La patrona degli aeronauti a Caserta

Il programma della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare 

Dal 24 al 26 luglio, la statua della Madonna di Loreto sarà esposta al Sacrario ai caduti dell’A.M. e  nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta

Caserta, 23 luglio 2020 –  Nell’ambito delle celebrazioni organizzate per l’anno giubilare concesso da Papa Francesco nel centenario della proclamazione della Beata Vergine di Loreto quale  “Patrona degli Aeronauti”, venerdì 24 luglio 2020, l’Effige Sacra della Madonna di Loreto arriverà a Caserta presso la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, proveniente dall’Accademia Aeronautica di Pozzuoli (NA).

Un pellegrinaggio che sarebbe dovuto avvenire nel mese di maggio ma che, a causa dell’emergenza epidemiologica per il COVID 19, è stato interrotto ed è ripreso di recente anche quale prezioso momento di riflessione sulla serietà che un’attività così complessa come il volo richiede: passione, attenzione e professionalità sono tutti elementi indispensabili affinché la sicurezza del Paese venga sempre garantita.

La “Santa Patrona degli Aeronauti“, rappresentata da una piccola statua, preziosamente vestita e contenuta in una teca di rovere, ha iniziato il suo “viaggio” il 5 gennaio 2020, partendo dal 37° Stormo di Trapani e farà visita a tutti gli Enti della Forza Armata dislocati sul territorio nazionale.

A Caserta, il programma predisposto dalla Scuola Specialisti, va ad arricchire il fine settimana cittadino tradizionalmente dedicato ai festeggiamenti di Sant’Anna, patrona della città.

Nel dettaglio:

Sabato 25 luglio – APERTURA STRAORDINARIA DEL SACRARIO AI CADUTI A.M. IN PIAZZA GRAMSCI (CE), NEI PRESSI DELLA REGGIA DI CASERTA.

La Sacra Effige della Madonna di Loreto sarà esposta al pubblico dalle 10:30 alle 12:30.

L’accesso sarà contingentato, nel rispetto delle misure di prevenzione per il COVID 19 e consentito soltanto con la mascherina indossata.

Nell’occasione sarà possibile ammirare la chiesa di Santa Filomena, Sacrario dell’Aeronautica Militare, nota come “La Rotonda” per la sua particolare forma architettonica, adornata con alcuni tessuti a marchio “San Leucio Silk” realizzati nel solco della tradizione dell’antica arte serica di San Leucio e donati alla Scuola Specialisti, per il sacrario ai caduti, da Maria Assunta Giaquinto del setificio Silk and Beyond.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *