SAN NICOLA LA STRADA –Comunali 2011, Pastore (Udc), Promuovere la qualità della vita migliorando l’ambiente

 

 

di Nunzio De Pinto

 Nel corso degli ultimi decenni San Nicola la Strada ha subito una serie di trasformazioni che hanno profondamente coinvolto tutti i cittadini. “Si tratta” – ha affermato l’architetto Giovanni PASTORE dell’Udc, candidato al consiglio comunale – “di trasformazioni di tipo tecnologico, nel modo di produrre, di abitare e di vivere, di comunicare e di spostarsi. Trasformazioni di tipo sociale e culturale, ad esempio l’abbandono delle aree rurali, con la scomparsa delle relative culture, sostituite da una nuova cultura “la città”, il modificarsi della struttura della popolazione con un forte incremento demografico e la disoccupazione in aumento nel settore industriale a seguito della crisi. A queste” – ha aggiunto – “dobbiamo aggiungere le conseguenti modificazioni che investono l’ambiente, provocate dall’uso indiscriminato delle risorse, da un uso non corretto del territorio, dall’inquinamento (talvolta irreversibile) dell’acqua, aria e suolo.” L’esponente dell’Unione di Centro, l’architetto Giovanni Pastore, componente della Commissione Edilizia Integrata, ha inoltre aggiunto – “Il progetto ambiente dovrebbe essere presente in un qualsiasi programma elettorale e diventare la colonna portante di un’amministrazione rivolto a migliorare la qualità della vita dei propri cittadini. Spero che possano cambiare molte cose per il futuro della  città. L’ambiente e i servizi” – ha proseguito – “devono diventare la risorsa e lo sviluppo dell’economia locale del futuro. Innescando un meccanismo parallelo per creare nuovi posti di lavoro e fare in modo che la ricaduta occupazionale sia sui residenti a San Nicola la Strada. La più grande sfida è quella di ripensare il tessuto urbano, ormai ridotto ad una cementificazione senza fine, attraverso la creazione di spazi verdi attrezzati, parcheggi, infrastrutture e servizi che utilizzano nuove tecnologie. L’amministrazione comunale deve poter diventare amica e non intralcio, soprattutto per le categorie più deboli. Per fare questo” – ha sottoloineato Pastore – “c’è bisogno di ritornare a fare politica in mezzo alla gente, sul territorio principalmente. Risolvere la maggior parte dei problemi quotidiani deve essere l’obiettivo principale. Allo stesso tempo bisogna tornare a studiare le necessità delle donne che lavorano, dei bambini e degli adolescenti, degli anziani e dei nuovi cittadini. Ma anche della gente normale, che chiede una città pulita, sicura, ordinata. San Nicola la Strada” – ha concluso l’architetto –  “dovrà essere una città per tutti”.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *