+ VANGELO (Mt 6,19-23)

bg_vangelo

Venerdì 17 giugno 2016
XI Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mt 6,19-23)
Dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore.

+ Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non accumulate per voi tesori sulla terra, dove tarma e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano; accumulate invece per voi tesori in Cielo, dove né tarma né ruggine consumano e dove ladri non scassinano e non rubano. Perché, dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore. La lampada del corpo è l’occhio; perciò, se il tuo occhio è semplice, tutto il tuo corpo sarà luminoso; ma se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
La tenebra esterna è nera, visibile nella sua oscurità perché è assente la luce.
Dove non c’è Dio c’è il male, la tenebra come uno strato di fumo nero che nasconde tutto. Il male però viene riconosciuto sempre, prima o poi si scopre la fonte di un malessere sociale o personale e i credenti che pregano, sono in grado di respingere ogni assolto nero contro la loro Fede.
Ieri in questa zona si sono verificati incendi da non attribuire all’autocombustione, è sempre la mano dell’uomo malvagio a compiere danni, senza preoccuparsi delle conseguenze. Le fiamme non si trovavano dalle mie parti ma nel paese più sopra, a circa sette chilometri, in una pineta inizialmente e poi l’incendio ha aggredito tutta la vegetazione e per lunghe ore è stato indomabile.
Anche a causa delle avverse e mai riscontrate da me, condizioni climatiche in questa zona.
In contemporanea un caldo canicolare che mi ha impressionato, è stato per tutta la giornata spietato, facendosi aiutare da uno scirocco che percuoteva implacabilmente anche tutte le innocenti persone residenti in tutta la Regione e meravigliati per tanto calore.
La concausa dello scirocco è stata impressionante, per la caratteristica propria dello scirocco. È un vento caldo proveniente dal Sud-Est e di solito soffia nei mesi di marzo e novembre, e poi raramente soffia un giorno solo, ma di tre giorni in tre giorni.
Ieri ci si sentiva come a contatto con le fiamme emanate da un sole improvvisamente impetuoso, almeno in questa zona.
Nelle zone dove questa temperatura elevata è regolare, le persone riescono a sopportarla per la mancanza del vento di scirocco. Forse capiterà qualche volta un caldo opprimente e ardente, che viene sopportato però per la mancanza del vento caldo di scirocco.
Ieri nel Nord Italia la pioggia cadeva senza pietà e il maltempo flagellava la popolazione, in Sicilia la temperatura è salita fino a 45 gradi.
Sempre ieri un hacker è riuscito a bloccare il nostro sito, provando così un sommo piacere demoniaco nel causare danni agli altri. Anche se apparentemente difficile, il tecnico sta cercando di risalire all’autore e così cercheremo di far spiegare che queste azioni oltre ad essere illegali, sono anche inique.
Si sono sprecati molti mesi nella sistemazione del nostro nuovo sito, e questo è un insegnamento in quanto tutti i mesi sprecati si potevano evitare. Bisogna coinvolgere qualcuno motivato e costante, come d’altronde è il tecnico che ha completato il nuovo sito da lanciare da una nuova piattaforma più sicura.
Oggi Gesù ci parla dei tesori che gli uomini e le donne cercano di accumulare in questa vita, questo è l’atteggiamento di chi non ha Fede oppure la sua Fede è incerta, oscillante, che poggia sulla sabbia. Molti cristiani non sono conoscitori delle fasi del cammino spirituale e non si interessano neanche, camminando alla cieca in un mondo di tenebra.
“Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!”.
È chiaro il discorso di Gesù: se il cristiano è convinto di essere nella luce ma in realtà vive immerso nella tenebra, tutto ciò che riguarda la sua persona, la sua vita, è un ammasso di tenebra. Su questo bisogna vigilare e, soprattutto, bisogna conoscersi interiormente.
I tesori accennati da Gesù sono tutte quelle cose a cui si attacca il cuore, tutto ciò che può diventare idolo e sostituisce Dio, senza una lucida cognizione da parte dei credenti. Non sono giustificati lo stesso, non possono accennare alcuna difesa se non riconoscere i propri limiti e questo avviene solamente quando si trovano in difficoltà, mentre quando tutto sembra scorrere bene, non sono in grado di fare un esame di coscienza o un’analisi interiore.
“La lampada del corpo è l’occhio; perciò, se il tuo occhio è semplice, tutto il tuo corpo sarà luminoso; ma se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso”. Qui non si riesce a stabilire la condizione dell’occhio… solo la persona interessata può capire la sua reale condizione spirituale. Ma ho scritto che le persone poco spirituali non riescono a conoscersi adeguatamente e giustificano tutti i loro errori, anche quelli macroscopici.
L’occhio non buono lo riconoscono quelle anime a cui Dio concede il dono di conoscere dentro, che guardano il volto o sentono pronunciare i nomi e sono illuminate dallo Spirito Santo, ma normalmente sono gli Angeli Custodi a rivelare la condizione spirituale degli altri.
Una rivelazione che deve servire ad aiutare chi è davanti e non a condannare. L’ispirazione è sempre volta al bene di tutti.
Il Signore oggi ci dice che è veramente discepolo suo chi si impegna ogni giorno nell’accumulare tesori in Cielo e non sulla terra.
In questa vita tutto passa e tutto si lascerà, nulla sarà portato dietro dopo la morte.
La volontà di eseguire i pensieri che arrivano alla mente, senza un semplice discernimento, è la prova di un cammino spirituale inesistente e la Madonna non riesce a proteggere chi abbraccia gli idoli o si crea idoli da adorare.
La lontananza dalla preghiera è una vera tragedia, le conseguenze le paga la stessa persona e tutto ciò attorno ad essa.
“Perché, dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore”.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *