VANGELO (Mt 7,21.24-27)

messa

Giovedì 3 dicembre 2015
I Settimana di Avvento

+ VANGELO (Mt 7,21.24-27)
Chi fa la volontà del Padre mio, entrerà nel Regno dei Cieli

+ Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel Regno dei Cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei Cieli. Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia. Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
La vita di una persona si può edificare sulle più varie fondamenta: sulla roccia, sul fango, sul fumo, sull’aria… Solo il cristiano ha un fondamento saldo, al quale appoggiarsi con sicurezza: “Il Signore è una roccia eterna”.
Questa considerazione non è più valutata dai cristiani, eppure sono gli unici ad avere la certezza di poggiare l’esistenza sulla Roccia.
Nel mondo anche quelle persone che sembrano granitiche, alla prima vera prova crollano e se non cadono in depressione vuol dire che hanno fatto ricorso a forti dosi di psicofarmaci o alle droghe che trovano con facilità perché da quanto si legge, oggi l’utilizzo delle droghe ha sostituito quasi le sigarette…
Le loro vite poggiano sul fumo… più precisamente sul nulla, non hanno alcun punto morale di riferimento e ogni occasione è buona…
Dobbiamo principalmente considerare quelle vite edificate sul fango dell’immoralità, della mentalità ingannevole e dall’unico obiettivo di truffare tutti. Le truffe si realizzano in molti modi non solo riguardo al denaro. Si conoscono incalcolabili casi di truffe mascherate da falsa cordialità, con una disponibilità adulatoria fino al ridicolo, fino a quando riescono ad ottenere quanto bramavano.
Non sempre è il denaro la causa delle truffe, nel diritto italiano, la truffa è l’ottenimento di un vantaggio a scapito di un altro soggetto indotto in errore attraverso artifici e raggiri. Truffa è anche inganno, imbroglio, tranello, frode, estorsione, complotto.
La vita edificata sul fango provoca schizzi di fango che sporcano inevitabilmente quanti si avvicinano ai portatori del fango!
Come fare allora per riconoscere quelli che edificano la loro vita sul fango?
Senza giudicare nessuno, sono gli avvenimenti e quanto ci viene raccontato da persone autenticamente sincere a formarci un’idea su qualcosa. E non è un giudizio perché non l’abbiamo prodotto senza prove morali, sono state le opere e i racconti di altri a spiegare come semina fango una determinata persona…
Proprio dal fango che rilascia con le sue opere, con le sue parole, con la doppia vita, con la malizia che tende sempre ad arrecare danni anche agli amici, si riconosce la persona che vive nell’abisso del peccato.
Noi non dobbiamo neanche ricorrere al giudizio che è sbagliato, è sempre la stessa persona a svelarsi e a mostrarsi cattiva.
Costruire la vita sul fango è il comportamento che rasenta quello degli animali, ed esistono abbondantemente le persone che non riflettono sulle conseguenze delle loro opere e sono sempre impegnati a tirare fuori il peggio dell’uomo, quello che lo identifica quasi a satana. E con il passare dei giorni diventano sempre più brutti dentro e strasvolti nel viso, non hanno il viso sereno e limpido.
Poi, c’è chi costruisce la vita sull’aria, quindi sull’evanescenza che diventa dissolvenza, e Dio non può aiutarli in alcun modo.
L’unico modo per non rovinarsi nella vita per qualsiasi avvenimento diretto o indiretto, è l’aggrapparsi alla roccia, quella roccia inamovibile che fa scaturire santi propositi e il desiderio di diventare migliori. Costruire la propria vita/casa sulla roccia che è Cristo, è stata la fortuna di miliardi di cristiani che ci hanno preceduto e adesso vivono beatamente felici in Paradiso.
C’è un modo da non trascurare per rimanere aggrappati e costruire sulla roccia: identificare la propria volontà con quella del Signore. Dio ci mostra la sua volontà ma il cristiano distratto o superficiale nella preghiera non riesce a coglierla.
La volontà di Dio è la bussola che ci indica in ogni momento il cammino che ci porta a Lui. E contemporaneamente, è il sentiero della nostra personale felicità. Il compimento della volontà di Dio ci dà anche una grande forza per superare gli ostacoli.
Il Signore ci manifesta la sua volontà attraverso i Comandamenti, le indicazioni, i consigli e i precetti della Santa Chiesa, e anche attraverso gli obblighi inerenti alla nostra vocazione e al nostro stato di vita.
Riconoscere e amare la volontà divina in questi doveri ci darà la forza necessaria per svolgerli con perfezione. Vi troveremo anche modo di esercitare le virtù umane e soprannaturali.
La volontà di Dio è strettamente collegata con la sorridente carità di tutti i giorni, col compimento del dovere, anche se difficoltoso, con l’aiuto che prestiamo, sia sul piano soprannaturale che sul piano umano, a coloro che ci stanno accanto.
Pensate sempre ad amare, perdonare, fare del bene a tutti!

1 Ave Maria per Padre Giulio

NOVENA ALL’IMMACOLATA CONCEZIONE

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
Vieni Santo Spirito, riempi il cuore dei tuoi fedeli e accendi in noi il fuoco del tuo Amore.
V. Manda il tuo Spirito, Signore, e tutto sarà ricreato.
R. E rinnoverai la faccia della terra.

Preghiamo
O Dio, che con il dono dello Spirito Santo guidi i fedeli alla piena luce della verità, donaci di gustare nel medesimo tuo Spirito la vera sapienza e di godere sempre del suo conforto. Per Cristo Nostro Signore. Amen.

Preghiera iniziale
Vergine purissima, concepita senza peccato, tutta bella e senza macchia dal primo istante, Ti venero oggi sotto il titolo di Immacolata Concezione. Il tuo Divino Figlio mi ha insegnato, attraverso la sua stima, rispetto e sottomissione a Te, quali onori e omaggi io Ti dovrei prestare.
Tu sei il rifugio sicuro dei peccatori pentiti e per questo ricorro a Te, attraverso questa Novena. Sei la Madre di Misericordia cui presento le mie miserie e Ti chiedo di aiutarmi, poiché, dopo Gesù, sei tutta la mia speranza.
Con la tua intercessione materna, Madonna piena di bontà e potere presso il Signore, Ti supplico di ottenermi questa Grazia… (chiedere la Grazia spirituale o materiale). Se ciò che Ti chiedo non è per la gloria di Dio ed il bene della mia anima, fammi avere quello che sia più conforme a entrambi. Amen!

5° GIORNO
Salvaci, o Maria!
O Vergine, bella come la luna, delizia del Cielo, nel cui volto guardano i beati e si specchiano gli Angeli, fa che noi, tuoi figli, Ti assomigliamo, e che le nostre anime ricevano un raggio della tua bellezza che non tramonta con gli anni, ma che rifulge nell’eternità.
O Maria, Sole del Cielo, risveglia la vita dovunque è la morte e rischiara gli spiriti dove sono le tenebre. Rispecchiandoti nel volto dei tuoi figli, concedi a noi un riflesso del tuo lume e del tuo fervore. (chiedere la Grazia spirituale o materiale)
Salvaci, o Maria, bella come la luna, fulgida come il sole, forte come un esercito schierato, sorretto non dall’odio, ma dalla fiamma dell’amore. Amen.
3 Ave Maria

Preghiera finale
O Cuore Immacolato di Maria, pieno di bontà, mostra il tuo amore verso di noi. La fiamma del tuo Cuore, o Maria, scenda su tutti gli uomini. Noi Ti amiamo immensamente. Imprimi nei nostri cuori il vero amore così che abbiamo un desiderio continuo verso di te. O Maria, di soave e umile Cuore, ricordati di noi quando siamo nel peccato, Tu sai che tutti gli uomini peccano. Donaci, per mezzo del tuo Immacolato e Materno Cuore, di essere guariti da ogni malattia spirituale. Fa che sempre possiamo guardare la bontà del tuo Cuore Materno e che ci convertiamo per mezzo della fiamma del tuo Amore. Amen.
Salve Regina…

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria. Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).
http://www.gesuemaria.it/perche-sostenere-il-nostro-apostolato-con-una-donazione.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito
Prima di ogni azione e prima di parlare, voglio domandarmi perché e per chi le faccio.

Pensiero
Ogni momento di tempo è un tesoro. E ogni momento che impiegherai bene, sarà un tesoro che guadagnerai davanti a Gesù. (San Giovanni Bosco)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:
http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html

“Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.

Per leggere tutti gli altri commenti
http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *