SAN NICOLA LA STRADA -Centro Antares, sono assicurate le prestazioni riabilitative, ma c’è preoccupazione fra i lavoratori

 

Centro_Antares_di_San_Nicola_La_Strada

 

 I dipendenti del Centro di Riabilitazione “Antares” sito sul viale Carlo III^ a San Nicola La Strada, da molti mesi sono in agitazione perché temono di perdere il posto a causa della Regione Campania il cui settore della Sanità è stato commissariato per l’enorme buco accumulato del presidente Antonio Bassolino che ammonterebbe ad oltre un miliardo e mezzo di euro. Come si ricorderà, la Giunta Regionale della Campania, con deliberazione del 19.6.2009, relativa al Piano di Rientro del disavanzo sanitario e sui volumi delle prestazioni sanitarie, ha affossato la sanità privata campana, mettendo a serio rischio non meno di seimila posti di lavoro. Da allora c’è stato un susseguirsi di interventi che hanno messo in ginocchio i centri riabiblitativi privati. I circa 500 pazienti che quotidianamente la struttura riabilitativa dell’Antares tratta hanno sempre dovuto pregare e sperare che gli interventi di riabilitazione non venissero tagliati dalla sera alla mattina. L’erogazione delle prestazioni di riabilitazione, attualmente, saranno regolarmente assicurate. È quanto è emerso a seguito degli incontri svoltisi nei giorni 21 e 22 Giugno 2010 presso le sedi della Asl di Caserta alla presenza dei rappresentanti ASPAT e delle sigle sindacali di categoria. La vertenza si è sbloccata allorquando il Commissario Antonio Gambacorta ha apposto la sua firma sull’accordo attraverso il quale ha assicurato l’assunzione degli impegni economici necessari a fornire sostentamento ai centri di riabilitazione in maniera contestuale al ricevimento delle rimesse che la Regione Campania effettuerà a giorni. Gambacorta, si è impegnato altresì a fissare un incontro con il sub Commissario ad Acta della Regione Campania necessario per definire la regolarizzazione dei pagamenti, la risoluzione dei crediti pregressi e la rideterminazione del tetto di spesa complessiva per l’area di riabilitazione RSA e FKT. L’accordo ha scongiurato una decisione, che poteva creare immensi problemi ai fruitori dei servizi, ed assicurato il diritto alla salute. Sarà impegno di tutti vigilare affinché l’accordo venga rispettato ed i lavoratori percepiscano quanto dovuto.

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *