venerdì 12 settembre 2014, 02:14 FESTA S.PIO 23 SETTEMBRE 2014

Festa S PIO 2014010

In: ReligioneCommenti disabilitati

sabato 6 settembre 2014, 23:14 CANCELLO ED ARNONE-PELLEGRINAGGIO ALLA CAPPELLA S.PIO(Fam.Del Prete) MAZZAFARRO

2013-09-23 003GRUPPO DI PREGHIERA S.PIO

“S.ROBERTO BELLARMINO”

CANCELLO ED ARNONE

===========

        

PELLEGRINAGGIO CAPPELLA P.PIO MAZZAFARRO(FAM.DEL PRETE)

20 SETTEMBRE 2014

 

ORE 15.30 RADUNO DAVANTI ALLA PIAZZA S.FRANCESCO(CHIESA REGINA DI TUTTI I SANTI CANCELLO).

     PERCORSO VIA P.PAGLIUCA,VIA CENTAURO.

ACCOGLIENZA

ORE 17.30 SANTA MESSA CELEBRATA DAL PARROCO DON ROCCO NOVIELLO.

DURANTE IL PERCORSO CANTI E PREGHIERE

ASSISTENZA E RITORNO IN PULLMAN

 

 

“l’angelo del signore sia sempre con voi. La benedizione del signore scenda su di voi e su tutti coloro che vi stanno a cuore”

 

                                                                                                                      P.PIO

In: ReligioneCommenti disabilitati

martedì 2 settembre 2014, 13:55 Studio Diagnostico Sidicino

STUDIO DIAGNOSTICO004

In: comunicazioneCommenti disabilitati

martedì 29 luglio 2014, 01:03 La pubblicità fa conoscere le attività del nostro territorio, fà crescere le imprese, aumenta l’occupazione

BIEMME002CLICCARE SOPRA PER INGRANDIRE2014-04-27 0302014-04-27 031

In: consigliCommenti disabilitati

domenica 2 marzo 2014, 00:43 Centro Internazionale Gruppi di Preghiera di Padre Pio 2° Corso di Bioetica e Spiritualità

 

Cenacolo S Chiara

Cenacolo S Chiara

Carissimi assistenti spirituali, animatori, membri dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio,

 

anche quest’2013-10-7 048anno l’Associazione Scienza e Vita di S. Giovanni Rotondo, in collaborazione con il Centro Internazionale Gruppi di Preghiera di Padre Pio e la Casa Sollievo della Sofferenza, ha organizzato il 2° Corso di Bioetica e Spiritualità (anno 2014) presso il Centro di Accoglienza S. Maria delle Grazie ed il Cenacolo S. Chiara di San Giovanni Rotondo. Il Corso si terrà in 4 edizioni, identiche, in formula week-end (28-30 marzo; 16-18 maggio; 3-5 ottobre; 7-9 novembre 2014).

 

E’ possibile iscriversi ad una delle 4 edizioni del Corso. Visto i numerosi attestati di apprezzamento ricevuti dai diversi membri dei gruppi di preghiera che hanno partecipato all’evento dello scorso anno, vi invitiamo calorosamente ad aderire anche quest’anno al Corso di Bioetica e Spiritualità, che rappresenta per i membri dei gruppi di preghiera (la partecipazione, comunque, è aperta a tutti) una importante opportunità di formazione su tematiche fondamentali per la vita del cristiano e di grande attualità.

 

Vi allego il programma del Corso con i relatori, la scheda di iscrizione e tutte le informazioni utili. I partecipanti al Corso potranno usufruire di tariffe alberghiere particolarmente agevolate (40 euro a persona, al giorno, pensione completa in camera doppia) presso il Centro di Accoglienza S. Maria delle Grazie-Cenacolo S. Chiara di San Giovanni Rotondo (strutture della Fondazione “Casa Sollievo della Sofferenza”, tel. 0882-456031/0882-456586, Sig.ra Francesca).

 

All’interno della prima edizione del Corso (28-30 marzo 2014) ci sarà una giornata speciale (Mendel day, 29 marzo 2014) con la partecipazione, tra gli altri, del prof. Giuseppe Noia, noto ginecologo bioeticista dell’Università Cattolica-Policlinico Gemelli di Roma.
Per ogni ulteriore informazione potete contattare il Centro Gruppi o la segreteria scientifica del corso (tel. 3387250836).

In attesa di rivedervi presto a San Giovanni Rotondo vi saluto cordialmente augurandovi ogni bene in Cristo, sotto la guida e la protezione della Madonna delle Grazie e di San Pio.

 

Dr. Leandro Cascavilla

Vice-direttore generale Gruppi di Preghiera di P. Pio

 

 

Centro Gruppi di Preghiera di San Pio da Pietrelcina
Casa Sollievo della Sofferenza
Viale Cappuccini 172
71013 S. Giovanni Rotondo FG
Tel. +39 0882410486 – Tel. +39 0882410252
Fax +39 0882452579
www.operapadrepio.it

 

 

 

 

 

In: ReligioneCommenti disabilitati

mercoledì 17 settembre 2014, 16:30 INCONTRO ALLA FELTRINELLI SULLA MOZZARELLA DOP

  Caserta, 16 settembre 2014  

L’incontro organizzato in data 16-09-2014 alla Feltrinelli nell’ambito del progetto “Letture di gusto – libri, cibo e territorio)” sulla Mozzarella DOP è stato una importante occasione di confronto e di proposte. In primo luogo si è preso atto di un primo risultato con la notizia che Obikà (brand internazionale) ha formalmente dichiarato di rivedere la campagna di marketing a livello internazionale con una nuova mappa in cui si ridà dignità alla nostra terra, inserendo Caserta come principale area di produzione della mozzarella DOP. Dopo anni di silenzio si è giunti a questo esito positivo grazie alla campagna di mobilitazione che per la prima volta ha visto unite le forze produttive, sociali, poliiche e culturali della nostra Provincia.

Come hanno sottolineato P. Iorio nell’introduzione e il direttore del Consorzio A. Lucisano questo rimane l’obiettivo prioritario per dare competitività e visibilità ad una azione di tutela e valorizzazione dei prodotti tipici e di eccellenza, unici al mondo, per salvaguardare il valore del nostro territorio. Nei loro interventi anche il presidente Camera di Commercio T. De Simone e l’assessore provinciale S. Giaquinto hanno sottolineato che occorre dare continuità alla collaborazione tra istituzioni ed enti che per la prima volta hanno condiviso un progetto: quello di promuovere una forte campagna a livello globale per le nostre eccellenze. In tal senso verrà preparato un evento per il prossimo anno sul tema: La Terra dell’oro bianco, in stretta collaborazione con la buona pratica già da anni realizzata nel salernitano con “Le strade della mozzarella” (come è emerso dal bel video presentato dal Consorzio).

Su questi obiettivi continua l’opera di vigilanza e di mobilitazione del mondo delle associazioni del terzo settore, del volontariato, della promozione sociale e culturale, del mondo sindale e delle imprese, per innescare processi virtuosi di sviluppo locale, di coesione sociale e di innovazione, per ridare dignità ed orgoglio ad una terra così ricca di risorse ed opportunità.

Ufficio stampa                                                    

In: comunicati0 Commenti

mercoledì 17 settembre 2014, 16:05 Corso di Lingua e Cultura Araba presso l’ISSR “S.Pietro”

Brochure

Brochure

Caserta – Al via, per il primo anno, il Corso di I Livello di Lingua e Cultura Arabo – Islamica fornito dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S.Pietro”, nell’ambito dei percorsi culturali e di lingua programmati per l’anno accademico 2014 – 2015, patrocinato dal Comune di Caserta e dalla Provincia di Caserta e organizzato in collaborazione con la prof.ssa Paola CasconeFunzionario network satellitare saudita “Arab Radio and Tv (ART) – Italy”,  che sarà la docente del percorso di studio.

Le lezioni avranno inizio il 15 ottobre e si svolgeranno ogni lunedì e mercoledì, dalle ore 19:00 alle ore 21:00, presso le aule dell’ISSR, per un totale di 100 ore di cui 60 ore di lingua araba, 30 ore di storia e civiltà dei Paesi arabo-islamici e 10 ore di attività seminariali, a conclusione delle quali si terrà una prova scritta e orale, con attestato accademico e riconoscimento di 12 Crediti Formativi Universitari. È inoltre previsto, per il prossimo anno accademico, un ulteriore corso di II livello con l’obiettivo di approfondire e perfezionare le conoscenze acquisite.

Durante lo svolgimento del corso sono previste visite guidate presso la Grande Moschea e l’Accademia Culturale d’Egitto a Roma, la proiezione di un film in lingua araba e uno stage (a richiesta), presso il Bourguiba Language School di Tunisi, per la frequenza di un corso bisettimanale intensivo con un docente madrelingua.

Il corso è a numero chiuso e sarà attivo con un minimo di 20 iscritti.

L’acquisizione di elementi di lingue, culture e religioni diverse dalle nostre è innegabilmente la base per il riconoscimento di quel processo multiculturale che ci sta coinvolgendo ormai da decenni e che è in continuo avanzamento. Ormai, però, l’obiettivo sociale da raggiungere non si può più limitare al solo riconoscimento di una realtà multiforme, ma ha il compito di dare una risposta educativa nel riconoscere la propria e l’altrui identità e percorrere finalmente insieme la strada della civile convivenza. In questo lungo percorso, la conoscenza della lingua è il primo traguardo a cui arrivare.

Per iscriversi al Corso è possibile scaricare la modulistica dal sito www.scienzereligiosecaserta.com, dal quale si può consultare anche la Brochure Informativa del percorso di studio, e consegnare, entro e non oltre il 10 ottobre 2014, la domanda presso la segreteria dell’ISSR “S.Pietro” al primo piano della Diocesi di Caserta, in Piazza Duomo -11. Per qualsiasi altra informazione si può chiamare ai seguenti numeri di telefono: 0823 214573 – 0823 214557, oppure scrivere ai seguenti indirizzi mail:segreteria@scienzereligiosecaserta.com – comunicazioni@scienzereligiosecaserta.com.

 

In: comunicati0 Commenti

mercoledì 17 settembre 2014, 15:58 Tribunale di Milano Esposta a fumo passivo, iI datore paga al dipendente il danno «esistenziale» perché non fa rispettare il divieto

 di Giovanni D’AGATA

sigarette

sigarette

. Risarcimento di 10 mila euro al lavoratore che ha la postazione nella zona in cui i colleghi passano con la sigaretta accesa: l’omissione su di una condotta proibita dalla legge viola un diritto fondamentale

 

Per anni è stata esposta al fumo passivo delle sigarette dei suoi colleghi vigili, e per questo il Comune dovrà risarcirla con 10mila euro.. A tanto ammonta il risarcimento del danno non patrimoniale da fumo passivo liquidato al lavoratore dipendente: l’inerzia del datore che non risulta in grado di far rispettare il divieto in modo da non nuocere ai dipendenti riguarda una condotta espressamente vietata dalla legge, la 3/2003, e ostacola l’esercizio da parte del prestatore d’opera di un diritto fondamentale quale quello garantito dall’articolo 4 della Costituzione. È quanto ha sentenziato in agosto il tribunale di Milano (giudice Riccardo Attanasio). Il giudice di merito, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” , ha accolto nella parte del danno, definito esplicitamente «esistenziale» nel dispositivo, il ricorso della dipendente comunale.Non si configura il mobbing da parte dell’amministrazione nelle condotte denunciate dalla lavoratrice, nell’ambito di un lungo e complesso rapporto con l’ente. Fatto sta che trova invece ingresso la censura sul danno da fumo passivo che ha provocato alla vigilessa cefalea, difficoltà respiratorie e bruciore agli occhi, certificati dai medici. Il tutto perché la postazione della lavoratrice al comando è costituita da uno spazio ricavato da un corridoio che è utilizzato dai colleghi per andare a fumare all’esterno: come confermano i testimoni è ben possibile che altri dipendenti passino nei pressi con la sigaretta accesa o si fermino a tirare le boccate proprio in prossimità dell’ingresso. Di fronte alle lamentele dell’interessata nulla ha fatto l’ente datore per ottenere il rispetto del divieto da parte degli altri lavoratori. Il disagio patito dalla dipendente comunale, scrive il giudice, è «causa di possibili danni alla salute nel lungo periodo» e sicuramente conculca l’esercizio del diritto al lavoro che, ricordiamolo, consente la «libera espressione della personalità nelle formazioni sociali»: determinante risulta l’omissione dell’amministrazione nel pregiudizio di natura non patrimoniale patito dalla vigilessa e che deve ritenersi sia stato liquidato in via equitativa. Le violazioni di cui si sono resi responsabili alcuni vigili, gli stessi che sono chiamati poi a multare i locali pubblici in cui qualcuno fuma nonostante il divieto, sono proibite dal comma 20 dell’articolo 52 della legge Finanziaria 2002, con multe che variano da 25 a 250 euro. Il doppio se la violazione è commessa in presenza di una donna in evidente stato di gravidanza o di bambini fino a dodici anni.

In: curiosità0 Commenti

mercoledì 17 settembre 2014, 01:30 DALL’EPISTOLARIO DI P.PIO

17/9

SIATE LIBERI E LASCIATE CHE GESU’ LIBERAMENTE OPERI IN VOI

E VOI PREPARATEGLI UN CUORE MONDO, UN CUORE CONTRITO,

SCEVRO DA OGNI TURBAMENTO, STANTE CHE OGNI TURBAMENTO

E’ GRANDE IMPEDIMENTO ALLE LIBERE OPERAZIONI DIVINE

Ep. III,p.1482013-09-23 002

In: Religione0 Commenti

mercoledì 17 settembre 2014, 00:05 CHI FORAGGIA E ARMA L’ISIS? QUALI SONO I VERI OBIETTIVI?

Armi sequestrate da Guardie giurate dell'EMPA

di Raffaele Cardillo

L’ISIS questo fantomatico esercito islamico d’ispirazione Jihadista che ha lo scopo precipuo di introdurre la Sharia (legge islamica) ripristinando, in tal modo, le antiche regole dettate dal Corano, una sorta di pulizia etnica ferocemente eseguita da questi gruppi sanguinari con decapitazioni e macellazioni di massa, supportata da un’intransigenza religiosa e un’intolleranza verso altre confessioni.

Una logica stridente quello dello sterminio propugnata dal sedicente Stato Islamico, attuata con ferrea determinazione e rivolta verso tutti gli oppositori di qualsiasi credo.

Una vera ecatombe che sta sovvertendo i già precari equilibri di un Medio Oriente, surriscaldato dalle mire egemoni di Stati Ombra, che guazzano in questo verminaio per attuare la disgregazione di popoli sovrani, una rivisitazione del “divide et impera” sempre di scottante attualità.

Uno degli obiettivi appetitosi da colpire è il già martoriato Iraq che, continuamente lacerato da divisioni di ordine religioso vedi gruppi Sunniti e Sciiti, resta il bersaglio preferito delle Monarchie del Golfo d’ispirazione Sunnita, che propendono per una restaurazione del Gruppo Dirigente di tale religione, defenestrato dalla passata guerra denominata “desert storm”.

Alle già citate Monarchie, si associano gli Usa, la Gran Bretagna, la Francia e la Turchia che soffiano sul fuoco della rivolta finanziando e armando questa banda di tagliagole.

Il loro disegno e frammentare lo Stato dell’ex Raiss Saddam Hussein in tre piccole entità territoriali ossia quella di pertinenza dei Sunniti, degli Sciiti e dei Curdi.

Una ridisegnazione delle carte geografiche a proprio uso e consumo.

Altro Stato preso di mira è la Siria che mal sopporta ingerenze del mondo Occidentale, anche perché apertamente schierato con la Russia e di religione Sciita.

Situazione non digeribile e quindi il riversarsi delle armate del drappo nero nel territorio siriano.

Il motto di questi pseudo-oscuri complottisti è la destabilizzazione dell’intera area mediorientale e spuntare le armi al vicino Iran di religione Sciita, potenziale detentore dell’Atomica e acerrimo nemico di Israele, possibile membro della combriccola di cui sopra.

Lo Stato degli Ayatollah ha sempre rappresentato un spina nel fianco, una minaccia reale per il mantenimento dell’equilibrio di forze in quella delicata zona del mondo.

Un’apparente guerra di religione che maschera invece, interessi di un imperialismo strisciante che, ghermisce con i suoi artigli, fette di territorio ricche di oro nero e sottoponendole alla loro sfera d’influenza.

Questo esercito mercenario di estremisti settari tutto dedito a nefandezze di ogni specie, sta superando il limite dell’umana decenza, atrocità e carneficine si ripetono con un ritmo impressionante, destando il raccapriccio della Comunità Internazionale.

Questa infernale creatura, un novello Frankenstein che si ribella e si scioglie dai vincoli del suo creatore, non soggiacendo più agli ordini imposti autoproclamandosi l’unico depositario del credo islamista.

Un ammutinamento non concordato che è letteralmente sfuggito di mano alla consorteria guerrafondaia e ora per darsi una patina di paladina della legalità e di tutela delle minoranze, innesca una sorta di reazione bombardando postazioni Isis, cercando di contenerne le avanzate strepitose.

Ancora una volta l’amministrazione nordamericana e i suoi alleati, dimostra l’assenza di una strategia di vasto respiro e una diplomazia non perfettamente all’altezza nel contesto internazionale.

Queste evidenti leggerezze e approssimazioni, possono generare gravi ripercussioni nello scacchiere mediorientale, alimentando desideri di rivalsa forieri di spaventose conseguenze per il futuro dell’Umanità.

In: comunicazione0 Commenti

mercoledì 17 settembre 2014, 00:04 MATESE TERRA di PACE. MERCOLEDI 17 SETTEMBRE arriva ad AILANO la “FIACCOLA DELLA PACE”

antonio alfano fiaccola pace

antonio alfano fiaccola pace


 
A 100 anni dallo scoppio della 1a GUERRA MONDIALE la “FIACCOLA della PACE” continua la sua nobile missione, per portare Luce nell’oscurità della notte in questi tempi colpiti dall’emergenza e da un’inaudita violenza. Dopo la tappa nei comuni di S. Angelo d’Alife dove tre anni fa fu piantato il primo Albero della Pace del Parco regionale del Matese, e dopo la tappa nel borgo di Raviscanina, la Fiaccola della Pace passerà mercoledi 17 Settembre per il comune di Ailano, in preparazione della Giornata Internazionale della Pace indetta dall’Onu che quest’anno si celebrerà il prossimo 20 settembre nel borgo matesino di Valle Agricola. Di seguito si riporta il programma del passaggio della Fiaccola della Pace per il giorno 17 Settembre ad Ailano: ore 19:45 ritrovo nella piazza antistante il Comune. A seguire si snoderà un corteo costituito dalle istituzioni e società civile di Ailano capeggiate dal Sindaco Dott. Vincenzo Lanzone, con la presidente e i rappresentanti del direttivo del “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio” della provincia, promotori dell’iniziativa ed i rappresentanti dei comuni matesini che hanno ospitato il recente passaggio della Fiaccola della Pace. Il corteo si snoderà in direzione del Monumento dedicato ai caduti di tutte le guerre. Giunti sul luogo della memoria si farà un minuto di silenzio per ricordare tutte le vittime innocenti delle guerre, poi il rappresentante di Pace delegato, darà lettura dell’ Appello nazionale per il riconoscimento del diritto umano alla Pace ( dallo ius ad bellum allo ius ad Pacem), lanciato dalla rete nazionale in occasione del 100° anniversario dello scoppio della 1a guerra mondiale che seminò solo morte e distruzione. Al termine della lettura l’appello verrà consegnato al Sindaco rappresentante Istituzionale della Comunità di Ailano, in segno di impegno, seguirà un breve saluto di Pace da parte del primo cittadino. Per tutte le info sull’evento, contattare il Sindaco di Ailano Dott. Vincenzo Lanzone. Altre info reperibili sulla pagina ufficiale dell’ evento “Matese Terra di Pace”: http://www.facebook.com/mateseterradipace

 

 

 

In: sociale0 Commenti

mercoledì 17 settembre 2014, 00:00 Casal di Principe, si terrà il primo incontro dedicato al volume “Manuale di napoletanità”

Comunicato

Mercoledì 17-09-2014 ore 18,00 nell’Aula Consiliare del Comune diPiazze del saperecon il simpatico Amedeo Colella (autore di diversi volumi su cultura e cucina partenopea). In quella occasione verrà presentato il Protocollo d’intesa sottoscritto tra il sindaco del Comune Renato Natale ed il coordinatore Piazze del Sapere Pasquale Iorio per promuovere la cultura come fattore di coesione sociale, per educare alla cittadinanza e legalità democratica, per apprendere            sempre.
In questa ottica si sta programmando un percorso di incontri ed eventi, seminari e manifestazioni nel territorio un  tempo ingiustamente definito “regno dei casalesi”.
Come è stato scritto in un
Appello rivolto al mondo dell’arte e della cultura:                                “Ci sembra doveroso sostenere lo sforzo che stanno avviando per il riscatto civile e sociale di una comunità, per ridare dignità ai casalesi in quanto cittadini consapevoli e responsabili in un’opera di rinnovamento istituzionale e culturale, con una battaglia a tutto campo contro i poteri forti della criminalità e corruzione politica. Sarebbe bello poter avere al nostro fianco in questo percorso della cittadinanza democratica alcune personalità della cultura, alcuni dei quali – come caso di Fausto Mesolella, di Toni e Peppe Servillo, di Antonio Pascale, di Fausta Vetere, Massimo Sfogli, Luca Rossi ed altri – sono figli di questa Terra che noi continuiamo a considera Felix,        nonostante            i            veleni e i fuochi”.
A questo invito ha già risposto
Francesco Piccolo per presentare il tuo ultimo libro “Tutti” (vincitore del Premio Strega 2014) – magari con il suo amico Roberto Saviano in videoconferenza. Insieme con lui si sono già dichiarati disponibili a scendere in campo intellettuali del calibro di Marino Niola ed Elisabetta Moro per parlare di dieta mediterranea; il famoso giornalista e scrittore Antonio Lubrano ed altri del nostro territorio.

Gli eventi si terranno nella sala del Consiglio Comunale, oggi simbolo della riscossa politica e civile, come luogo di socialità e partecipazione consapevole per costruire una nuova democrazia fondata su valori di condivisone e innovazione.

Ufficio Stampa

In: Cultura0 Commenti

martedì 16 settembre 2014, 23:55 Pietramelara. Le cantine del borgo, luogo di incontro e di cultura

 
Le cantine del borgoFervono i preparativi per la seconda edizione de ‘Le cantine del borgo’, in programma nei giorni 11 e 12 ottobre a Pietramelara. Direttore artistico della manifestazione sarà il poliedrico artista Gino Lauro che sta già provvedendo, con passione e impegno, ad impartire le disposizioni affinché il programma sia realizzato in maniera impeccabile. Gianluca Spiniello, Presidente dell’associazione ‘I giovani crescono’, organizzatore dell’evento, promette due serate di grande spessore grazie anche alla collaborazione con le altre associazioni locali quali la Pro Loco Pietramelara, la compagnia teatrale ‘Liberi Liberi’, l’associazione culturale Artes Loci e l’associazione Work in Progress. “Il mio intento e quello dell’associazione ‘I giovani crescono’ - dichiara Spiniello - è quello di confidare nella collaborazione delle altre associazioni dove non è importante apparire, ma valorizzare attraverso una iniziativa come questa la bellezza e l’immagine del borgo medioevale”. Scopo della manifestazione sarà, dunque, la valorizzazione delle eccellenze storico culturali ed enogastronomiche di cui è ricca Pietramelara. Saranno tante le cantine e molte le occasioni di divertimento grazie al ricco programma che vedrà assicurata la presenza di artisti di strada. Ci sarà, inoltre, una rievocazione di giochi praticati anticamente che coinvolgeranno anche i visitatori. Numerose le sorprese tra cui la cantina di Bacco e la danza dei tini. Il percorso del centro storico è oggetto, in questi giorni, di lavori che permetteranno un allestimento scenografico che esalterà la bellezza del luogo. Da apprezzare il coinvolgimento di numerosi giovani che, con grande entusiasmo e lodevole impegno, stanno predisponendo le stradine del centro storico prevedendo un sicuro successo della manifestazione. Il consigliere comunale Antimo De Cesare, anch’egli coinvolto nell’evento, risalta la lodevole sinergia che si è creata tra le associazioni, grazie anche all’entusiasmo ed alla competenza degli organizzatori e dei giovani, sintomo, questo, di forte amore verso il proprio paese. Il Dottor Carmelo Mitrano curerà l’aspetto culturale, illustrando e spiegando i siti di maggiore interesse storico, mentre l’architetto Nunzio Marco Della Torre curerà la valorizzazione dell’enogastronomia ed in particolare dei prodotti tipici del monte maggiore. Divertimento, spettacolo e cultura: questo offrirà l’appuntamento con la seconda edizione de ‘Le cantine del borgo’, in programma nei giorni 11 e 12 ottobre a Pietramelara.
 
Andrea De Luca

 

In: prodotti tipici0 Commenti

martedì 16 settembre 2014, 23:48 Caserta –Suono della campanella di inizio delle attività scolastiche presso l’istituto delle Suore Riparatrici del Sacro Cuore

Festa Suore Riparatrici  (Salvatore Candalino) -

Suono della campanella di inizio delle attività  scolastiche presso l’istituto delle Suore Riparatrici del Sacro Cuore con la tradizionale festa dell’accoglienza, momento significativo di incontro per le varie componenti della prestigiosa scuola casertana. Una giornata carica di simboli, che  gli alunni ricorderanno sempre tra i momenti più belli della loro vita scolastica. “Il tema che ci accompagnerà in questo nuovo anno scolastico è “TECNOLOGIA SI, MA…”, dichiara la Superiora Suor Cecilia Guida.  E’ stato scelto questo slogan perché la tecnologia condiziona molto la nostra vita, ma in modo particolare quella dei bambini. Perciò vogliamo fornire loro delle direttive importanti affinché la tecnologia, affiancata dai valori, diventi per i nostri alunni un trampolino di lancio per vivere bene”. Don Gianmichele, padre spirituale dell’istituto, ha celebrato la Santa Messa. Un alunno di terza media e uno della classe V della scuola Primaria hanno alzato le bandiere, mentre veniva ascoltato l’inno di Mameli.

 

Sono stati deposti dei fiori ai piedi della  Madonna affinché il lavoro di ogni giorno di scuola si trasformi in fiori profumati offerti alla  Madonna. Un allievo della scuola media, uno della primaria e uno dell’infanzia hanno portato un bonsai di ulivo, simbolo di pace. Sarà poi sistemato nel corridoio della scuola, per ricordare l’impegno preso dai ragazzi di operare e vivere per la pace.

 

Significativo il momento dell’accoglienza degli alunni di prima classe da parte di quelli più grandi con la consegna di una bandierina di benvenuto. Volo di palloncini e di pergamene, per far giungere simbolicamente, ma significativamente,  ad altri ragazzi ed insegnanti un messaggio augurale di  buon anno scolastico.

 

 

 

In: Scuola0 Commenti

martedì 16 settembre 2014, 23:40 Mind the Bridge arriva a Caserta per conoscere da vicino i progetti di 012 Factory. Appuntamento al Vovo Pacomio in via Mazzini giovedì alle 10

COMUNICATO STAMPA

2014-07-19 013012 Factory, primo centro di contaminazione multidisciplinare in Italia per l’imprenditoria innovativa, incontra Simona Bielli, global operation della fondazione italo-americana “Mind the Bridge”, scelta per guidare la Startup Europe Partenership (Sep) dal commissario Neelie Kroes, vicepresidente della commissione europea e responsabile per la Digital Agenda.

Un appuntamento davvero prestigioso che si svolgerà giovedì 18 settembre a partire dalle ore 10 al Vovo Pacomio di via Mazzini a Caserta. Simona Bielli verrà per analizzare i progetti dell’Academy e conoscere più di vicino quello che sta succedendo all’interno dell’universo 012 Factory. Mind the Bridge, infatti, guiderà il progetto Sep: la prima piattaforma paneuropea dedicata alla crescita delle startup del vecchio continente per portarle a competere a livello globale. Il programma  mira concretamente a costruire un ponte tra l’ecosistema delle startup, da una parte, e le grandi corporate e gli investitori, dall’altra; un obiettivo condiviso, oltre che da Mind the Bridge e Nesta, anche da tutti i soci fondatori del progetto, grandi aziende (da Telefonica a Orange), istituzioni finanziarie (BBVA), fondi di investimento (European Investment Fund, parte dell’European Investment Bank Group) e le più importanti e attive università europee (Cambridge University, IE Business School e Alexander von Humboldt Institute for Internet and Society).  

L’evento speaker con Mind the Bridge rappresenta un’ulteriore conferma della validità del modello messo in piedi da 012 Factory, che ha portato il centro di viale Carlo III a rappresentare le eccellenze del Mezzogiorno all’Expo delle startup di Milano. La prima Academy in Campania per la formazione delle aziende innovative e primo centro di contaminazione multidisciplinare in Italia per l’imprenditoria innovativa ha ricevuto, inoltre, interessamenti dai Paesi Arabi e dal Cile per adattare il modello 012 Factory all’interno di altri contesti territoriali. Insomma si prospettano nuove collaborazioni e nuove sfide che valorizzano ulteriormente l’eccellenza del made in Italy ed il capitale umano.

In: Informazione0 Commenti