GIOVEDÌ 11 APRILE, ORE 17, IL DOTT. OSCAR BOBBIO A “LA CANONICA” – CASERTA, PIAZZA ALFONSO RUGGIERO (ALLE SPALLE DEL COMUNE) CON LA CONFERENZA “DEMOCRAZIA E LEGALITÀ”: TESTIMONIANZE E RESPONSABILITÀ. COORDINA ANNA GIORDANO, SEGUE DIBATTITO.

Microsoft Word - Invito DA SUD 4.doc

 

 

Il dott. Oscar Bobbio ha concluso la sua unga carriera di magistrato come Presidente del Tribunale di Torre Annunziata ed è noto al grosso pubblico per aver ricoperto in precedenza, presso il Tribunale di Santa Maria C.V. prima l’incarico di Presidente di sezione penale e poi quello di Presidente di Corte di Assise, durante i quali ha trattato, tra gli altri, il processo Cutolo, a carico della Nuova Camorra Organizzata, il processo Scalzone, nei confronti di Francesco Schiavone e del clan camorristico dei Casalesi, e i  processi per gli omicidi  di  Francesco Imposimato e di Don Giuseppe Diana.

Docente universitario in materia di diritto processuale penale, diritto tributario e diritto civile, è stato Assessore alla legalità ed al contenzioso presso il Comune di S. Maria C.V. dal luglio 2016 al luglio 2018, svolgendo anche le funzioni di vice Sindaco, durante l’amministrazione retta dall’avv. Antonio Mirra.

La sua conferenza “Democrazia e legalità: testimonianze e responsabilità” trae origine dalla necessità di aprire l’orizzonte alla vita di relazione e di cittadini, per una concreta testimonianza dei valori cristiani, dentro e fuori la Chiesa, partendo dalla constatazione del progressivo degrado della democrazia.
Auspice di un impegno responsabile in un tessuto sociale afflitto dalla presenza di una criminalità organizzata e da una diffusa corruzione, che compromettono un equilibrato sviluppo economico e sociale, Il dott. Bobbio illustrerà anche l’esperienza avuta per due anni nell’amministrazione comunale di S. Maria C.V., come assessore alla legalità e vice-sindaco, incarico svolto a titolo gratuito, accettato per amore della sua città natale e spirito di servizio, proprio in quanto credente. In questo ambito illustrerà l’impegno profuso per l’attuazione della recente normativa anticorruzione e la stesura del piano per la trasparenza e l’integrità e la conseguente necessità di stimolare un cambiamento culturale che coinvolge non soltanto il personale amministrativo ma anche ciascun cittadino. Come forse è già noto ad alcuni, a tale fine il dott. Bobbio ha già realizzato un protocollo d’intesa per l’Educazione alla Legalità tra il Comune di Santa Maria C.V. e le autorità pubbliche, religiose e laiche, con le Direzioni scolastiche di tutti gli istituti comprensivi presenti sul territorio comunale. Grazie a tale protocollo d’intesa sono state maturate interessanti e proficue esperienze innanzitutto nel campo del bullismo e cyberbullismo e, successivamente, delle dipendenze dalle droghe, dall’alcool, dai giochi.
Con il coinvolgimento delle istituzioni religiose per il dott. Bobbio emerge che l’impegno di partecipazione attiva non può non riguardare anche la Chiesa, come ribadito anche nel documento approvato dal Meic a Camaldoli, al termine della settimana teologica nell’agosto 2018, laddove si evidenzia che la sinodalità è una dimensione costitutiva della Chiesa, da realizzare nell’esperienza ordinaria delle nostre comunità.
Per il dott. Bobbio è auspicabile che proprio, con gli strumenti della democrazia e della sinodalità, attraverso un collegamento delle associazioni ed una sinergia delle forze migliori della società, possa attivarsi un percorso che faccia prevalere la solidarietà e legalità, in un contesto gravemente funestato dalla paura e dall’egoismo Si invita a partecipare

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *