Cristo a Pietro, da Lui costituito, nella sua persona e in quella dei successori, principio e fondamento visibile dell’unità della Chiesa».

È stato Gesù ad indicare Pietro come Capo degli Apostoli e della Chiesa nascente, a Lui ha concesso il Primato che leggiamo oggi.

Nella storia della Chiesa ci sono stati Papi forse non all’altezza della loro missione. Essi sono potuti venir meno qualche volta al loro ruolo di Pastori, mettendo in pericolo più o meno grave, più o meno diretto, l’unità della Fede nella Santa Chiesa. Ma questa debolezza riguardava motivi di ordine essenzialmente morale e mai dottrinali.

Nessun Papa è stato mai accusato in passato di scelte teologiche opposte al vero Magistero della Chiesa, mai per convinzione intellettuale.

Ci sono stati Papi distratti dalle vicende del mondo, ma non hanno mai manipolato di una sola virgola la Parola delle Sacre Scritture.

Non trascuriamo che la nostra amata Chiesa fin dall’inizio è stata perseguitata dai diavoli, essi hanno cercato di distruggerla in tutti i modi a loro possibili ma lo Spirito Santo non lo ha mai permesso. Oggi è il tempo dell’Apocalisse e della battaglia che segnerà la sconfitta dei diavoli e il trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

Già si trova in una grande tribolazione la Chiesa ed è scritto nell’Apocalisse, inoltre nel Catechismo promulgato da Papa San Giovanni Paolo II del 1992 è scritto che la Chiesa presto apparirà come distrutta, finita, disgregata anche nelle sue strutture. Leggiamo dal Catechismo della Chiesa Cattolica l’articolo 675:

«PRIMA DELLA VENUTA DI CRISTO, LA CHIESA DEVE PASSARE ATTRAVERSO UNA PROVA FINALE CHE SCUOTERÀ LA FEDE DI MOLTI CREDENTI. LA PERSECUZIONE CHE ACCOMPAGNA IL SUO PELLEGRINAGGIO SULLA TERRA SVELERÀ IL “MISTERO DI INIQUITÀ” SOTTO LA FORMA DI UNA IMPOSTURA RELIGIOSA CHE OFFRE AGLI UOMINI UNA SOLUZIONE APPARENTE AI LORO PROBLEMI, AL PREZZO DELL’APOSTASIA DALLA VERITÀ».

Napoleone dall’esterno e tanti Prelati dall’interno, non sono riusciti in passato e in questi tempi non riusciranno a distruggere la Santa Chiesa di Gesù Cristo. Nonostante le alleanze con gli atei accecati di odio nel voler disintegrare l’unica Chiesa di Dio, Essa vivrà una breve Passione, un’apparente morte e risusciterà come il Signore.

NELLA VOLONTÀ DI DIO LA FIGURA DI PIETRO È AVVOLTA DI INFALLIBILITÀ IN MATERIA DI FEDE, QUESTO CI DICE CHE UN PAPA ELETTO LEGITTIMAMENTE SECONDO QUANTO STABILISCONO LE REGOLE DELLA TRADIZIONE DELLA CHIESA, NON POTRÀ MAI VENIRE MENO NELLA FEDE, NÉ LA MODIFICHERÀ O SI ADOPERERÀ PER LIVELLARE QUESTA UNICA CHIESA FONDATA DA DIO ALLE RELIGIONI UMANE E OPPOSTE, CONTRASTANTI.

L’autentico Successore di Pietro si riconosce soprattutto da questa prerogativa: non manipola una virgola del Magistero autentico. La stessa logica ci dice che Gesù Cristo Figlio di Dio, non mette intenzionalmente a Capo della sua Chiesa un uomo pronto a distruggerla.

Pietro era impulsivo ma fedele, fu rivelato a Maria Valtorta, dopo la Pentecoste divenne paziente, umile e contemplativo. Pietro diede la vita per Gesù.

Dopo la Pentecoste avvenne anche in Pietro una sontuosa trasfigurazione spirituale e divenne veramente la Pietra non soggetta a ossidazione eretica.

QUESTA È LA MISSIONE UNICA E SOPRANNATURALE DI UN PAPA: CONFERMARE NELLA FEDE TUTTI I CATTOLICI, RIPROPONENDO FEDELMENTE QUANTO INSEGNATO DALLA SANTA CHIESA FIN DALL’INIZIO DEL CRISTIANESIMO.

Non può esserci nessuna motivazione plausibile per modificare una sola parola del vero Magistero, è impensabile che un Papa autentico possa manomettere l’insegnamento di Gesù Cristo, anche perché proprio il Signore affermò che la sua Parola dovrà restare inviolabile.

«Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno» (Mt 24,35).

Esiste l’infallibilità del Papa, ma deve considerarsi che le sue parole sono infallibili in materia di Fede e di morale se corrispondono alla Fede e alla morale del Magistero autentico della Chiesa Cattolica. Nessun Papa ha mai avuto la temerarietà di modificare la dottrina cattolica, proprio perché un Papa non ha questa autorità.

Noti professori di Teologia di tutto il mondo organizzano incontri di approfondimento per la difesa della nostra Fede e in tanti affermano che si arriverà al più violento scisma nella Chiesa. È allarmante questo disegno, saranno centinaia di milioni di cattolici a smarrirsi nelle eresie che non riconosceranno e le seguiranno come pecore smarrite prive di discernimento.

Per non sbagliare cammino e rimanere assolutamente fedeli a Gesù, meditiamo il Catechismo del 1992 contenente il vero Magistero della Chiesa.

È diviso in quattro parti:

1) la professione della Fede pdf: 1-1065;

2) la celebrazione del mistero cristiano pdf: 1066-1690;

3) la vita in Cristo pdf: 1691- 2557;

4) la preghiera cristiana pdf: 2558-2865.

Questo link apre la pagina principale http://www.vatican.va/archive/ccc_it/ccc-it_index_it.html. La conoscenza del Catechismo non farà seguire alcuna eresia!

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *