Veglia per la festa liturgica di San Pio da Pietrelcina

Veglia per la festa liturgica di San Pio da Pietrelcina
22 settembre 2021
Canto iniziale
Adoro Te
Sei qui davanti a me, o mio Signore
Sei in questa brezza che ristora il cuore
Roveto che mai si consumerà
Presenza che riempie l’anima
Adoro Te, fonte della vita
Adoro Te, Trinità infinita
I miei calzari leverò su questo santo suolo
Alla presenza Tua mi prostrerò
Sei qui davanti a me o Mio Signor
Nella Tua grazia trovo la mia gioia
Io lodo, ringrazio e prego perché
Il mondo ritorni a vivere in Te
Adorazione silenziosa
Preghiera di adorazione comunitaria
Adoriamo, o Cristo, il tuo Corpo glorioso,
nato dalla Vergine Maria;
per noi hai voluto soffrire,
per noi ti sei offerto vittima sulla croce
e dal tuo fianco squarciato
hai versato l’acqua e il sangue del nostro riscatto.
Accogli, Signore, l’intera mia libertà.
Tutto ciò che io sono, ho e possiedo, tu me lo hai dato:
tutto io ti restituisco,
e mi consegno pienamente alla tua volontà.
Dammi solo il tuo amore, con la tua grazia,
e io mi sento ricco abbastanza,
e non ti domando altro.
(dalla Liturgia romana)
Ascoltiamo la Parola di Dio
Canto di introduzione alla Parola
Ogni mia parola
Come la pioggia e la neve
scendono giù dal cielo
e non vi ritornano senza irrigare
e far germogliare la terra,
Così ogni mia parola non ritornerà a me
senza operare quanto desidero,
senza aver compiuto ciò per cui l’avevo mandata,
ogni mia parola, ogni mia parola.
Gruppi di Preghiera di Padre Pio da Pietrelcina
Seguite la strada nella quale Dio vi ha posti
2
Preghiamo…
O Padre, che hai voluto comunicare con noi in tanti modi, ma solo nel tuo Figlio Gesù hai posto la pienezza
della tua rivelazione, concedici di saper ascoltare la sua parola, di possederla nel nostro cuore e di saperla
trasmettere ai nostri fratelli. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Colossesi (3,1-17)
Se dunque siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove si trova Cristo assiso alla destra di Dio;
pensate alle cose di lassù, non a quelle della terra. Voi infatti siete morti e la vostra vita è ormai nascosta con
Cristo in Dio! Quando si manifesterà Cristo, la vostra vita, allora anche voi sarete manifestati con lui nella
gloria.
Mortificate dunque quella parte di voi che appartiene alla terra: fornicazione, impurità, passioni, desideri
cattivi e quella avarizia insaziabile che è idolatria, cose tutte che attirano l’ira di Dio su coloro che
disobbediscono. Anche voi un tempo eravate così, quando la vostra vita era immersa in questi vizi. Ora
invece deponete anche voi tutte queste cose: ira, passione, malizia, maldicenze e parole oscene dalla vostra
bocca. Non mentitevi gli uni gli altri. Vi siete infatti spogliati dell’uomo vecchio con le sue azioni e avete
rivestito il nuovo, che si rinnova, per una piena conoscenza, ad immagine del suo Creatore. Qui non c’è più
Greco o Giudeo, circoncisione o incirconcisione, barbaro o Scita, schiavo o libero, ma Cristo è tutto in tutti.
Rivestitevi dunque, come amati di Dio, santi e diletti, di sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, di
mansuetudine, di pazienza; sopportandovi a vicenda e perdonandovi scambievolmente, se qualcuno abbia di
che lamentarsi nei riguardi degli altri. Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi. Al di sopra di
tutto poi vi sia la carità, che è il vincolo di perfezione. E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché ad
essa siete stati chiamati in un solo corpo. E siate riconoscenti!
La parola di Cristo dimori tra voi abbondantemente; ammaestratevi e ammonitevi con ogni sapienza,
cantando a Dio di cuore e con gratitudine salmi, inni e cantici spirituali. E tutto quello che fate in parole ed
opere, tutto si compia nel nome del Signore Gesù, rendendo per mezzo di lui grazie a Dio Padre.
I Gruppi di preghiera di Padre Pio sono chiamati a vivere la propria storia santificando la famiglia, il
proprio lavoro e tutte le cose che fanno, nella consapevolezza che è il Signore che ha posto ciascuno di noi
sulla strada che sta percorrendo.
Da una lettera di Padre Pio da Pietrelcina ad Antonietta Vona e alla sua famiglia (Ep. III, 6, 832)
San Giovanni Rotondo 2 gennaio 1918
Mie buone figliuole, vi raccomando vivamente cotesti vostri poveri cuore: abbiate cure di renderli di giorno
in giorno sempre più grati al nostro Maestro, e fare in modo che il presente anno sia più fertile di quello già
scorso in buone opere, giacché a misura che gli anni scorrono, e che l’eternità ci si appressa bisogna
raddoppiare il coraggio ed innalzare il nostro spirito a Dio, servendolo con maggior diligenza in tutto ciò che
la nostra vocazione e professione cristiana ci obbliga. Questo soltanto può renderci grati a Dio: può farci
uscire liberi dal grande mondo che non è di Dio, e da tutti gli altri nostri nemici: questo soltanto dunque può
farci pervenire al porto dell’eterna salvezza.
Affrontiamo pure le prove della presente, a cui la divina provvidenza ci andrà sottoponendo, ma non ci
perdiamo d’animo, non ci scoraggiamo: combattiamo da forti e ne riporteremo il premio che Dio ha serbato
alle anime forti. Rammentatevi, o figliuole, delle parole che il divin Maestro rivolse un giorno ai suoi
apostoli, e che oggi le rivolge anche a voi: «Non turbetur cor vestrum»: «Non si turbi il vostro cuore». Sì, o
figliuole, non si turbino i vostri cuori nell’ora della prova, perché Gesù ha promesso a chi lo segue la sua
reale assistenza.
Deh! dunque, nelle ore di combattimento ricordiamoci di Gesù, che è con noi, e soffre con noi e per noi:
ricordiamoci di Gesù che combatte con noi e per noi: ricorriamo a lui e saremo sempre sollevati: così
operando riporteremo e canteremo sempre vittoria innanzi a Dio.
Gruppi di Preghiera di Padre Pio da Pietrelcina
Seguite la strada nella quale Dio vi ha posti
3
Vivete dunque quiete, o figliuole, seguite la strada, nella quale Dio vi ha poste, e con ogni diligenza
procurate di tenere santamente soddisfatto e contento Gesù che soffrì per nostro amore l’abbandono del
Padre suo, e col quale egli, cioè questo celeste Padre, vi ha voluto farvi accompagnare, ed a guisa d’un’ape
fabbricando accuratamente il miele della santa divozione, fate ancora la cera degli affari domestici, perché
se l’uno apporta dolcezza al gusto di Cristo, che mentre visse nel mondo si nutrì, come ci dice la scrittura, di
butiro e di miele, l’altra ridonda in gran gloria sua, perché serve per fare i ceri accesi dell’edificazione del
prossimo. Dio, che con ispecial cura vi ha preso per mano, vi guidi al porto dell’eterna salvezza: affidiamoci
a lui e non temiamo.
Gesù faccia sempre maggiormente suo i vostri cuori. Viva Gesù ed in lui vi saluto e benedico tutte una con
Giuseppina.
P. Pio, cappuccino
Omelia o momento di riflessione personale
Offerta della propria vita
Il Vangelo mette in evidenza come Gesù abbia offerto generosamente la propria vita al Padre per il bene
degli uomini. Il suo non è stato un gesto impulsivo o sconsiderato, ma faceva parte di un progetto di Dio: sin
dall’inizio il Padre sapeva che la solidarietà di Gesù con gli uomini lo avrebbe portato a dover accettare le
loro ambiguità, la loro malvagità, un processo ingiusto e la morte. L’azione dello Spirito Santo lo rende forte
e capace di trasformare tanta cattiveria in un dono di amore perfetto.
Offrire la nostra vita a Dio, quello che siamo, la nostra povertà, ma anche la povertà degli altri, quello che ci
fanno di male o non ci fanno di bene, ci unisce profondamente a Gesù; stringendoci alla sua croce,
cammineremo con lui verso la gloria.
Dopo un momento di silenzio si può recitare tutti insieme l’inno della lettera ai Filippesi
Cantico (Fil 2, 6-11)
Cristo Gesù, pur essendo di natura divina, *
non considerò un tesoro geloso
la sua uguaglianza con Dio;
ma spogliò se stesso, †
assumendo la condizione di servo *
e divenendo simile agli uomini;
apparso in forma umana, umiliò se stesso †
facendosi obbediente fino alla morte *
e alla morte di croce.
Per questo Dio l’ha esaltato *
e gli ha dato il nome
che è al di sopra di ogni altro nome;
perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi †
nei cieli, sulla terra *
e sotto terra;
e ogni lingua proclami
che Gesù Cristo è il Signore, *
a gloria di Dio Padre.
Se lo si ritiene opportuno, si pone un braciere davanti all’altare e, in segno di offerta della propria vita, ciascuno (o una
rappresentanza dei fedeli) infonde un po’ d’incenso nel fuoco.
Gruppi di Preghiera di Padre Pio da Pietrelcina
Seguite la strada nella quale Dio vi ha posti
4
Canto di offerta
Fissa gli occhi in Gesù
Fissa gli occhi in Gesù,
da Lui non distoglierli più
e le cose del mondo tu vedi svanir
e una luce di gloria apparir.
Apri il tuo cuore a Gesù,
e Lui il tuo Signor.
È venuto a salvarti morendo per te,
e con Lui risorto vivrai.
Ecco il cuor di Gesù,
che tanto gli uomini amò.
Ha versato Sangue ed acqua per te,
ama e adora Gesù.
Via, vita è Gesù,
parola di verità.
È l’icona del Padre che viene per noi,
accogliamo con gioia Gesù.
Accogli nel cuore Gesù,
è il Pane di vita per te.
Se in Lui per sempre tu resterai,
gioia e forza Lui ti dirà.
Lode e gloria al Signor,
che salva te peccator.
Alleluja alleluja tu devi gridar,
è qui il tuo Signor.
Preghiera di intercessione
Invochiamo con fede e viva speranza l’amore di Dio ed esprimiamogli le nostre intenzioni.
Preghiamo insieme e diciamo: Ascoltaci, Signore!
 Per papa Francesco: sia testimone vivente dell’amore di Dio per gli uomini. Preghiamo.
 Per tutti i governanti della Terra: lo Spirito Santo illumini la loro mente perché compiano scelte
giuste per i popoli che governano. Preghiamo.
 Per i nostri ammalati: possano sentire il conforto di Dio nella prova e offrano la loro sofferenza per il
bene delle nostre comunità e per la conversione dei peccatori. Preghiamo.
 Per la nostra comunità qui riunita: sia sempre di più accogliente e generosa nel servizio agli ultimi.
Preghiamo.
 Per i giovani in cerca della loro strada: fatti loro compagno di viaggio, Signore, e conducili alla
scoperta della loro vocazione umana. Preghiamo.
 Per i Gruppi di Preghiera sparsi in tutto il mondo: pongano il servizio della propria preghiera al
servizio della Chiesa e siano veri fari di luce e testimoni di fede. Preghiamo.
Gruppi di Preghiera di Padre Pio da Pietrelcina
Seguite la strada nella quale Dio vi ha posti
5
 Per la Casa Sollievo della sofferenza: il Signore ci aiuti a sentirla nostra nella carità e guidi tutti gli
operatori nella fedeltà alla missione consegnata a loro da Padre Pio.
Padre nostro
Preghiamo insieme
Signore Gesù,
con gioia ci prostriamo in adorazione
presso il tuo santo altare.
Con te, o Gesù,
tutto è merito di vita eterna,
tutto è luce che rischiara la vita,
tutto aiuta a proseguire il cammino
tutto è dolcezza… anche il dolore!
Tu sei fonte copiosa di purissima gioia.
Gioia che cominciamo a gustare qui,
nella valle del pianto,
e che sarà piena quando ci svelerai la tua gloria:
al gaudio della fede subentrerà quello della visione.
Signore Gesù, tu, pane vivo disceso dal cielo, ci basti.
Non abbiamo bisogno di altri.
Tu sei la nostra vita.
Tu sei la nostra gioia.
Tu sei il nostro tutto.
Ci affidiamo a te:
nostro conforto, nostro gaudio, nostra pace. Amen.
Canto eucaristico
Pane del Cielo
Pane del Cielo
sei Tu, Gesù,
via d’amore:
Tu ci fai come Te.
No, non è rimasta fredda la terra:
Tu sei rimasto con noi
per nutrirci di Te,
Pane di Vita;
ed infiammare col tuo amore
tutta l’umanità.
Sì, il Cielo è qui su questa terra:
Tu sei rimasto con noi
ma ci porti con Te
nella tua casa
dove vivremo insieme a Te
tutta l’eternità.
Preghiamo…
Signore Gesù Cristo, che nel mirabile sacramento dell’Eucaristia ci hai lasciato il memoriale della tua
Pasqua, fa’ che adoriamo con viva fede il santo mistero del tuo Corpo e del tuo Sangue, per sentire sempre
in noi i benefici della redenzione. Tu sei Dio…
Gruppi di Preghiera di Padre Pio da Pietrelcina
Seguite la strada nella quale Dio vi ha posti
6
Dio sia benedetto
Benedetto il Suo Santo Nome
Benedetto Gesù Cristo vero Dio e vero uomo
Benedetto il nome di Gesù
Benedetto il Suo Sacratissimo Cuore
Benedetto il Suo preziosissimo Sangue
Benedetto Gesù nel Santissimo Sacramento dell’altare
Benedetto lo Spirito Santo Paraclito
Benedetta la gran Madre di Dio Maria Santissima
Benedetta la Sua Santa e Immacolata Concezione
Benedetta la Sua gloriosa Assunzione
Benedetto il nome di Maria Vergine e Madre
Benedetto San Giuseppe Suo castissimo sposo
Benedetto Dio nei Suoi angeli e nei Suoi santi
Canto finale
Inno a Padre Pio
Immagine di Cristo
segnato del suo sangue
effigie della Croce
nel corpo della Chiesa.
Tu sai buon cireneo
cos’è nella tua carne
compire i patimenti
del nostro Salvatore;
Tu sai buon cireneo
cos’è portare il peso
che grava sulle spalle
dei tanti tuoi fratelli.
Il Padre che fa festa
al prodigo suo figlio
tu mostri Padre Pio
accanto a chi è lontano.
E il Padre che è nei cieli
e fa misericordia
per te fedele servo
da’ pace a chi ritorna.
O buon samaritano
di piaghe d’ogni sorta
Sollievo premuroso
di ogni sofferenza,
tu buon samaritano
rimani a noi vicino
conforto a chi è provato,
aiuto ai sofferenti.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *