VICENDA PD. ROSARIA CAPACCHIONE O GIANLUIGI TRAETTINO? QUALI VANTAGGI PER IL PARTITO DA QUESTE DUE CANDIDATURE.

Capacchione

 

Vicenda Pd a Caserta.

Altro enigma da sciogliere. Le primarie si terranno o non si terranno? Chi sara’ il candidato Sindaco per la citta’ di Caserta ? Quale decisione prendera’ il Commissario Francesco Mirabelli ?

Non e’ una situazione semplice anche perche’ il Pd vuole e deve vincere le amministrative a Caserta.

Lo impone Matteo Renzi, che ha affidato la Regione Campania con Vincenzo De Luca e che ha cominciato a presidiare la Reggia di Caserta con Mauro Felicori.

Oggi , ad esempio, la visita odierna della Reggia da parte di Francesco Rutelli , gia’ Ministro dei Beni e delle Attivita’ Culturali durante il governo Prodi, che ha sostenuto all’epoca l’attivita’ del Sindaco Nicodemo Petteruti, di cui alcuni rumors annunciano un probabile ritorno alla vita politica proprio con le amministrative 2016.

E, quasi per coincidenza , questa visita e’ capitata in occasione della giornata Fai.

Insomma , e’ chiaro che il Pd casertano sta scaldando i motori per una competizione elettorale in cui la parola d’ordine e’ : espugnare Palazzo Castropignano.

Nella prossima settimana, intanto, e’ prevista la convocazione della assemblea cittadina alla presenza del Commissario Mirabelli. Le primarie dovrebbero svolgersi il 3 aprile e la Commissione Elettorale , presieduta da Franco De Michele, rivoluzionando quanto gia’ stabilito all’inizio, ha fissato un unico seggio elettorale allocato nella Chiesa del Buon Pastore.

Ma sono in tanti nel Pd affermare che le primarie non si terranno . E se cio’ fosse vero entro la fine del mese di marzo si potrebbe giungere alla designazione di un candidato unitario.

” Credo ed auspico – dice Carlo Scatozza Coordinatore Provinciale del Laboratorio Democratico – Direzione Regionale Pd Campania- che le consultazioni primarie non si tengano a Caserta. E’ necessario un candidato che rappresenti una sintesi tra le varie anime del partito”.

Anche su questo punto lo squadrone di via Maielli non si sbottona. Eppure , fermo restando che la designazione spetta al Commissario Mirabelli, i nomi che in questi giorni sembrano essere maggiormente accreditati tra le varie fazioni del Pd sono due : la Senatrice Rosaria Capacchione , che dovrebbe rappresentare una candidatura istituzionale , e l’Ingegnere Gianluigi Traettino, che , invece, si collocherebbe come candidato espressione della societa’ civile.

Non pare , invece,avere molto rilievo la candidatura di un Magistrato come Sindaco di Caserta anche perche’, al termine del mandato elettorale, la nuova destinazione di sede giudiziaria potrebbe essere fissata dal CSM per il Magistrato ex Sindaco a migliaia di km di distanza dal luogo dove e’ stato Primo Cittadino per evitare incompatibilita’ e conflitti di interesse.

La rosa dei nomi potrebbe comprendere, dunque, Rosaria Capacchione Gianluigi Traettino .

Quali conseguenze potrebbero avere queste due candidature?

La Senatrice Rosaria Capacchione, innanzi tutto, se diventasse Sindaco di Caserta potrebbe continuare a svolgere il mandato parlamentare. Non e’ prevista, infatti , la incompatibilita’ fra la carica di Sindaco e quella di Senatore per i Comuni con popolazione superiore ai 20mila abitanti.

Ma , la soluzione , per il Pd potrebbe essere anche un ‘altra : se Rosaria Capacchione , diventasse Sindaco di Caserta, al suo posto a Palazzo Madama potrebbe subentrare Lucia Esposito , che alle scorse regionali non e’ entrata a Palazzo Santa Lucia , pur avendo riportato 12mila preferenze. E al Tavolo del Partenariato Regionale le potrebbe subentrare Dario Abbate .

Insomma, quella di Rosaria Capacchione potrebbe essere una candidatura ottimale per tutti : anche per lo stesso Carlo Marino il quale , in cambio di questo passaggio di testimonial, potrebbe chiedere al partito la garanzia per il seggio parlamentare alle politiche 2018.

Senza contare la innegabile esperienza di Rosaria Capacchione nel campo della criminalita’ organizzata da mettere in atto in una citta’ come Caserta commissariata in tutte i suoi punti istituzionali nevralgici.

Alla candidatura di Rosaria Capacchione sembra si contrapponga , altrettanto condivisa, la candidatura dell’Ingegnere Gianluigi Traettino , Presidente della Sezione Costruttori Edili di Confindustria e figlio del Pastore Traettino , l’amico fraterno di Papa Francesco per il quale il Pontefice si sobbarco’ nel 2014 ben due visite a Caserta. Una candidatura , questa, che dovrebbe essere condivisa non solo dal mondo politico, a quanto pare.

La designazione spetta al Commissario Mirabelli sempre che i diretti interessati diano la loro dispnibilita’.

Al momento tutto tace anche perche’ , si dice, che entrambi aspettino garanzie da Roma.

Ed anche se nessuno conferma questi rumors ora piu’ che mai essi sembrano essere fondati : del resto, e’ proprio il caso di dirlo, vox populi vox dei.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *