RIFLESSIONE SULLE CHIMERE IGNOTE DEL MONDO ANTICO E MODERNO: COSA SONO E DA DOVE VENGONO.

calchi 2

 

 fascicolo

Di Vincenzo Tufano.

 

Il mondo della Criptozoologia o ”Cripto/Alienologia come io l’ho ribattezzata, ( in riferimento al termine ”Alieno” non come Extraterrestre ma  inerente una manifestazione appunto estranea alla nostra conoscenza) sottintende a un mondo vasto, silente e oscuro che abbraccia vari settori della ricerca ”Protoscientifica”, e che si prefigge l’obiettivo di ricercare indizi, prove e resoconti testimoniali riconducibili ad avvistamenti e incontri ravvicinati con ”creature non classificabili” dai meri parametri zoologici. Presenze esogene o comunque terrestri, sfuggenti, non appartenenti  alla ”sfera conoscitiva del visibile”. Sono numerosi gli studi fatti da esperti e ricercatori dell’oscuro mondo dell’ Oltre ”Criptozoologico”, e sono state partorite le ipotesi più disparate in merito all’origine di questi criptidi: Potenziali esperimenti genetici, animali ibridati, specie preistoriche sfuggite ai cambiamenti climatici e rifugiatisi in nicchie ecologiche circoscritte, esseri interdimensionali, chimere para-umane. Rivisitando molti casi avvenuti in ogni angolo del globo, sono rigorosamente marcati elementi di affinità  che ne contraddistinguono il loro incessante modus operandi e decorso ”temporale”. Le ultime indagini, che mi hanno visto inquirente attivo  sulle tracce delle  apparizioni di orme giganti tre ungulate lungo il fiume Volturno, mi hanno permesso di reperire numerose testimonianze incisive e determinanti ai fini della seria ricerca in questo complesso campo di indagine. Per me i testimoni sono uno dei tasselli, forse il tassello cardine più importante che  permette di valutare e completare il ”quadro d’insieme”: Urla acute e mostruose, incontri ravvicinati, avvistamenti e rinvenimento orme…molti sono stati i testimoni che hanno  riportato eventi ad alto indice di stranezza. Sui casi del Volturno Agata Cusano( anche testimone oculare dell’ IR3 ravvicinato ), Cusano M., Egidio Del Grosso, Francesco Pio Meola, Carlo T.

( anche testimone oculare dell’ IR3 ravvicinato ), Mariagrazia G., Pasquale G., ecc. Orme molto simili apparvero anche in Carolina del Sud, in seguito agli avvistamenti di ”Lizard Man”, l’uomo lucertola.

In realtà il fenomeno è ben conosciuto anche a livello Istituzionale: Esiste infatti un fascicolo archiviato con la dicitura  “gnomi e fate”, nel quale il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali raccoglie da circa 15 anni resoconti di avvistamenti di strane creature nei boschi italiani.

 

 

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *