ESTINZIONE ANTICIPATA DEI MUTUI CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI PER IL COMUNE.

 

Nell’ottica di ridurre le spese e, di conseguenza, l’indebitamento, l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Avv. Andrea Maccarelli, nelle scorse settimane, ha deciso di estinguere con largo anticipo la gran parte dei mutui in ammortamento che, dopo un’attenta disamina ed un calcolo per il rimborso prima della normale scadenza, saranno onorati con l’avanzo di amministrazione libero.

In tal modo, è stata ridotta da subito anche l’incidenza della spesa degli interessi passivi e delle quote di capitale per ammortamenti sui bilanci futuri, atteso che il rimborso anticipato comporta l’alleggerimento della rigidità della struttura del bilancio dell’Ente, a decorrere da quest’anno, nel quale si avranno a disposizione risorse aggiuntive da destinare all’attività del Comune.

Verranno liberati così fino al 2032 risorse per oltre 2 milioni e 222 mila euro.

Tra i mutui estinti finora, figura anche quello ventennale per la realizzazione del parcheggio multipiano, opera per la quale il municipio nel 2012, quando era ancora amministrato dalla maggioranza del sindaco Vincenzo D’Errico, chiese ed ottenne un prestito di poco superiore al milione e 650 mila euro, impegnandosi a restituire fino al 2032, con rate semestrali, la somma totale di oltre 2 milioni e 574 mila euro, di cui un milione di euro solo di interessi passivi.

Una scelta scellerata per un comune così piccolo e per le sue casse, tanto che non appena insediatasi, nel novembre 2013 l’attuale compagine di Progetto Presenzano retta dal primo cittadino Maccarelli avvió un lavoro di riduzione dell’indebitamento in scia con quanto promesso in campagna elettorale, partendo dall’estinzione del prestito per il parcheggio.

“A causa dei mutui contratti dalla precedente amministrazione, c’era una situazione debitoria che comportava il pagamento di quasi 500.000 euro all’anno. – spiega il
Sindaco Maccarelli – Così due anni fa il primo passo con il taglio dell’importo annuo della rata da 500 mila a 370 mila euro circa, ora il secondo step di estinzione di tutti i mutui possibili vedrà una rata di soli 70 mila euro che decrescerà man mano negli anni.
In 2 anni e mezzo di governo cittadino, la nostra amministrazione ha ridotto l’indebitamento di quasi 430 mila euro, consentendo così di liberare somme per destinarle a servizi e iniziative per la comunità”.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *