Gran Cono del Vesuvio

DIGITAL CAMERACare cittadine, cari cittadini,

 
mentre sul Gran Cono del Vesuvio sta per ripartire la stagione turistica e Direttore dell’ente Parco e comune di Ercolano, supportati da un tavolo di confronto composto da  associazioni e operatori economici, dagli enti suddetti meritoriamente convocato, decidono, giustamente, di vietare l’accesso dei pullman Gran Turismo da quota 400 in su e di limitare l’acceso ai soli minibus di 9 m e rotti;
 
mentre, su proposta di cittadini per il Parco, i suddetti enti riflettono se sia il caso di aprire un tavolo di confronto con associazioni e operatori economici, per discutere della riqualificazione e riassetto complessivo di tutta l’area del Gran Cono, progetto del trenino a cremagliera compreso e ricercare soluzioni definitive e condivise per uscire finalmente dalla eterna emergenza e modificare radicalmente la pessima immagine che l’area del Gran Cono offre quotidianamente ai visitatori;
 
mentre è scaduta la convezione tra ente Parco e guide vulcanologiche e ci piacerebbe sapere se e a quali condizioni l’ente Parco intende rinnovarla;
 
mentre tutto questo accadeva e accade, il Consiglio Direttivo dell’ente Parco, quasi di soppiatto, nella seduta del 12 febbraio ha approvato la proposta di Regolamento del Piano del Parco, oggi alla attenzione della Comunità del Parco.
 
Dopo più di quattro anni, con un piede fuori della porta, il Consiglio Direttivo fa dunque quello che per legge andava fatto o contestualmente alla approvazione del Piano o, al massimo, entro sei mesi dalla sua approvazione. Saluta e se ne va.
 
Infatti, pochi giorni dopo, il Ministro dell’ambiente uscente, nomina Ugo Leone commissario dell’ente per sei mesi (il che non esclude che la nomina del nuovo Presidente possa intervenire prima della scadenza del periodo di commissariamento)
 
Abbiamo chiesto e ottenuto il testo del Regolamento e lo stiamo studiando. Venerdì prossimo (dopodomani) riuniremo un tavolo tecnico con professionisti di varie discipline (tutti volontari) per preparare degli emendamenti. 
 
Possiamo subito dirvi che, a nostro avviso, la proposta di Regolamento, va modificata in più punti e sostanziali.
 
La Comunità del Parco si è riunita nei giorni scorsi e ha rifiutato di dare il suo parere, obbligatorio per legge ma non vincolante, chiedendo al commissario Leone di creare un gruppo di lavoro coordinato dai progettisti del Piano, all’interno del quale valutare le proposte di modifica dei comuni al Regolamento.
 
Per parte nostra chiederemo di poter essere convocati a quel tavolo e di poter presentare le nostre osservazioni.
 
Ma chi è titolato oggi a revisionare la proposta di regolamento approvata dal Consiglio Direttivo? 
Il Consiglio Direttivo stesso, naturalmente, ma, nel nostro caso, il Consiglio Direttivo è decaduto. Quindi la potestà e la responsabilità di accogliere le proposte di modifica è tutta del commissario Leone. Vorrà Leone, che non ha brillato in questi anni per spirito di iniziativa, assumersi questa responsabilità? Ad oggi non lo sappiamo, ma la questione dovrebbe essere chiarita a breve. In caso contrario, per quello che ci è dato sapere, la Comunità pare intenzionata a bloccare l’iter di approvazione del Regolamento negando il suo parere sino alla nomina del nuovo Consiglio Direttivo.
 
Tutti coloro che desiderano contribuire alla analisi del testo del Regolamento possono contattarci via mail.
 
 
P.S.
Non dimenticate di farci pervenire le vostre proposte di escursione, visita, ecc. per la nuova edizione di Girando intorno al Vesuvio !!!
 
Saluti
 
Giovanni Marino
 
 
 
 
— 

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...