Consiglio Comunale di Caserta. La denuncia di Enzo BOVE: ignorata l’opposizione.

COMUNICATO STAMPA del 13 GIUGNO 2020

 Consiglio Comunale di Caserta. La denuncia di Enzo BOVE: ignorata l’opposizione.

“E’ stato convocato per martedi 16 giugno – dichiara il consigliere comunale di Città Futura Enzo BOVE – in seconda seduta il Consiglio Comunale con un ordine del giorno sui generis. Nell’ ultimo Consiglio Comunale si era discusso solo ed esclusivamente di emergenza Covid ritenendo giusto rinviare, in una fase successiva, tutte le mozioni che solitamente sono presentate dall’opposizione. Leggendo la convocazione si può notare che non c’è spazio per le mozioni e l’opposizione non ha la possibilità di presentare nessuna proposta e né ha la possibilità di far sentire la propria voce. Evidentemente la fase di collaborazione è terminata e l’Amministrazione ha voluto con un colpo di spugna annullare tutto il lavoro di mediazione e di collaborazione che abbiamo avuto durante l’emergenza sanitaria che ha bloccato   l’intero Paese e non solo.”

 Sono nove i punti all’ordine del giorno e sostanzialmente riguardano approvazioni di delibere della maggioranza.

“Sono stati inseriti due argomenti – continua BOVE –  la ristrutturazione dello Stadio Pinto e l’istituzione della Fondazione S. Leucio che non vedo prioritari in questo momento per la Città. Sarebbe stato più opportuno parlare dell’occupazione del suolo pubblico, dando linee guida chiare a tutti quei gestori che, viste le restrizioni nazionali, occupano gli esterni dei propri locali per cercare di limitare i danni economici   che questa crisi, purtroppo, sta portando. Senza un regolamento, ancora una volta, i ristoratori, i gestori di bar si troveranno a brancolare nel buio facendo, magari, acquisti non conformi a quanto verrà poi regolamentato. Mi meraviglio, come consigliere e come cittadino che questo argomento non sia stato messo al primo punto ma al sesto ed inizio a credere che difficilmente potrà essere discusso in quella seduta. Mi sarei aspettato una relazione anche sulla nuova collocazione del biodigestore per conoscere eventualmente quali siti sono stati presi in considerazione dopo la bocciatura della zona Ponte Selice. Infine, come rappresentante di Città Futura chiedo scusa a tutti quei cittadini che si erano affidati a noi per portare in Consiglio Comunale la loro voce che riguarda un sacrosanto diritto, ossia più aree di sosta per i portatori di handicap. Purtroppo non riusciremo a dare risposte perché si è pensato bene di escludere l’opposizione da ogni tipo di discussione venendo meno al principio di democrazia.”

MOVIMENTO CITTA’ FUTURA

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *