POLEMICA LOTTI-ORLANDO, SGAMBATO DIFENDE IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA ED INVITA I RENZIANI A LAVORARE SERIAMENTE PER RIDARE LINFA AL PD

camilla-sgambato-deputato-pd

POLEMICA LOTTI-ORLANDO, SGAMBATO DIFENDE IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA ED INVITA I RENZIANI A LAVORARE SERIAMENTE PER RIDARE LINFA AL PD:

“AVETE COMINCIATO CON QUEL TRAGICO ‘CIAONE’, NON CONTINUATE AD AVVELENARE I POZZI, PERCHÉ NOI VOGLIAMO RICOSTRUIRE”.

 

 

“Il Post di Luca Lotti è talmente imbarazzante che rende difficile qualsiasi interlocuzione e dimostra, ove ve ne fosse ancora bisogno, perché il Pd è sprofondato al 18%.

Tutti stiamo passando un momento assai difficile. Tuttavia, mentre alcuni stanno cercando di avviare, con una certa difficoltà, viste le resistenze, una profonda fase di riflessione sulle ragioni di questa disfatta, altri (vedi Luca Lotti) si abbandonano a una serie di considerazioni imbarazzanti. Considerazioni che dimostrano, se ve ne fosse ancora bisogno, alcuni dei motivi di questa disfatta. Invece di chiedere SCUSA, si lanciano accuse di cattivissimo gusto, dando colpe a chiunque tranne che al leader del Pd e trascurando di dire che le liste sono state un affare interno al giglio magico. Una roba abbastanza indegna”.

 

A dichiararlo l’On. Camilla Sgambato, componente della direzione nazionale del Pd, in risposta alle affermazioni social utilizzate dal ministro dello Sport nei confronti del titolare del dicastero alla Giustizia, Andrea Orlando.

 

“Vogliamo parlare delle pluricandidature delle donne usate come passepartout per aprire ai colleghi uomini, dei collegi vinti che già erano sicuri (e di tutti quelli persi che sono molti di più), dei candidati paracadutati, delle minoranze mortificate e fatte fuori, degli amici tutelati?

Luca Lotti è troppo intelligente per fare finta che non sia successo niente. Abbiamo perso. Tutti insieme, ma voi avete più responsabilità perché eravate alla guida del Partito.

Arroganza, protervia e miopia. Non si sta così in un partito. Non si fa così la politica. Non si conquista così la fiducia degli elettori.

Avete cominciato con quel tragico ‘Ciaone’, non continuate ad avvelenare i pozzi, perché noi vogliamo RICOSTRUIRE”, conclude la parlamentare democratica uscente.

 

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *