A VILLA DOMI PREMIATI I SOGNATORI IL GIORNALE LO STRILLO HA PREMIATO CHI SOGNA UNA NAPOLI MIGLIORE

Anna Maria Ghedina, Gabriella Buontempo, assessore Nino Daniele e Antonio D'Addio

 

Mariangela Petruzzelli, Alex Damiami, Fulvio Frezza vce-pres.Consiglio ComunaleDSC09088

La terza edizione si è conclusa con un successo davvero particolare: Villa Domi ha accolto in una raffinata serata di gala gli ospiti del giornale Lo Strillo, diretto da Anna Maria Ghedina, che ha istituito il premio “Il Sognatore” e al quale il Comune di Napoli ha dato il suo patrocinio morale. Un premio, unico e prestigioso, consistente in una magica e sognante scultura realizzata dal maestro Armando Jossa, è stato consegnato a 6 personalità che, secondo il parere insindacabile dell’organizzazione, sono dei sognatori, o per il loro percorso di vita, o perché hanno fatto sognare gli altri, o perché hanno realizzato i loro sogni. Sulle stupende note del brano “Ho imparato a sognare” di Fiorella Mannoia, i due conduttori giornalisti, il direttore responsabile de Lo Strillo Anna Maria Ghedina e il vice direttore Antonio D’Addio, hanno dato il via alla terza edizione ringraziando tutti gli intervenuti, amici, artisti, addetti ai lavori, giornalisti, imprenditori, autorità, ospiti e tutto il pubblico venuto per far sentire il proprio calore e affetto. Ad inizio della serata un simpatico e piacevole fuori programma: l’arrivo del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris che  ha fatto stravolgere la scaletta, a lui il premio che non aveva potuto ritirare lo scorso anno per sopraggiunti e improvvisi impegni. Questa la motivazione: “A Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, che nel suo percorso professionale e personale ha dimostrato d’essere un grande sognatore perché chi ama Napoli già fa parte di un sogno, ma soprattutto perché sta cercando con forza di realizzare il sogno di riavere una città che sia esportatrice di cultura e umanità”. Visibilmente contento e felice per il premio, il sindaco ha ringraziato e si è complimentato per questa lodevole iniziativa. A seguire sono stati premiati lo stilista Gianni Molaro per aver realizzato il sogno di stilista ed amatore dell’arte, riuscendo a calcare, con le sue straordinarie creazioni, le più importanti passerelle del mondo della fashion non abbandonando però i luoghi dei suoi inizi e lasciando un segno della sua griffe; il divo dei fotoromanzi Alex Damiani, perché nel suo percorso professionale ha dato vita ai “sogni di carta” delle tante ragazze italiane che, a partire dagli anni’60, sognavano di diventare sue partner delle grandi storie d’amore; l’attrice Miriam Candurro, perché ha realizzato in primis il sogno di essere una moglie ed una mamma felice e poi quello di farsi largo nel difficile mondo dello spettacolo conquistando, fin da subito, il suo posto al sole grazie alle sue costanti interpretazioni ottenendo importanti consensi sia dal pubblico che dagli addetti ai lavori; il pugile Patrizio Oliva, a lui è andato il premio speciale Il Sognatore – Mimì De Simone, in memoria del direttore e fondatore de Lo Strillo perché da Napoli ha saputo scalare la vetta del difficile mondo della boxe, realizzando il suo sogno di diventare campione del mondo di categoria, conquistando anche l’oro olimpico e diventando un punto di riferimento per i giovani che si vogliono avvicinare a questo sport, non disdegnando, però, di distinguersi anche in altri campi artistici. E ancora, l’attore Fabio Fulco, perché nel suo percorso di vita e professionale è riuscito a realizzare il suo sogno non solo di attore, raggiungendo una grande notorietà, ma anche di regista, rimanendo sempre una persona semplice, caratteristica che contraddistingue chi ragiona con il cuore, e un artista versatile, capace di dare efficacia ad ogni ruolo che interpreta (il premio è stato ritirato dal regista Lucio Gaudino in quanto Fulco ha avuto un imprevisto familiare) e alla produttrice Gabriella Buontempo, perché, con il suo lavoro di produttrice Rai e non solo, di donna di cultura impegnata nell’arte, ha realizzato il suo sogno di vita dando lustro soprattutto alla città che le ha dato i natali, Napoli, facendo, tra l’altro, sognare il pubblico televisivo con le fiction da lei prodotte, che raccontano tutto l’amore  e la passione che mette in ciò  che realizza. Validi collaboratori per la consegna dei premi sono stati la modella Valentina Del Vecchio e Nicola Coletta, top model e promettente attore. Nel corso della serata  tanti momenti di spettacolo, molto apprezzati dal pubblico presente in sala: la voce calda e melodiosa di Gennaro De Crescenzo; le note magiche del sassofono di Pepito Sax; la performance del mentalista Luca Volpe, che ha sbalordito gli ospiti con un esperimento davvero incredibile consistente nella previsione di cinque numeri scelti da due persone del pubblico; la verve di Lucia Cassini, una forza della natura, che ha recitato un monologo sulla donna single e si è scatenata con un omaggio ad Aurelio Fierro. Un doveroso ringraziamento a chi ha consentito la serata, ovvero Villa Domi con il suo patron Mimmo Contessa, accogliente e squisito padrone di casa, e agli sponsor: Camicerie Lombardi, Dibi Center Nausicaa di Rossella Giaquinto, la Glemart, la cooperativa dei Fiori e Mercato dei fiori di Ercolano, Moda Gold di Alfonso Somma, la gioielleria Barra, 3DI Eventi di Diego di Domenico, ASD Social Event Promotion, fotografo ufficiale Giuseppe Moggia. Tanti i giornalisti, i fotografi, gli addetti ai lavori, personalità politiche e del mondo dello spettacolo tra cui l’assessore al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele, il consigliere comunale Fulvio Frezza, i giornalisti Ermanno Corsi, Tullio De Simone, Lorenzo Crea, Nando Troise, Davide Guida, Gianni de Somma, Giuseppe De Girolamo, Harry di Prisco, Eduardo Cagnazzi, Nicola Garofano, Christian D’Antonio, Davide Ponticello, Elio Errichiello, Mario Incarnato, Armando Sanchez, Giuseppe Nappa, Luigi Farina, Valeria Rubinacci, Maresa Galli, Mariangela Petruzzelli, Maria Consiglia Izzo, Anna Feroleto, Valentina Capuano, Ida Piccolo, Lina La Mura, Manuela De Rosa, Mariapia Della Valle, Virginia Maresca, Sabrina Abbrunzo, Simona Buonaura, Sonia Ghedina, Idalba Russo, Mariantonia Iannantuoni, Stefania Santamaria, Teresa Lucianelli, Alessandra Vergara e i fotografi Maurek Poggiante, Umberto Raia, Pasquale Garofalo. E ancora, Alfonso Somma, Alessio Menna, Francesco Balestriere, Salvatore de Matteis, Giuseppe Di Napoli, Maria Grazia Gargiulo, Antonio Pugliese, Giuseppe Alfano e tanti altri modelli. Tutti ritratti nelle foto di Giuseppe Moggia. Al termine un buffet e un brindisi beneaugurante per l’arrivederci al 2019 per la quarta edizione del premio, nel frattempo non ci resta che sognare.

 

H di P

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *